Giorno: 25 maggio 2009

25 maggio 2009 0

Gli insegnamenti di San Benedetto

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/05/papa-4-25-5.flv /]

25 maggio 2009 0

Una giornata di studio sugli effetti dei terremoti

Di redazione

Una giornata di studio dedicata all’ingegneria sismica si svolgerà domani dalle 14.30 alle 17.30 presso l’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino. Ad organizzare l’incontro sono stati i docenti di ingegneria civile ed ambientale ed è rivolto sopratutto agli studenti di Ingegneria Civile ed Ambientale ed agli studenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in Ingegneria per illustrare le problematiche dell’ingegneria sismica, oggetto di tanto interesse dei media. “Credo che sia nostro dovere – sostiene il professor Elio Sacco – discutere con gli ingegneri del domani i fatti accaduti a L’Aquila”. Questa è la scaletta degli interventi. Elio Sacco: Introduzione alla giornata di studio Marcello Zordan: Il terremoto dell’Aquila: lettura in chiave tecnica di un’esperienza vissuta in prima persona. Michele Saroli: Geologia del terremoto Giuseppe Modoni: Effetti di sito e problemi geotecnici Maura Imbimbo: Principi di ingegneria sismica Alessandro Rasulo: Adeguamento degli edifici esistenti in cemento armato. Raimondo Luciano: Adeguamento degli edifici esistenti in muratura. Giovanni de Marinis: Effetti del sisma sulle infrastrutture idrauliche e Conclusioni.

25 maggio 2009 0

Muore in casa, lo trovano dopo 20 giorni

Di redazione

Era morto da 20 giorni, ma nessuno se ne era accorto. Domenica i vigili del fuoco hanno forzato il portone di ingresso dell’appartamento di Casoli (Ch) e hanno trovato il corpo esanime di D.A.A. 57 anni del posto. Da tempo i vicini di casa non lo vedevano in giro. Ad insospettirli è stato il cattivo odore che proveniva dal suo alloggio. Hanno quindi chiesto l’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco che, una volta dentro, hanno capito che il cattivo odore proveniva dal corpo in decomposizione dell’uomo. L’intervento del medico legale, Melasecca, disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Lanciano, dottoressa Rosaria Vecchi, ha permesso di constatare che il decesso, risalente a circa 20 giorni fa, era da attribuirsi a cause naturali. La salma, al termine degli accertamenti, è stata restituita ai familiari.

25 maggio 2009 0

Gestione dei parcheggi a pagamento, nuovo bando di gara

Di redazione

“La nuova gestione del servizio di sosta a pagamento in città, in via di aggiudicazione, è il frutto di un bando ad evidenza europea approntato dall’Amministrazione Comunale nell’interesse della collettività e dell’occupazione. Infatti – spiega l’assessore alla Polizia Municipale e Parcheggi, Giulio Mastronardi – il bando che disciplina la nuova gestione del servizio, attraverso la previsione di restrizioni di tipo tecnico, è stato stilato seguendo due linee guida principali: l’abbassamento del costo del servizio per i cittadini ed il mantenimento dei livelli occupazionali. Pertanto, con la nuova gestione, i cittadini residenti nelle aree di sosta a pagamento potranno avere l’abbonamento mensile con 6 euro e quello annuale con 60 euro, mentre i cittadini residenti fuori dalle aree con sosta a pagamento potranno sottoscrivere gli stessi abbonamenti al costo, rispettivamente, di 8 euro e di 80 euro. I parcheggi coperti di piazza Garibaldi (FFSS) e via Di Biasio (Università), fruiti principalmente da pendolari e studenti, potranno essere utilizzati per tutta la giornata al costo di un solo euro. Inoltre i 35 giovani in servizio con la qualifica di ausiliario del traffico saranno tutti alle dipendenze della società affidataria. Com’è evidente si tratta di un risultato estremamente importante per la città e quindi per l’Amministrazione che è riuscita a sintetizzare le aspettative dei cittadini e del personale in servizio”.

