Giorno: 19 giugno 2009

19 giugno 2009 0

Droga, confiscati beni per 130milioni. Tra questi la Figebo

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Confisca da 130 milioni di euro per beni acquistati con provento del traffico internazionale di stupefacenti. Tra questi beni figurerebbe anche il centro medico Figebo di Cassino. Le proprietà sequestrate lo scorso anno, e confiscate oggi, appartenevano ad un gruppo di uomini che si pensa siano collegati con la ‘ndrangheta calabrese. Nella Conferenza stampa di oggi alla quale hanno partecipato il procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo, il dirigente della sezione anticrimine della polizia di Roma Rosario Vitarelli e il capitano del Ros dei carabinieri Francesco De Lellis, sono stati dati i dettagli dell’esecuzione di un decreto emesso dalla sezione delle misure di prevenzione del tribunale capitolino. Gli immobili e le aziende la cui proprietà è passata allo Stato , sono dei generi più disparati. Si va dalle cliniche private a stabilimenti balneari, fino a ville e macchine lussuose. Tra queste, appunto il centro polispecialistico Figebo di Via Rossini di Cassino, noto per essere tra i più attrezzati della provincia di Frosinone. Le aziende rimarranno tutte funzionanti ed affidate ad un curatore giudiziario. Tutti i proventi di tali centri ora confluiranno nelle casse dello Stato. Dal centro medico Figebo di Cassino nessun commento; chi parla dice che la notizia, a loro, non è stata comunicata.

19 giugno 2009 0

Cambia il vescovo: mons. Iannelli sostituisce mons. Brandolini

Di redazione

Cambio al vertice della diocesi di Sora, Aquino, Pontecorvo. Monsignor Filippo Iannone è il nuovo vescovo e sostituisce monsignor Luca Brandolini che ha raggiunto i limiti di età per il pensionamento. Mons. Iannone, nato il 13 dicembre 1957, lascia la carica di vescovo ausiliare di Napoli. Ha studiato teologia alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, dove ha conseguito il Baccalaureato in Teologia e, in seguito, alla Pontificia Università Lateranense, presso la quale ha ottenuto il Dottorato in Utroque Iure. Da Vescovo Ausiliare di Napoli ha collaborando con i cardinali Giordano e Sepe. Al neo Vescovo sono giunti gli auguri dell’assessore regionale Francesco Scalia che in una lettera scrive: “Desidero esprimere all’eletto le mie più profonde felicitazioni e i migliori auguri per la sua missione alla guida della Diocesi, e per un’intensa e proficua attività pastorale. Colgo l’occasione per presentare a S.Ecc. Mons. Luca Brandolini, Vescovo emerito, il ringraziamento sincero per la paternità esercitata”.

19 giugno 2009 0

Sospesa attività di bar perchè locale “malfrequentato”

Di redazione

Sette giorni di sospensione dell’esercizio pubblico perché era divenuto un luogo di ritrovo di pregiudicati. Questo è il provvedimento preso ai danni di un bar di Aquino dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo. Attraverso attività info investigative i militari hanno accertato che l’attività comemrciale era diventato normale luogo di ritrovo di personaggi noti alle forze dell’ordine perché ritenuti pericolosi per la collettività. Per questo la questura di Frosinone ha emesso un’oirdinanza di sospensione per sette giorni.

19 giugno 2009 0

Il Cassino deferito dalla Figc per inadempienze

Di redazionecassino

CASSINO – Deferimento  del Cassino calcio da parte della Figc. Il Procuratore Federale della Figc, a seguito di segnalazioni della CO.VI.SO.C., ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale per la violazione dell’art. 85 lettera B) paragrafo IV) della N.O.I.F. in relazione all’art. 8, comma 5, del C.G.S. Verdone Domenico, Amministratore Unico e legale rappresentante della S.S. Cassino, per la mancata attestazione agli Organi Federali competenti del pagamento degli emolumenti dovuti per la mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2008 nei termini stabiliti dalle disposizioni federali; per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.: e  la Società S.S. CASSINO  a titolo di responsabilità diretta per le violazioni disciplinari ascritte al proprio legale  rappresentante. La  società presenterà opposizione al deferimento attraverso l’avv. Edoardo Chiacchio.

