Figebo, un altro sequestro

3 febbraio 2009 0 Di redazione

Il centro polispecialistico Figebo di Cassino è stato interessato da un nuovo sequestro ordinato dal trubunale di Roma ed eseguito dagli agenti della polizia di Stato della divisione anticrimine della questura di Roma. Il centro di via Rossini è rimasta coinvolta nell’indagine Easy Money nella quale, un personaggio molto vicino al centro Cassinate, R. C. è indagato per traffico di droga. A fine 2008, nel corso di sequestri di beni rinconducibili all’indagato per un valore complessivo di circa 100 milioni di euro, gli inquirenti sequestrano le quote azionarie del centro e noiminarono un amministratore giudiziario. Ieri, nel corso di un secondo pacchetto di sequestri che, tra beni immobiuli ed altro ha superato un valore di circa 30 milioni di euro, la magistratura bha invece sequestrato i locali di proprietà di un’altra società sempre riconducibile allo stesso indagato. é stato però disposto che il centro possa continuare a funzionare.