Giorno: 10 maggio 2009

10 maggio 2009 0

Barbara, prima donna mitragliere italiana

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/05/mitragliere-9-5.flv /]

10 maggio 2009 0

Si dà fuoco nella piazza del paese

Di redazione

Si è cosparso di benzina e si è dato fuoco con un accendino nella piazza di Pignataro Interamna, in provincia di Fosinone. A compiere il gesto un 30enne residente a Sant’Angelo, frazione di Cassino, ma originario del paesino. A soccorrerlo è stato il vigile urbano del comune che insieme a un commerciante gli ha sfilato la giacca e con un estintore ha spento le fiamme. Sul posto un’ambulanza del 118 che lo ha trasportato nell’ospedale di Cassino dove i medici hanno riscontrato ustioni di secondo grado su tutto il corpo: le sue condizioni sono gravi. Al momento non si conoscono le ragioni che lo hanno indotto al gesto.

10 maggio 2009 0

Dà del ladro all’ex marito, denuciata per calunnia

Di redazione

Un tentativo di vendetta per i dissidi con l’ex marito è costata ad una donna di Esperia una denuncia per calunnia e per simulazione di reato. Ad accertarlo dopo una indagine svolta, sono stati i carabinieri di Esperia. Tutto è nato da una denuncia per furto che la 57enne M. L. aveva sporto accusando l’ex consorte di furto. Una denuncia particolareggiata che conteneva anche una dettagliata ricostruzione del furto di preziosi monili d’oro per un valore di ben 50 mila euro. La donna sosteneva che a macchiarsi di quel furto fosse il suo ex consorte, facilitato anche dall’essere proprietario dello stabile in cui la donna vive. Sarebbero state create artatamente anche delle tracce ma l’indagine degli uomini del capitano Di Carlo hanno accertato che il tutto sarebbe stato frutto di una architettata menzogna. La donna quindi è stata denunciata per aver calunniato il marito e per aver simulato il reato.

10 maggio 2009 0

Litiga con la moglie e spara in aria. Denunciato

Di redazione

Quando, dopo le urla, sono arrivati anche i colpi di fucile, in tanti hanno pensato che il litigio tra moglie e marito di Pontecorvo, fosse finito in tragedia. Per questo, qualche vicino, temendo il peggio, ha avvisato i carabinieri della compagnia comandata dal capitano Pier Francesco Di Carlo. E’ accaduto venerdì in via Masella nella città fluviale che una coppia di coniugi, desse il meglio in urla e schiamazzi per l’ennesima litigata. Dopo un lungo tempo, il silenzio, prima un colpo di fucile, poi un secondo e così via fino a contarne quattro; poi ancora il silenzio. Inevitabile pensare o temere che quei colpi avessero azzittito per sempre uno dei due coniugi. Con una telefonata anonima ai carabinieri, qualcuno ha raccontato quanto era accaduto. I militari sono quindi arrivati sul posto, hanno individuato la casa e dalla donna hanno appreso che, dopo il litigio, il marito C. P. 46 anni, ha imbracciato il fucile calibro 12, regolarmente denunciato, è uscito di casa e ha sparato i quattro colpi per aria smaltendo in questo modo la sua rabbia. Per questo i carabinieri lo hanno denunciato per esplosione di colpi d’arma da fuoco. Il fucile con il relativo munizionamento è stato sottoposto a sequestro. Ermanno Amedei