Un “pavone solitario” e spaventato sui tetti di San Pietro

27 marzo 2009 1 Di redazione

Un tempo c’era il “passero solitario”, oggi, invece, a rimanere soli e spaesati, sono anche i pavoni. Un esemplare spaurito dell’uccello di origine asiatica, noto per le sue penne dai colori smaglianti nei periodi dell’accoppiamento, è stato avvistato su un tetto di San Pietro Infine (Ce). Un animale cosi particolare non poteva sfuggire all’occhio di un fotografo esperto e allenato come quello di Antonio Nardelli. Il pennuto probabilmente era scappato dal recinto di qualche appassionato che, probabilmente lo deteneva in maniera illegale. Avere un esemplare di pavone in casa senza uno speciale permesso è reato e si incappa in pesanti sanzioni. Comunque certamente vedrlo lbero e a spasso su un tetto fa un certo effetto. Il tempo di alcuni scatti, poi il pennuto, ancora non sfolgorante perché non è la stagione delgi accoppiamenti, è salterellato via facendo perdere le sue tracce. Chissà se riuscirà a tornare in India.