Giorno: 12 febbraio 2009

12 febbraio 2009 0

La porta in campagna e la violenta

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’avrebbe portata in aperta csampagna e poi l’avrebbe violentata. Si tratta di un uomo di Morolo che oggi pomeriggio è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Anagni. Secondo quando denunciato da una donna rumena, da poco giunta in Italia, lo stupro sarebbe avvenuto oggi pomeriggio in aperta campagna dove l’uomo l’avrebbe condotta. Lei è stata portata in ospedale ad Anagni per le visite mediche, mentre lui è stato rintracciato e posto in stato di fermo.

12 febbraio 2009 1

Calcio, ultimi ritocchi per il Cassino in vista del match con il Gela

Di redazione

Solito “galoppo” del giovedì per la compagine di mister Enzo Patania. La squadra azzurra ha effettuato, sul rinnovato manto erboso del “Salveti”, la consueta partitella a ranghi misti. Al termine di questa, lo staff tecnico ha fatto rimanere sul terreno gli elementi a cui saranno affidati i calci piazzati per provare la riuscita di alcuni particolari schemi relativi a queste possibilità. Padovani e Morello sono ormai stabilmente con il gruppo: nelle ultime sedute la punta salentina era stata tenuta in particolare considerazione a causa di un piccolo fastidio che allo stato attuale delle cose non preoccupa più di tanto lo staff sanitario della compagine della città martire. Mancheranno, pertanto, contro il Gela, i lungodegenti Molinaro, Cunzi e Lo russo: a loro, tra le defezioni, si aggiungerà lo squalificato Kone. Intanto, si comunica a tifosi ed organi di stampa che sarà possibile acquistare biglietti validi per la gara tra gli azzurri ed il Gela, in programma Domenica 15 Febbraio alle ore 14.30, in prevendita ad un prezzo inferiore rispetto al corrispettivo fissato per le vendite al botteghino. Sarà possibile acquistare i tagliandi in prevendita presso: BAR ITALIA, BAR ARGO, AGIP CAFE´ di Via Casilina Sud, BAR LUCIANO, BAR NIMERI, REALE COFFEE BREAK, TABACCHI TERILLI, BAR VETICHE. Il prezzo dei biglietti in prevendita è di 8 € per quanto riguarda le Tribune Laterali e di 12 € per quello valido per l´accesso in Tribuna Centrale. Al botteghino del “Gino Salveti”, ferma restando la possibilità per le donne di acquistare il tagliando a 5 €, i corrispettivi restano fissati rispettivamente in € 10 ed € 15.

12 febbraio 2009 0

Due giovani con pistola arrestati dai carabinieri

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora hanno arrestato tra CAsalvieri ed Atina due giovani di Isola del Liri responsabili di porto abusivo d’arma da fuoco e relativo munizionamento. I due Isolani, D.D. 27 anni e P.C. 26, si trovavano a bordo di un’auto quando sono stati notati in atteggiamento che hanno insospettito i carabinieri, che procedevano al controllo rinvenendo all’interno dell’abitacolo una pistola marca Beretta, calibro 7.65, carica e pronta all’uso e due confezioni di munizioni dello stesso calibro, per un totale di 100 colpi. Dai successivi accertamenti è risultato che sulla pistola c’erano diverse anomalie come la matricola parzialmente leggibile e la canna modificata per consentire l’innesto di un silenziatore e priva di matricola, particolari questi, che aumentano le potenzialità offensive rendendo l’arma più pericolosa e, soprattutto, clandestina. Tutti i corpi di reato ed i telefoni cellulari dei due arrestati sono stati posti sotto sequestro e, presto, verranno sottoposti a tutti gli accertamenti tecnici volti a fare piena luce sulla vicenda. I Carabinieri, infatti, dopo aver condotto i due soggetti presso il carcere di Cassino, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, hanno intrapreso un’intensa attività di indagine volta ad accertare la provenienza dell’arma e del relativo munizionamento. Inoltre, è al vaglio degli inquirenti la posizione dei due giovani, dei quali va accertata ogni responsabilità, chiarendo se la pistola ed i proiettili fossero destinati alla vendita o se l’arma sia stata già usata per commettere altri delitti.

