Ville e autorivendita sequestrate per abusivismo edilizio

2 maggio 2009 0 Di redazione

Una importante autorivendita e due lussuose ville sono state sequestrate dai carabinieri per abuso edilizio. Le strutture, sequestrate dai carabinieri di Aquino, sono di proprietà del figlio di un indagato per associazione mafiosa, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti aggravato in concorso, falsita’ ideologica. L’uomo, un 37enne, è stato denunciato per “interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire”. Un abuso edilizio insomma che ha fatto scattare i sigilli alle tre strutture realizzate su un’area di 13mila metri quadri, destinata ad uso agricolo e di proprietà del denunciato. L’autorivendita “Emmeauto s.r.l.” occupava circa 10 mila metri mentre sui restanti 3mila erano state costruite le due lussuose ville con piscina, dotate di garage, sistema di videosorveglianza ed apertura delle porte a combinazione alfa-numerica.