“Work in progress” per la 24esima edizione di Atina Jazz Festival

23 giugno 2009 0 Di redazione

Lo staff di Atina Jazz è, come si dice in questi casi, “work in progress”, e sta arricchendo man mano il progetto di eventi e concerti di respiro internazionale, che sicuramente rafforzano quella che è la vocazione turistica e culturale del nostro territorio. Inoltre, lo spazio dato anche gli artisti della nostra Provincia ed ai loro progetti musicali originali potranno testimoniare la ricchezza del nostro patrimonio musicale e del Festival stesso.
Oltre alle anteprime nei giorni 17, 18 e 19 luglio a Sora, saranno numerosi i concerti che si terranno nel centro storico di Atina, cuore della manifestazione, nei giorni dal 22 al 26 luglio. Infine, il Festival è diventato promotore del Concorso Nazionale “Jazz Contest”, insieme al prestigioso St. Louis College of Music di Roma, giunto alla sua II edizione e destinato a giovani artisti con progetti musicali originali in stile jazzistico, che sarà ospitato nella Villa Comunale di Cassino nei giorni 29, 30 e 31 luglio. Nella scorsa edizione 2008 il concorso ha avuto grande visibilità e ha permesso a molti musicisti di poter suonare in location prestigiose e ai vincitori di incidere un disco per l’etichetta “Jazz Collection”, avendo così la possibilità di affermarsi nel panorama artistico a livello nazionale. Infine, come evento di chiusura del Festival, il 1° agosto presso il Teatro Romano di Cassino, potremmo assistere al concerto “Un incontro in jazz” con Gino Paoli e alcuni tra i migliori jazzisti italiani.
La comunicazione legata ai vari concerti, al Concorso “Jazz Contest” e alle iniziative parallele sarà mirata a raggiungere più aree possibili, con l’obiettivo di coinvolgere il territorio in un circuito culturale e turistico attivo e ben riconoscibile. Lo scopo è di creare una rete fra istituzioni, comuni, enti e associazioni che abbiano tutte un minimo denominatore comune: la crescita culturale e musicale e la promozione di tutti gli slanci artistici delle nuove generazioni.
E poi ancora, Atina Jazz non è solo la programmazione ufficiale dei concerti: è anche la rassegna Jazz’n Street che vede protagoniste le formazioni musicali della Provincia, artisti che si esibiranno tra le strade e i vicoli del centro storico di Atina. Saranno veramente molti i gruppi coinvolti in questa edizione.
Da citare anche l’iniziativa Jazz e Vino, già collaudata lo scorso anno con la creazione di un’etichetta “Atina Jazz – Edizione limitata”.
E tante, tantissime altre ancora le iniziative in programma: mostre, seminari, masterclass e clinics con musicisti internazionali, incontri in jazz, concerti in vari club e locali, conferenze stampa, format radiofonici e televisivi dedicati alla musica, insomma…una lunga estate in jazz, che ci auguriamo possa portare al Festival un sempre più numeroso pubblico.