Giorno: 28 febbraio 2009

28 febbraio 2009 1

Attenzione a Facebook. Può costare il licenziamento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Attenzione a ciò che scrivete su facebook a proposito del vostro lavoro, il vostro boss potrebbe leggerlo ed impugnarlo per licenziarvi. Un commento fatto da una ragazza inglese sul sito gli è costato proprio il posto di lavoro.  “Kimberley pensa che il suo lavoro sia noioso” avrebbe scritto la dipendente di una piccola azienda di logistica di Clacton, nell’Essex. Il giorno dopo, il suo datore di lavoro gli ha consegnato una lettera di licenziamento con effetto immediato. Il commento, secondo il responsabile dell’azineda, avrebbe dimostrato una mancanza di rispetto”. La situazione ha generato un vespaio di polemiche, in particolar modo da parte dei sindacati che hanno visto nel gesto, una violazione della privacy.

28 febbraio 2009 0

Bidello ladro, “inchiodato” dal telefonino

Di redazione

Spesso capita che siano loro ad essere spiati, altre volte, invece, sono proprio loro, i telefonini, a spiare. Proprio un cellulare ha incastrato un ladro bidello. E’ accaduto in una scuola superiore di Rimini dove un 17enne, tornando dall’ora di educazione fisica, non trovava più i soldi che lasciava nell’armadietto. Per questo, nell’iultima occasione, ha sistemato il suo telefonino su una mensola dello spogliatorio con la videocamera in funzione puntata sul suo armadietto. al ritorno dall’ora di ginnastica, non ha più trovato i sette euro che aveva nella tasca dei pantaloni, ma dalle immagini registrate ha capito chi fosse il ladro. Si trattava infatti del bidello. Telefonino alla mano, è andato dal preside e ha mostrato quelle immagini. Da lì l’arrivo della polizia e la denuncia del bidello per furto.

28 febbraio 2009 0

Morti bianche nei cantieri, numeri che fanno paura

Di redazione

Gli incidenti mortali nei cantieri edili fanno rilevare dati allarmanti. A lanciare l’allarme in un nota è la Filca Cisl. Su un totale di 188 morti nei cantieri di tutta Italia, nel corso 2008 sono stati ben 14 quelli avvenuti nell’ambitito della regione Lazio. Dal 2003 invece sono 107 i lavoratori deceduti nei cantieri nel Lazio, tra questi 69 tra Roma e provincia e 11 a Latina, 19 a Frosinone, 7 a Viterbo,1 a Rieti. Dal 1999 al 2002 sono morti nel Lazio altri 47 operai, per un totale di 154 vittime dal 1999. Questo il bollettino di guerra: 16 nel 2003, 11 nel 2004, 20 nel 2005, 24 nel 2006, 20 nel 2007, 14 nel 2008 e 2 in quest’inizio di 2009.  L’età media degli operai che hanno perso la vita a Roma è di 39,6 anni, 4 i lavoratori con meno di 30 anni. La causa più frequente degli infortuni è la caduta dall’alto (il 40%) mentre sono in aumento i casi di operai che hanno perso la vita travolti da gru, carrelli elevatore o ruspe (il 25%), dal crollo di una struttura (10%), o colpiti da materiali da lavoro e i decessi per seppellimento e folgorazione.