Maxi sequestro di acqua minerale

30 gennaio 2009 0 Di redazione

Un grosso quantitativo di acqua minerale imbottigliata è stata sequestrata dai carabinieri del Nas di Latina a Frosinone. Ben 120 mila erano le bottiglie accatastate in un piazzale senza protezione dagli agenti atmosferici. Ma i controlli si sono ripetuti anche in altri depositi del capoluogo ciociaro effettuando altri sequesti a causa di carenze igieniche. «Certamente va il nostro plauso al lavoro dei Nas ma è necessaria una campagna di sensibilizzazione dei consumatori che dia loro gli strumenti di autotutela, a fronte di etichette illeggibili per la dimensione dei caratteri e rese incomprensibili da diciture poco chiare. I consumatori, sfiduciati, finiscono per prestare poca attenzione a quel che comprano. Il Centro per i Diritti del Cittadino, si è spesso schierato per una normativa che imponga etichette più chiare e leggibili». Lo dichiara la responsabile agroalimentare del Codici, Valentina Coppola, «Dalle nostre rilevazioni – conclude la Coppola – emerge che pochissimi sono i cittadini attenti anche solo alla data di scadenza dei cibi: su 100 intervistati alle casse di un supermercato della capitale, solo 16 hanno dichiarato di aver prestato attenzione alla data di scadenza di tutti i cibi acquistati».