Sindaco condannato: lettori scatenati, commenti infuocati

11 aprile 2009 5 Di redazione

Commenti al vetriolo sul nostro sito correlati alla notizia della condanna del sindaco Roscia. I sostenitori del primo cittadino e quelli che non lo sono, dalle rispettive posizioni, hanno riportato le loro idee in merito alla vicenda che ha scosso la comunità pontecorvese. Tra chi (Giusi) ha scritto solo “Vergogna… Vergogna” senza indicare se riferita alla sentenza o al condannato, c’è anche chi (Elide) ha difeso il primo cittadino lasciando un lungo commento in cui ha sostenuto che Roscia è stato vittima delle gelosie e dei volponi, sostenendo anche che se qualcuno chiede soldi evidentemente ci sono altri dispoosti a sborsarli. Commento questo che ha innescato una lunga serie di repliche, alcune delle quali molto “vigorose”. Qualcuno (pontecorvese doc) ha ricordato che ci sono leggi e vanno rispettate, e se bisogna rubare bisognma farlo lontano da Pontecorvo; un altro (cittadino Pontecorvese) ha ricordato che la sentenza è stta più dura della richiesta della pubblica accusa (4,6 anni). Che Guevara ha fatto allusioni di strani scambi elettorali, Camele ha scritto, invece: “Le “mazzette” si possono recuperare, i corrotti prima o poi devono fare i conti con la giustizia, ma il degrado morale è duro, molto duro da riparare”. La redazione invita i lettori a lasciare commenti ma anche a mantenere un profilo alto e non offensivo.