Summit in procura per il covo dei barboni

6 maggio 2009 0 Di redazione

Si incontreranno questa mattina in procura a Cassino, carabinieri, vigili urbani, ispettori della Asl e lo stesso procuratore capo Mercone. La questione da affrontare è quella del gazebo dei barboni in via Garigliano a Cassino divenuto un nodo spinoso per via delle competenze su chi e come intervenure per bonificare l’area. Il gazebo, infatti, è stato confiscato al proprietario per cui bisogna definire l’attuale proprietà per stabilire quale ente intervenire per la bonifica. Per questo è stato anche chiamato in causa il tribuinale di Padova che, su richiesat della locale Dia, ha effettuato prima il sequestro e poi la confisca dell’immobile.