Giorno: 21 maggio 2009

21 maggio 2009 0

Masso killer, assolti i due imputati

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/05/sentenza-21-5.flv /]

21 maggio 2009 0

Coltellate alla ex, 31enne condannato a 5,6 anni di reclusione

Di redazione

Un 31enne di Sgugola è stato condannato questa mattina dal tribunale di Frosinone a cinque anni e sei mesi di reclusione per tentato omicidio. L’uomo, Marco Camilli, il 5 maggio dello sorso anno, ha inflitto due coltellate alla sua ex fidanzata di 22 anni. L’aveva attesa sotto casa e l’aveva colpita due volte, una alla spalla, l’altra al braccio. Sotto processo per tentato omicidio, è stato condannato a 5 anni e sei mesi.

21 maggio 2009 0

Masso killer, gli avvocati: “Battaglia dura ma abbiamo mantenuto duro”

Di redazione

“E’ stata una causa dura – ha dichiarato Marco Paliotta legale di Agostino Mastrangeli – anche nella fase predibbattimentale in particolare per il clima sociale che si era creato intorno ai due giovani prima indagati e poi imputati. Però avendo sempre creduto nella completa innocenza di Mastrangeli, ci ha permesso di ottenere questo risultato, ma ancor prima ottenere le scarcerazioni e gestire senza danni l’incidente probatorio del 2006, all’esito del quale, il super test aveva pregiudicato la tesi accusatoria. Il dibattimento non ha offerto nulla di nuovo per cui non si poteva pensare ad una condanna”. Parole stanche ma soddisfatte anche da Daniele Bartolomucci legale di Gregorio Mattia. “Siamo contenti e Mattia Gregorio ha avuto giustizia. E’ stata una battaglia dura, durata tre anni, a momenti drammatica, ma eravamo convinti che c’erano tutti gli elementi per poter uscire indenne i dall’infamante accusa. La mossa vincente è stata la caparbietà e la voglia di crederci che non ci ha mai abbandonato fin dal momento dell’arresto”.

21 maggio 2009 0

Masso Killer, Mattia e Mastrangeli assolti con formula piena

Di redazione

Assolti con formula piena. Così ha deciso oggi la corte d’assise di Cassino riunita in 5 ore di Camera di Consiglio. In aula, ad ascoltare la lettura della sentenza, c’era solo Gregorio Mattia, uno dei due accusati del lancio del sasso killer. Il dispositivo di sentenza sarà pronto entro tre mesi, dopo la procura e le parti civili potranno fare ricorso. Insomma, oggi è emerso che l’autore del gesto che ha causato la morte di Natale Gioffrè non ha ancora un nome.

21 maggio 2009 0

Masso Killer, l’ora della sentenza

Di redazione

E’ iniziato questa mattina in tribunale a Cassino il giorno più lungo per Gregorio Mattia e Agostino Mastrangeli. I due giovani di Villa Santa Lucia sono accusati di omicidio volontario e tentato omicidio, aggravato da futili motivi perché ritenuti responsabili di aver lanciato sull’autostrada, nella notte tra il 12 e 13 agosto 2005, un masso di 41 chili. Il gesto causò un incidente stradale durante il quale perse la vita un operaio calabrese residente a Torino, mentre rimasero ferite altre 5 persone, due in modo gravissimo. Mattia e Mastrangeli sono sotto processo in corte d’assise a Cassino e la pubblica accusa, forte di un testimone oculare, ha chiesto per loro la pena del carcere a vita. Gli avvocati difensori, Daniele Bartolomucci e Marco Paliotta sostengono l’estraneità ai fatti dei loro assistiti. La camera di Consiglio si è riunita alle 11 circa e la sentenza è attesa per le 16 di oggi. Ve ne daremo conto quanto prima.