19 giugno 2009 0

Scalia: “La situazione della Videocon di Anagni (Fr) non mi convince”

Di redazione

Rubrica aperta ai commenti (legittimi) dei lettori L’assessore regionale del Lazio Francesco Scalia preoccupato per la vicenda della Videocon di Anagni. “L’evoluzione della vicenda Videocon – Scrive Scalia – desta qualche perplessità e molta preoccupazione. In questi mesi sono stati presentati al Ministero delle attività produttive quattro progetti industriali incentrati sulla produzione di fotovoltaico. Uno di questi era stato promosso dalla Provincia di Frosinone e dalla Regione Lazio. Si tratta di progetti che avrebbero garantito una riconversione vera del sito di Anagni, coerente con le capacità professionali del personale lì impiegato, ed una produzione ad altissimo contenuto di innovazione tecnologica, in un settore in grandissima espansione e che ancora non conosce una presenza industriale in Italia. Ebbene, di fronte a tutto ciò, la proprietà indiana ha scelto di cedere il sito industriale ad un consorzio di imprese attivo nel settore del tessile. Aspettiamo di conoscere il piano industriale per esprimere un giudizio compiuto. Sia consentita, intanto, una sola considerazione. Il tessile in Italia sta attraversando una profonda crisi, anche per la concorrenza con realtà produttive di alcuni paesi (Cina, India), nei quali vengono praticati costi della mano d’opera notevolmente inferiori a quelli italiani e che hanno minori garanzie sotto il profilo della tutela dell’ambiente e del lavoro. Immaginare di produrre pelletteria in Italia ed esportarla in India mi sembrerebbe, a primo acchito, un controsenso. E comunque: la proprietà indiana e il consorzio consegnino immediatamente il piano industriale alle istituzioni territoriali ed al sindacato. Invito tutti – conclude l’assessore regionale del Lazio – a vigilare con attenzione; in particolare il Governo nazionale, che con la proprietà indiana ha stipulato un contratto di programma dalla stessa non rispettato e che in questo anno si è fatto notare solo per la sua assenza. Non si può giocare sulla pelle di mille e quattrocento famiglie e sulle prospettive di sviluppo di un territorio”.

19 giugno 2009 0

Leggono manifesti nonostante ciechi, il consulente dice che è possibile

Di redazione

Camminavano per strada da soli e si fermavano anche a leggere i manifesti pubblicitari. Sembra un fatto assolutamente normale se le persone in questione non fossero ciechi totali e per questo beneficiari di pensione, accompagnamento e vari benefici fiscali. Alcune segnalazion i avevano innescato una indagine da parte delal guirdia di finanza di Cassino che riguardava principlamente due persone. I due erano classificati come non vedenti però, ciò nonostante, riuscivano ad andare in giro senza che nessuno li accompagnasse e da appostamenti e pedinamenti delle fiamme gialle, risultava anche che almeno uno si fermasse regolarmente davanti ai cartelloni pubblicitari leggendone i messaggi. L’indagine è durata diversi mesi e quando le risultanze sono giunte in procura a Cassino, sembrava fosse giunta l’ora di fare giustizia. Il sostituto procuratore Carla Canaia che indagava sul caso, ha nominato un consulente scegliendo ovviamente un nome fuori zona. Ebbene, all’esito della consulenza, la sorpresa. Il medico incaricato dalla procura avrebbe dimostrato che, nonostante fossero classificati come ciechi totali, i due potrebbero aver conservato un capacità visiva che comunque rientrerebbe nei parametri tecnici per percepire le varie pensioni come se fossero non vedenti completi. Dinnanzi a questa spiegazione, la procura non ha potuto far altro che chiedere l’archiviazione del caso. Per questo, se vi capitasse di vedere un ceco che legge l’orologio o che guarda il fondoschiena ad una donna, non meravigliatevi.