12 febbraio 2009 0

Il ladro spara con la pistola finta, il padrone di casa con quella vera

Di redazione

Scontro a fuoco, nel casertano, tra un ladro albanese ed il proprietario della casa in cui lo straniero si è introdotto nella notte. A d avere la peggio è stato il malvivente in quanto la sua pistola era finta. L’arma del derubato, invece, era vera e i colpi esplosi hanno centrato al braccio il ladro. L’episopdio è accaduto questa notte a Formicola, vicino Caserta. Il proprietario di casa, secondo la versione fornita ai carabinieri, ha trovato nel suo soggiorno due ladri. Uno dei due, il 24enne albanese, avrebbe esploso dei colpi con una pistola giocattolo. Lui avrebbe risposto al fuoco con la pistola vera. I due sono riusciti a fuggire, ma poi, i complici avrebbero lasciato il ferito in ospedale a Santa Maria Capuavetere. Non è in pericolo di vita.

12 febbraio 2009 0

L’Italia sotto zero. Vento e neve su tutta la penisola

Di redazione

Neve a basse quote, venti sostenuti e un deciso abbassamento delle temperature: sono i fenomeni più significativi attesi per i prossimi giorni. Persisterà almeno fino a domenica prossima, infatti, l’ondata di maltempo causata dal transito di intensi flussi artici sul nostro Paese che sta investendo l’Italia. A partire da oggi, nevicate, a tratti significative, sono attese sulle regioni centro-meridionali e sulle isole maggiori, con quota neve in graduale diminuzione. Da venerdì a domenica le nevicate sono attese anche al livello del mare su tutto il versante adriatico e sulle regioni centrali. Inoltre, l’atteso calo delle temperature su tutta la Penisola, con temperature minime che scenderanno al di sotto dello zero, favorirà gelate diffuse che, al Nord, risulteranno persistenti e interesseranno anche zone di pianura. Rovesci e temporali continueranno a insistere nei prossimi giorni in particolare sui settori tirrenici meridionali, con quantitativi cumulati localmente considerevoli, ma nella giornata di venerdì interesseranno anche il resto del centro-sud e la Sardegna, seppure in misura minore. Venti ancora forti persisteranno su gran parte delle regioni italiane, favorendo un generale aumento del moto ondoso: in particolare, si prevedono molto agitati i bacini circostanti le isole maggiori fino a venerdì.

12 febbraio 2009 0

Camorra, autosaloni e conti correnti sotto sequestro

Di redazione

Non si spegne il clamore della maxi inchiesta sul mercato delle auto che, nel Basso Lazio, era gestito da una organizzazione vicina al clan dei Casalesi. Lunedì i carabinieri hanno notificato 73 avvisi di garanzia tra Lazio, Campania e Abbruzzo, 40 indagati  sono stati arrestati, 18 erano della provincia di Frosinone.  Mentre sono iniziati gli interrogatori di garanzia nelle varie carceri in cui i coinvolti sono detenuti in regime di arresti cautelari, continuano i sequestri svolti dalla guardia di finanza. Ieri, dopo immobili ed aziende sequestrate a Castrocielo, a San Vittore del Lazio è stato sequestrato un altro autosalobne con un parco mezzi dal valore superiore ai 700 mila euro. I finanzieri sono arrivati mentre le auto stavano per salire su una bisarca (camion adibito a trasporto macchine). Sequestrati anchje oltre 300 conti correnti in diverse banche della zona maanche in Lombardia. Individuate obbligazioni per centinaia di migliaia di euro. Le operazioni di sequestro andranno avanti per altri giorni e ci si aspettano importanti novità.

12 febbraio 2009 0

Nuda davanti ai carabinieri per evitare l’arresto

Di redazione

Si è spogliata e, da nuda, ha sperato che i carabinieri, per imbarazzo, non l’arrestassero. E’ accaduto nella tarda mattinata di ieri a Piedimonte San Germano dove, una nigeriana di 24 anni, alla richiesta di documenti formulata dai militari dell’Arma, si è gettata per le campagne. Sapeva di essere inottemperante ad un  decreto di espulsione e per questo, sapeva anche che sarebbe stata arrestata. Quando i carabinieri che la inseguivano stavano per “accalappiarla”, la donna si è prima spogliata di tutti gli indumenti, poi si è gettata in una pozzanghera. I militari della stazione di Piedimonte non si sono scomposti; le hanno intimato di rivestirsi e, lei, ormai rassegnata, li ha seguiti.