Giorno: 5 maggio 2009

5 maggio 2009 0

Si schianta contro un albero, muore un 19enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Stava andando ad incontrare la fidanzata ad Acquafondata e si schianta contro un albero. Così è morto un 19enne di Venafro (Is). L’incidente mortale è avvenuto oggi pomeriggio alle 16 circa, ad Acquafondata (Fr) dove Aldo De L., viaggiava a bordo della sua Fiat Panda vecchio tipo. L’asfalto reso viscido dalla pioggia deve essere stato tra le cause della sbandata che ha portato la vettura ad uscire di strada e schiantarsi contro un albero. Il giovane ha riportato lesioni gravissime e per questo è stata chiamata un’ambulanza al 118 di Cassino. Quando il mezzo è arrivato però, il 19enne era già morto. Il 19enne era studente dell’Itis di Cassino.

5 maggio 2009 0

Un covo di barboni e topi in via Garigliano

Di redazione

Vivono tra le immondizie, attirando decine di topi. Sono due barboni (guarda il video) che hanno creato in via Garigliano a Cassino una vera emergenza per la salute e l’igiene pubblica. Di fronte alla rotatoria, in una struttura ex frutteria sottratta con confisca ai proprietari per fatti di camorra, hanno trovato ricovero due senzatetto. Topi di ogni dimensione e in gran numero, fanno loro compagnia ma l’odore e lo stato di degrado hanno superato ogni limite di accettabilità. I residenti sono da tempo sul piede di guerra anche perché il rischio di malattie è altissimo. Nella zona, nelle ore di punta, transitano centinaia di studenti per via della vicinanza con la stazione ferroviaria o il capolinea dei pullman e il via vai di pantecane sui marciapiedi, tra i piedi dei ragazzi è impressionante.

5 maggio 2009 0

Frode della telefonia, evasione per milioni di euro

Di redazione

Una truffa allo Stato per evadere oltre sette milioni di euro. E’ quanto hanno accertato gli uomini della guardia di finanza di Frosinone agli ordini del colonnello Giancostabile Salato. Le fiamme gialle hanno scoperto una società cosidetta “cartiera” di Ceccano che opera nel settore della telefonia a livello internazionale. Tre sono le persone denunciate perché hanno utilizzato una società con sede nella provincia di Frosinone, per emettere fatture relative ad operazioni inesistenti a favore di un’azienda di Roma. Due persone individuate quali organizzatori della frode fiscale, sono state denunciate per il reato di circonvenzione di persone incapaci, dato che nel tentativo di depistare le indagini ed attribuire a questi responsabilità, hanno intestato la società ad un soggetto non in grado di gestire gli affari della società. La società frusinate, ha acquistato da varie società dell’unione europea e di San Marino materiale di telefonia senza il pagamento dell’i.v.a., in virtu’ dello specifico regime applicabile agli scambi intracomunitari; La stessa società inoltre ha rivenduto, con l’applicazione dell’i.v.a. Ad aliquota 20%, anche attraverso altri anelli della complessiva catena, la stessa merce al reale acquirente nazionale, che in tal modo ha potuto beneficiare, grazie all’interposizione della societa’ “cartiera”, della detrazione dell’i.v.a. esposta in fattura; Un sistema per sottrarsi agli obblighi di versamento dell’imposta e di presentazione della dichiarazione. Alla conclusione delle complesse indagini è stato rilevato che la società di Ceccano ha emesso, nel periodo dal mese di dicembre 2006 al mese di giugno 2007, nr. 323 fatture per operazioni soggettivamente inesistenti per un ammontare imponibile compelssivo pari a 7.620.071,59 di euro ed i.v.a. pari a 1.524.014,31 di euro. Segnalata, inoltre la società romana, per aver evaso imposte dirette per circa 8 milioni di euro. L’attività investigativa condotta ha consentito di individuare un sistema di frode all’i.v.a. Intracomunitaria, noto come “frode carosello”, caratterizzata dall’esistenza di una societa’ fantasma utilizzata solo per l’immissione nel territorio nazionale di sofisticati cellulari senza assolvere alcun tributo e che consentiva ad una seconda società non solo di evadere le imposte ma di alterare di mercato aggirando le regole della libera concorrenza.

5 maggio 2009 0

Il Kayak Cassino si fa onore a Policastro

Di redazione

Splendida affermazione di squadra ed individuale alla due giorni di gare su fiume Bussento a Policastro del 2 e 3 maggio per gli atleti del Kayak Club Cus Cassino. Solo pochi punti hanno impedito, nel punteggio di squadra, al sodalizio cassinate di conseguire il primo posto “abbiamo cercato di contrastare a suon di vittorie il maggior numero di atleti in gara della locale squadra del C.K. Policastro per questo il secondo posto ci sta un po’ stretto” ha affermato il d.s. dott. Angelo Spallino che ha aggiunto “renderemo la pariglia nella nostra gara di campionato regionale Sprint a settembre”. Il mattatore della due giornate di gare è stato il due volte Campione Italiano Andrea Spallino con tre vittorie; due nella canadese monoposto ed una nella canadese biposto assieme al compagno Francesco Marchetti. Entusiasmante la vittoria nella discesa classica per un solo secondo conseguita contro l’atleta di casa. Due vittorie per un’altra Campionessa Italiana, una ritrovata Alessandra D’Aguanno, scampata al terremoto dell’Aquila. Una vittoria ciascuno per i due terribili gemelli Morone: Roberto ha vinto nella canadese monoposto dopo essere caduto in prova; Matteo si è preso la rivincita nella gara di Domenica dopo il secondo posto del sabato. Due onorevolissimi secondi posti per gli Amato:papa’Sergio, istruttore federale si è arreso solo ad un atleta dell’olimpica mentre Romano ha conseguitodue spendidi risultati in una categoria che vedeva alla partenza numerosi avversari. Prossimo appuntamento importantissimo sono i Campionati Nazionali Universitari di canoa olimpica per i quali Francesco Marchetti sta ultimando la preparazione specifica per questa specialità.