19 giugno 2009 0

I vantaggi dei P.O.R. illustrati in un seminario

Di redazione

Un seminario, organizzato da confindustria Frosinone, per meglio capire i benefici dei Por. Il Programma Operativo Regionale (POR) Lazio, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito dell’obiettivo comunitario “Competitività regionale e occupazione”, come è noto, è il documento di programmazione pluriennale, articolato secondo le priorità strategiche e gli obiettivi che la Regione intende perseguire nel periodo 2007-2013. Attraverso il POR la Regione Lazio dispone di ingenti risorse comunitarie, nazionali e regionali che utilizza per favorire la crescita sostenibile del territorio. Attualmente i bandi aperti per le PMI riguardano: Progetti di Ricerca Sviluppo Innovazione Acquisizioni di servizi avanzati Promozione di prodotti e processi rispettosi dell’ambiente Promozione dell’efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili; Progetti di efficienza e l’ecosostenibilità del Sistema/Filiera produttiva regionale della carta Progetti di nuovi materiali per il Sistema/ Filiera produttiva regionale della nautica Filiera produttiva regionale Audiovisivo Al fine di illustrare alle Imprese tutte le opportunità derivanti da tali misure, Confindustria Frosinone ha organizzato un seminario tecnico-operativo per martedì 23 giugno 2009, presso la sede di via del Plebiscito 15, Frosinone, al quale interverranno l’Ing. Igino Bergamini Direttore Direzione Attività Produttive della Regione Lazio, il Dott. Luigi Morlacchetti, Responsabile Incentivi Regionali Sviluppo Lazio S.p.A. ed il Dott. Renato Savini, Responsabile Area Finanza di Impresa Filas S.p.A.

19 giugno 2009 0

Cerimonia per carabiniere ucciso dalla mafia

Di redazionecassino

Si terrà giovedì 25 giugno con inizio alle ore 17.00 a Caira, frazione di Cassino in piazza Marino Fardelli, la commemorazione del Carabiniere Marino Fardelli nell’occasione del 46° Anniversario della Strage di Ciaculli dove persero la vita nella periferia di Palermo 7 tra militari, carabinieri e agenti di polizia in quella che fu definita la prima Strage di Mafia perpetrata nei confronti delle Forze dell’Ordine. I familiari del carabiniere Marino Fardelli hanno messo in campo una macchina organizzatrice di notevole portata coinvolgendo sia le Istituzioni, sia le Forze dell’Ordine, la Prefettura e le massime autorità cittadine e novità assoluta è la partecipazione dei bambini della 5a classe della Scuola di Caira, grazie alla preziosa collaborazione intrapresa con la Direzione Didattica del II Circolo di Cassino. L’evento, patrocinato dal Comune di Cassino e dal Comune di Palermo, dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e da ANCI Giovane (Associazione Giovani Amministratori Locali), vedrà la partecipazione del Sindaco di Cassino Bruno Scittarelli, dal Procuratore Capo di Cassino Mario Mercone, dal Prefetto di Frosinone Piero Cesari e la partecipazione del Vice Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati On.le Francesco Saverio Garofani. Al termine degli interventi saranno consegnate 5 Borse di Studio agli studenti della 5a Elementare di Caira che meglio si sono distinti per il lavoro dal titolo “La figura del Carabiniere. Il sacrificio di Marino Fardelli” dopo che le insegnanti coordinate dalla referente Maria Dragonetti hanno dedicato una unità didattica proprio per l’avvenimento. Il Presidente della Repubblica ha voluto testimoniare la propria vicinanza ai familiari e per l’occasione ha donato agli organizzatori una Medaglia commemorativa  che verrà consegnata al vincitore del concorso. Nei giorni scorsi sono giunti anche i patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa e della Regione Lazio. Nella cornice commemorativa anche Poste Italiane, grazie alla sensibilità dimostrata dal Presidente Giovanni Ialongo, originario di Pico, ha voluto testimoniare il proprio contributo atto proprio a voler commemorare degnamente il sacrificio di valorosi eroi di una strage dimenticata per tanti anni, realizzando per l’occasione un annullo filatelico speciale figurato che riproduce con scritte e immagini il tema della manifestazione. Sempre i familiari entro l’anno corrente daranno vita ad un volume in ricordo con foto, testimonianze e ricordi strappati ai diversi concittadini di Caira e che raccoglierà anche i contributi delle Autorità intervenute alla manifestazione commemorativa. Lo scorso anno presso il luogo dove 46 anni fa si perpetrò il tragico evento, una delegazione di familiari  intervenne alla commemorazione che ogni anno si svolge a Palermo alla presenza delle alte cariche istituzionali, militari, politiche e religiose. I familiari con questa iniziativa, dopo quella dello scorso anno organizzata dal Comune di Cassino grazie alla sensibilità del Sindaco e dell’Ufficio di Gabinetto, intende così rendere omaggio e a perenne memoria, un proprio congiunto sempre ricordato con affetto dai cittadini di Caira

