Giorno: 15 giugno 2009

15 giugno 2009 0

Una flotta aerea di 39 mezzi contro gli incendi boschivi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si apre oggi la campagna estiva antincendio boschivo della flotta aerea dello Stato coordinata dal Centro Operativo Aereo Unificato (C.O.A.U) del Dipartimento della Protezione Civile. La flotta si compone di 39 mezzi di cui 15 Canadair, 4 elicotteri Erickson S64 Air Crane, 8 Fire Boss, oltreché di ulteriori elicotteri di media o grande portata delle diverse componenti del sistema della Protezione Civile, dalla Marina Militare all’Esercito, dal Corpo Forestale dello Stato alle Capitanerie di Porto ed ai Vigili del Fuoco. Venti le basi di dislocazione dei vettori – dal Nord al Sud del Paese – che garantiscono una completa copertura del territorio nazionale, privilegiando il Centro-Sud che, in questo periodo dell’anno, fa registrare un’alta concentrazione del fenomeno degli incendi boschivi. La campagna estiva, che si concluderà il 30 settembre 2009, vede già operativi da questa mattina i Canadair e gli elicotteri del Dipartimento della Protezione Civile su nove roghi divampati tra Puglia, Calabria e Sardegna. Sei gli incendi già spenti o sotto controllo nelle province di Taranto, Bari, Cosenza, Oristano e Medio Campidano. Sugli incendi ancora attivi i mezzi aerei continueranno ad assicurare l’azione di spegnimento finché le condizioni di luce permetteranno ai piloti di lavorare in sicurezza. Nella giornata di ieri sono state cinque le richieste di concorso aereo pervenute al Dipartimento della Protezione Civile ed hanno interessato i territori delle province di Nuoro, Raggio Calabria, Ragusa e Taranto. Al tramonto di ieri, comunque, tutti i roghi risultavano spenti o sotto controllo.

15 giugno 2009 0

Cassino Calcio, via alla caccia delle giovani promesse

Di redazione

“Lavoreremo per un coinvolgimento dei migliori virgulti di questo territorio al fine di proporli nel panorama del calcio che conta, con la maglia della realtà calcistica della zona: il Cassino”. Con queste parole il tm della società azzurra, Alessandro Pescosolido, ha voluto riassumere il pensiero del presidente Murolo e del suo staff alla vigilia di due importanti raduni. Le leve del settore giovanile si terranno nelle giornate di Venerdì 19 Giugno (per le classi 92-93) e Sabato 14 (per quelle 94-95). Entrambi i raduni avranno inizio alle ore 16.00 presso lo stadio Salveti di Cassino. Tutte le società calcistiche del territorio proporranno i migliori 2-3 elementi per farli valutare da una commissione di esperti, composta, oltre dallo stesso tm Pescosolido, dal prof. Ernesto Verdone, già allenatore di successo.

15 giugno 2009 1

Caccia, Sospesa l’azienda faunistica di Castro dei Volsci

Di redazionecassino

Rivoluzione nel mondo venatorio ciociaro. La provincia di Frosinone – Assessorato Caccia e Pesca – applicando la cartografia regionale relativa ai parchi ha disposto la sospensione dell’azienda faunistica di Castro dei Volsci. La notizia viene diffusa dall’assessore Fabio Celletti, il quale sottolinea: “In questo modo siamo venuti incontro alle sollecitazioni dei cacciatori della zona, in particolare, dei centri di Ceprano, Pofi e San Giovanni Incarico”. “Per gli stessi motivi – aggiunge Celletti – si è provveduto alla riduzione dell’azienda faunistica di Pastena”. In pratica il Parco taglia in due l’azienda di Castro. E’ alla luce di ciò che  l’azienda è stata sospesa. “Per i provvedimenti intrapresi, si aprono – dice Celletti – speranze per l’ottenimento del permesso di apertura della costituenda azienda faunistica di Vallecorsa”. L’assessore, inoltre, lamenta che le ATC non risultano adempienti a termine di legge. “Nonostante le numerose sollecitazioni – conclude l’assessore Celletti – a tutt’oggi non hanno presentato il bilancio e il programma delle attività inerenti agli ultimi tre anni”.

