La minaccia con un martello e poi la stupra

2 febbraio 2009 0 Di redazione

Non si ferma l’ondata di violenze sessuali ai danni delle donne, che da Capodanno hanno portato ai “disonori” della cronaca tutta una serie di drammatici episodi. A Bolsena, nel Viterbese, un uomo di 39 anni è stato arrestato per aver aggredito, picchiato, minacciato con un martello e poi stuprato la sua ex-convivente, un’immigrata cilena di 34 anni. La vittima ha riportato numerose ferite al volto, al torace e agli arti inferiori, ed è stata giudicata guaribile in 12 giorni. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Mammagialla con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali. Pare che i due si fossero conosciuti circa quattro anni fa e avevano convissuto per oltre tre anni, durante i quali l’uomo aveva lasciato la moglie e tre bambini di pochi anni. Poi si erano lasciati.