19 giugno 2009 0

Week end all’insegna del maltempo

Di redazione

Temporali, raffiche di vento e significativa diminuzione delle temperature, questo lo scenario previsto per il fine settimana sulle nostre regioni settentrionali e centrali che, da domani, venerdì 18 giugno, saranno progressivamente interessate da una perturbazione di origine atlantica. L’area di alta pressione attualmente presente su gran parte dell’Italia, domani pomeriggio lascerà il passo a rovesci e temporali, anche forti, sulle regioni del nord, specie sui settori alpini e prealpini e sul Triveneto. Sulla base dei modelli disponibili ed alla luce del previsto peggioramento del tempo, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche per i temporali che sono attesi particolarmente intensi sul quadrante nord orientale del Paese, con possibili grandinate, venti forti ed attività elettrica. Sempre nella giornata di domani ,ed in particolare nel corso delle ore pomeridiane, i temporali potranno interessare anche l’Appennino centro-meridionale. La riduzione dell’irraggiamento solare e l’influsso delle correnti atlantiche, favoriranno un abbassamento delle temperature al nord, mentre rimarranno pressoché invariate sulle altre regioni. Nel fine settimana la perturbazione si approfondirà sull’area del Mediterraneo centrale ed in particolare nella giornata di sabato le precipitazioni – localmente anche intense – continueranno ad interessare le regioni settentrionali, anche con nevicate sui rilievi alpini e prealpini a quote superiori ai 2.000 metri; le piogge si estenderanno successivamente anche alle regioni centrali. Si registrerà un’ulteriore diminuzione delle temperature al nord che saranno in lieve flessione anche al centro. I venti tenderanno a divenire forti in particolare sul Golfo di Trieste e sulla Sardegna. La giornata di domenica 21 giugno, infine, sarà caratterizzata ancora da instabilità al nord, sebbene i fenomeni saranno in attenuazione, ma andrà ad interessare anche le regioni meridionali. Al centro le precipitazioni assumeranno carattere temporalesco, con temperature in marcato calo ovunque, una diminuzione che le porterà anche a 10 °C sotto le medie del periodo; venti forti al centro-nord e mari molto mossi o agitati. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, nonché mediante la pubblicazione quotidiana sul proprio sito –www.protezionecivile.it – dei bollettini di vigilanza meteorologica nazionale e l’eventuale emissione di avvisi di avverse condizioni meteorologiche, fornendo tutti gli aggiornamenti che si renderanno, con il passare delle ore, disponibili.

19 giugno 2009 0

Spasimante troppo “caliente”, 19enne denunciata per stalking

Di redazione

Per quasi un anno una 19enne di Bussi sul Tirino perseguita un impiegato, celibe, di 30 anni del luogo. La ragazza, forse innamorata follemente, ha iniziato già nel mese di luglio 2008 con semplici avances nei confronti dell’uomo, il quale però non ha mai inteso allacciare una relazione sentimentale con lei. Questo rifiuto probabilmente ha acuito in maniera incontrollabile l’interesse della giovane donna, la quale dalle iniziali manifestazioni di simpatia e di attrazione, col passare del tempo si spingeva verso una vera e propria persecuzione rendendo alla vittima la vita difficile. La ragazza, Infatti, è accusata di aver a lungo tempestato l’uomo di telefonate e SMS ingiuriose, minacciose ed anche a sfondo erotico. Costretto a cambiare utenza telefonica al proprio cellulare, ha continuato a telefonargli a casa a qualsiasi ora del giorno e della notte con il conseguente coinvolgimento – nella spiacevole situazione – anche dei familiari dell’uomo; riprendeva quindi a chiamarlo e ad inviargli messaggi sul cellulare non appena riusciva a venire a conoscenza del nuovo numero. Non rassegnata alla ferma indisponibilità dell’uomo, ha proseguito i suoi atti persecutori addirittura graffiandogli l’autovettura e con altri atteggiamenti che oltre ad esasperarlo, lo inducevano a temere che la ragazza potesse giungere anche a qualcosa di più grave. Inutili anche gli interventi bonari dei Carabinieri e dei familiari. L’impiegato si vedeva così costretto a denunciare il tutto alla locale stazione carabinieri. I militari, coordinati dal colonnello Alaia e diretti sul campo dal capitano Lamusta, compiute le necessarie indagini, hanno riferito alla Procura della Repubblica di Pescara le risultanze, sulla base delle quali il P.M. ha richiesto ed ottenuto dal GIP l’ordinanza che vietava alla ragazza di avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’uomo e di comunicare con questi in qualunque modo e forma. La donna nei prossimi giorni verrà interrogata dal GIP.