Test nucleari, la Francia ammette responsabilità su ammalati

24 marzo 2009 0 Di redazione

Dieci miolioni di euro per risarcire le vittime dei test nucleari. E’ questo il primo stanziamento del governo francese dopo un lungo periodo in cui rifiutava di riconoscere ufficialmente un legame tra i suoi test di ordigni nucleari, terminati nel 1996, ed i disturbi fisici riportati da militari e civili coinvolti nei test. La Francia ha condotto sperimentazioni nucleari in Algeria dal 1960 al 1966 e nella Polinesia francese e nell’Oceano pacifico tra il 1966 al 1996, per un totale di 210 test. Circa 150.000, tra civili e militari, sono teoricamente ammalate. Una commissione indipendente di dottori guidata da un magistrato esaminerà caso per caso per trovare patologie connesse ai test nucleari. Solo allora lo Stato risarcirà completamente ogni ammalato.