15 giugno 2009 0

Elezioni, turno di ballottaggio per il presidente della Provincia

Di redazionecassino

Sono 13 le liste che sostengono il candidato presidente del centrosinistra  Gianfranco Schietroma  e 9 quelle di Antonello Iannarilli del Pdl.  Con queste forze i due candidati andranno domenica e lunedì alle urne per il turno di ballottaggio. Il Pdl corre da solo mentre Schietroma si è alleato con il Terzo Polo di Marzi, Formisano e Foglietta. Riparte così da oggi la campagna elettorale fino a  venerdi  sera. “Sono i giorni decisivi per vincere le elezioni provinciali e per questo motivo il PD sarà in campo con tutte le forze, per contribuire in maniera decisiva al successo di Gian Franco Schietroma”. Questo il commento  del segretario provinciale del PD e candidato Vice Presidente Mauro Buschini in vista del ballottaggio del 21 e 22 Giugno. “Stiamo continuando la nostra campagna elettorale improntata sulle proposte e sui contenuti. In questi ultimi giorni organizzeremo diverse iniziative per affrontare i temi salienti del nostro programma: lavoro, difesa dell’ambiente, innovazione tecnologica, turismo e cultura, ma soprattutto continueremo quel modello di campagna elettorale che ha dato ottimi risultati: il porta a porta ed il contatto diretto con i cittadini. Il centrosinistra, dopo l’accordo con il Terzo Polo, ha preso ancor più entusiasmo. L’apparentamento è stato possibile perché c’è stata un’intesa programmatica, un’unità di intenti di tutte le forze politiche: occorre investire su un nuovo modello di sviluppo, investendo sul turismo e sulle nuove tecnologie, per costruire il futuro della Provincia.”

15 giugno 2009 0

Schianto fatale sulla Monti Lepini, muore un 30enne

Di redazione

Era in sella al suo scooter quando, all’incrocio tra via Casilina e via Montilepini a Frosinone, si è scontrato con una Citroen. Un impatto violentissimo che lo ha scagliato sull’asfalto e, a causa del quale, ha riportato ferite gravissime in varie parti del corpo. Si tratta di Francesco Mattacola, 30 anni di Alatri che, questa mattina, ha perso la vita dopo il ricovero in ospedale a Frosinone. L’uomo era sposato e figlio di noti ristoratori. Tra qualche mese sarebbe diventato padre. Per lui inutili i soccorsi in ospedale dove è morto mentre i sanitari tentavano di salvargli la vita.

15 giugno 2009 0

Rischiano il lavoro e minacciano il suicidio

Di redazione

Disperato gesto di protesta di due operai che, questa mattina, difronte al pericolo di rimanere senza lavoro,sono saliti sul tetto della Sistemi Compositi di cui sono dipendenti in via Casiliana a Paliano (Fr) e stanno minacciando il suicidio se le istituzioni non dovessero interessarsi al problema. L’azienda in crisi non ha trovato un acquirente quindi è sull’orlo della chiusura. Dalle 10 di stamattina i due stnno protestando. Sul posto sono accorsi i mezzi di soccorso tra cui vigili del fuoco e ambulanza del 118.

15 giugno 2009 0

Le mura poligonali scomparse sotto la vegetazione

Di redazione

La storia dimenticata sotto spine, rovi ed erbacce. Sono le mura poligonali di Atina meta, ne giorni scorsi, di una passeggiata archeologica di alcuni ragazzi. Giunti sul posto, in località Santo Stefano, quasi non le trovavano coperte come erano dalla vegetazione spontanea. Di ritorno da quella passeggiata, alcuni del gruppo hanno scritto una lettera e l’hanno inviata alla redazione de Il Punto a Mezzogiorno: “Mentre nelle stanze della politica si decidono i fondi da destinare ai progetti dei Grandi Attrattori Culturali su tutto il territorio regionale, i cittadini si ritrovano, come sempre, a costatare lo stato di abbandono dei beni archeologici e monumentali dei loro comuni. Così, mentre assessori e sindaci si affrettano a sfoderare i migliori progetti, come scheletri negli armadi degli uffici, per approfittare degli ultimi fondi messi a disposizione dall’Assessorato dei Beni Culturali della Regione, capita che un gruppo di ragazzi organizza una passeggiata archeologica sulla collina di Santo Stefano, Comune di Atina, e con fatica riesce ad ammirare le mura poligonali, oggetto delle auspicate opere di riqualificazione, tante sono le erbacce e le spine che ostacolano il passaggio e la vista. Non è facile fare i conti con la storia, non è facile tenerla in vita e riuscire ad esserne orgogliosi, eppure sembra così facile, in alcuni ambienti, fare discorsi di conservazione, tutela, valorizzazione dei beni culturali, senza sapere nemmeno dove si trovano e in che stato vigono, ormai da anni. È il caso di Atina, uno dei comuni interessati al progetto regionale, che permetterà il miglioramento delle condizioni di fruibilità delle mura poligonali, essendo queste meravigliosamente conservate sul territorio della Collina di Santo Stefano e Valle Giordana, poco conosciute dai flussi turistici abituali, ma molto apprezzate dagli archeologi che le considerano opere di grande ingegneria urbanistica e militare, per un’epoca, IV e V sec. a.C., in cui i popoli vivevano di pastorizia e caccia, contando solo sulla benevolenza degli dei e sulla prosperità del terreno. Mura imponenti, megalitiche, mai vinte dagli attacchi romani, dalle guerre medievali, né da quelle moderne, sfiorate appena dalle scosse sismiche dell’ultimo secolo, eppure trascurate senza ritegno dalle amministrazioni pubbliche di oggi, che pretendono di fare cultura con i conti, senza voler mai davvero fare i conti con la cultura”.