Un bicchiere di troppo costa la poltrona al ministro giapponese

17 febbraio 2009 0 Di redazione

La partecipazione al G7 di Roma è costata la poltrona al ministro delle Finanze giapponese Shoichi Nakagawa. Ha gettarlo in una bufera di contestazioni è stata la conferenza stampa conclusiva alla quale lui si sarebbe presentato in uno stato da lasciar credere che fosse ubriaco. L’opposizione di governo del suo paese, infatti, ha duramente contestato il comportamento riferendo che il ministro aveva manifestato già in altre occasioni problemi di “gomito”. Nakagawa si sarebbe giustificato sostenendo che l’aria assonnata e gli errori commessi nel corso della conferenza stampa erano dovuti ad alcuni farmaci che stava assumendo per combattere una forma influenzale. Nonostante il primo ministro Taro Aso gli ha rinnovato la fiducia, Nakagawa, vinto dalla pressione mediatica e dalla minaccia dell’opposizione di presentare una mozione di censura alla Camera Alta, si è dimesso. Galeotto fu quel “bicchierino” a Roma.