Due giovani con pistola arrestati dai carabinieri

12 febbraio 2009 0 Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora hanno arrestato tra CAsalvieri ed Atina due giovani di Isola del Liri responsabili di porto abusivo d’arma da fuoco e relativo munizionamento. I due Isolani, D.D. 27 anni e P.C. 26, si trovavano a bordo di un’auto quando sono stati notati in atteggiamento che hanno insospettito i carabinieri, che procedevano al controllo rinvenendo all’interno dell’abitacolo una pistola marca Beretta, calibro 7.65, carica e pronta all’uso e due confezioni di munizioni dello stesso calibro, per un totale di 100 colpi. Dai successivi accertamenti è risultato che sulla pistola c’erano diverse anomalie come la matricola parzialmente leggibile e la canna modificata per consentire l’innesto di un silenziatore e priva di matricola, particolari questi, che aumentano le potenzialità offensive rendendo l’arma più pericolosa e, soprattutto, clandestina. Tutti i corpi di reato ed i telefoni cellulari dei due arrestati sono stati posti sotto sequestro e, presto, verranno sottoposti a tutti gli accertamenti tecnici volti a fare piena luce sulla vicenda. I Carabinieri, infatti, dopo aver condotto i due soggetti presso il carcere di Cassino, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, hanno intrapreso un’intensa attività di indagine volta ad accertare la provenienza dell’arma e del relativo munizionamento. Inoltre, è al vaglio degli inquirenti la posizione dei due giovani, dei quali va accertata ogni responsabilità, chiarendo se la pistola ed i proiettili fossero destinati alla vendita o se l’arma sia stata già usata per commettere altri delitti.