25 maggio 2009 0

Da calciopoli al doping, un talk show sui valori dello sport

Di redazione

Il 26 giugno alle 21.30 presso piazza di Largo Turriziani, nel centro di Frosinone, si svolgerà “Il Valore dello sport”, un talk show condotto dal giornalista radiofonico Francesco Vergovich e fortemente voluto da Angelo Pizzutelli, assessore allo sport del capoluogo ciociaro. Molti saranno gli sportivi e non, presenti alla serata, che vedrà come protagonista il noto giornalista sportivo Franco Melli, mattatore delle più seguite trasmissioni sportive radiotelevisive, pronto a rispondere alle domande del pubblico presente. Un evento che pone al centro del dibattito la passione sportiva dei cittadini di Frosinone regalando loro una serata indimenticabile con i grandi dello sport. Tanti i temi che saranno toccati dall’evento: da Calciopoli al doping, dal calcio agli sport cosi detti “minori”. Tutto ciò sarà presentato con una conferenza stampa il prossimo 29 maggio alle 18.30 presso la Villa Comunale di Frosinone. Presenti alla conferenza l’Assessore allo sport del comune di Frosinone Angelo Pizzutelli, il conduttore radiofonico e dell’evento Francesco Vergovich e il giornalista sportivo Franco Melli.

25 maggio 2009 0

L’arresto per droga non giustifica il licenziamento

Di redazione

L’arresto per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti non è motivo valido per giustificare il licenziamento dal posto di lavoro. Lo ha stabilito in questi giorni il tribunale del lavoro di Cassino reintegrando nell’organigramma di una azienda dell’indotto Fiat, un 26enne di Cassino. A gennaio dello scorso anno, il giovane è stato arrestato dalla guardia di Finanza perché ritenuto coinvolto in una fitta rete spaccio di droga. Le perquisizioni riguardarono anche il posto di lavoro senza che, però, i finanzieri trovassero nulla. Per questa accusa è stato oggetto per sei mesi di misura cautelare di arresto ai domiciliari. Il suo datore di lavoro però, fin da subito, o ha licenziato sostenendo che le accuse mossegli facevano venir meno il rapporto fiduciario tra azienda e datore di lavoro. Un provvedimento che l’avvocato Raffaele Papa di Cassino, legale del 26enne, ha impugnato davanti al giudice del lavoro sostenendone l’illegittimità, facendo per altro richiesta di immediata reintegra. Contro questa iniziativa legale si è ovviamente schierato un folto gruppo di avvocati dell’azienda. In questi giorni il giudice del lavoro si è espresso a favore del lavoratore ordinandone l’immediato reintegro e il recupero degli stipendi pesi fino ad oggi.

25 maggio 2009 0

La cocaina nella cenere non sfugge al fiuto di Omex

Di redazione

Un nascondiglio ingegnoso per la cocaina, ma nulla sfugge al fiuto di un cane antidroga ben addestrato come Omex. Il pastore tedesco dell’unità cinofila dei carabinieri del comando di Chieti, è riuscito a trovare la droga che un 39enne di Lanciano (Ch) aveva nascosto in un vecchia stufa tra la cenere. Un nascondiglio perfetto per gli uomini ma non abbastanza per Omex. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Lanciano, nella notte tra sabato e domenica, hanno fermato due uomini del posto, un 21enne e un39enne. Poco prima i militari avevano notato che i due si erano passati qualcosa. La perquisizione personale e domiciliare ha permesso di trovare circa 50 grammi di hashish, due bilancini di precisione, altra attrezzatura e materiale per il confezionamento delle dosi. L’esperienza dei carabinieri consigliava loro di insistere nei controlli ritenendo che tutta quella attrezzatura potesse servire per lavorare un maggior quantitativo di stupefacente rispetto a quello trovato. Un sospetto che ha trovato fondatezza grazie all’intervento dell’unità cinofila. Quando il pastore tedesco ha annusato la stufa, ha segnalato al suo operatore la presenza dello stupefacente. E’ stato così arrestato Massimo Adriani. Poche ore prima, invece, un collega di Omex, Black, un esemplare di labrador sempre in servizio nei carabinieri, sempre a Lanciano, ha permesso di scovare 12,5 grammi di hashish. Il labrador ha “annusato” alcuni ragazzi al parco e, a casa di un 17enne che è finito agli arresti domiciliari, è stato trovato lo stupefacente.