Le impongono un rapporto sessuale a tre, scatta l’arresto

25 marzo 2009 0 Di redazione

Ha rifiutato l’amplesso a due e per questo è stata minacciata con una pistola. E’ accaduto a Ceccano (Fr) dove un a prostituta nigeriana di 21 anni ha concordato il prezzo per una prestazione sessuale con due quarantenni del posto. S. D. e M.F. pagando la somma di 100 euro, chiedevano di “congiungersi simultaneamente” con la prostituta. Non è ben chiaro se l’accordo era stato fatto prima o se le intenzioni sono cambiate successivamente, sta di fatto che la donna si sarebbe rifiutata prostituirsi con entrambi contemporaneamente e, uno dei due clienti ha estratto la pistola vera (non con il tappo rosso). Anche la minaccia di usare l’arma non è servita per ottenere la prestazione richiesta, pertanto i due hanno preteso la restituzione dei soldi. Mentre i tre si recavano dalla collega alla quale la 21enne aveva consegnato la somma, la ragazza è riuscita a lanciare l’allarme ai carabinieri i quali, intervenuti, hanno bloccato i due uomini e li hanno arrestati con l’accusa di estorsione aggravata.