Bevanda al gusto di… profilattico

30 gennaio 2009 0 Di redazione

Col preservativo nella bevanda. Una singolare storia arriva dall’India dove, nel 2003, un uomo acquistò, nei pressi della stazione di Delhi, due bottiglie di una nota bevanda gassata americana. Venne colto da malore dopo averne bevuto una e, osservando meglio la seconda, notò che nel contenitore di vetro c’era un profilattico il cui materiale era simile ad alcuni residui rimasti all’interno della bottiglia dalla quale aveva appena bevuto. Ne è nato un procedimento giudiziario che lo ha visto uscire vincitore. La casa produttrice della bevanda gassata lo ha dovuto risarcire di circa 450 euro. Una somma che, in quei posti, non è roba da poco. Comunque attenzione a bere tutto d’un fiato… anche quando avete sete.