21 maggio 2009 0

Raffica di incidenti sull’A1, camionista elitrasportato a Roma

Di redazione

Due incidenti stanno cusano da questa mattina, grossi disagi al traffico autostradale tra i caselli di Frosino e e Ceprano. I sinistri sono ccaduti a poche ore di distanza, sullo stesso tratto. Un autotrasportatore è rimasto gravemente ferito e alle 9 circa, un elicottero del 118 è atterrato sulla sede stradale chiusa per caricare il ferito e trasportarlo in un ospedale di Roma. Il camionista era alla guida di un autotreno che trasportava rotoli di carta, quando il suo mezzo si è capottato senza coinvolgere altre vetture. Il traffico è stato prima bloccato, ci sono circa 7 chilometri di coda e la polizia stradale consiglia l’uscita a Frosinone. Poche ore prima, a poca distanza, sulla stessa corsia, una vettura ha tamponato un autoarticolato. Quattro i feriti trasportati in ospedale.

21 maggio 2009 0

Hanno colto l’attimo e sono fuggiti con 10 milioni di dollari

Di redazione

Cogli l’attimo e fuggi. Questo è quello che deve aver pensato una coppia di commercianti neozelandesi ricercati dalla polizia locale e dall’interpool. Chiedono un mutuo ad una banca per 10 mila dollari (9.600 euro circa), si ritrovano per errore sul conto corrente l somma di 10 milioni di dollari. Si tratterebbe dei gestori di una stazione di servizio a Rotorua nel nord dell’isola. Per errore, la banca gli ha accreditato sul conto corrente una somma di gran lunga superiore a quella da loro richiesta. I coniugi, hanno capito che si trattava dell’errore e, dopo aver prelevato tutto il malloppo, hanno fatto perdere le loro tracce scappando all’estero. Una circostanza fortuita, che i due hanno capitalizzato al massimo anche se in maniera illegale. Quando li prenderanno, però, potranno sempre dire di non essersi accorti dell’errore.

21 maggio 2009 0

Vuole i suoi soldi altrimenti minaccia di darsi fuoco

Di redazione

Un inusuale sistema di recupero crediti è stato messo in atto ieri da un commerciante cinese di 37 anni residente nel brescino. L’uomo si è recato a Cremona, davanti l piazzale della ditta di confezioni che gli deve 100 mila euro per la fornitura di merci lavorate e, all’ennesimo rinvio del pagamento, si è cosparso di benzina minacciando di darsi fuco nel caso in cui non avesse ottenuto i suoi soldi. L’intervento dei carabinieri è servito per scongiurare l’insano gesto, ma il problema del commerciante cinese, con il suo cliente italiano, persiste.

21 maggio 2009 1

Distacchi Enel troppo facili, l’assessore protesta

Di redazione

Distacco dell’utenza energetica e aggravi di spese non dovute per riallacci a discapito di famiglie in difficoltà economica, sono stati oggetto di dure critiche da parte di Ciro Rivieccio assessore ai servizi sociali di Cassino rivolte alla società Enel. Il protocollo previsto per chi paga in ritardo le bollette è quello della riduzione della potenza dell’impianto, ma non il distacco. A Cassino, invece, accadeva che le persone disagiate, e quindi in difficoltà nel pagare le bollette, rimanevano improvvisamente al buoi. Accadeva quindi che per ottenere nuovamente la corrente in casa, anche grazie all’intervento del Comune, bisognava chiedere un nuovo allaccio e pagarlo circa 80 euro. Un ulteriore aggravio al disagio dei disadattati. Per questo l’assessore Rivieccio si è scagliato più volte contro l’Enel e, questa mattina, il direttore compartimentale della regione Lazio, si è recato a Cassino per trovare una soluzione che possa rendere meno gravosa la condizione delle famiglie in difficoltà economica.

21 maggio 2009 0

Una mostra fotografica per ricordare

Di redazione

“I Canadesi a Frosinone”, è il titolo di una mostra fotografica che si tiene nel capoluogo ciociaro a partire da domani, dalla 17.30, fino al 7 giugno presso la Galleria Espositiva Comunale “E.Biondi” – C.so della Repubblica 168. Una iniziativa, organizzata da Costantino Jadecola, Maurizio Federico e Paola Sbabada, che si svolge in occasione del 65simo anniversario della liberazione della città dall’occupazione nazifascista avvenuta il 31 maggio 1944.