Giorno: 24 giugno 2009

24 giugno 2009 2

Abbiamo superato i 1000 contatti quotidiani

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La spedizione dei mille L’8per mille Mille lire Mille miglia Mille giorni di te e di me Mille e una notte Uno su mille ce la fa Mille papaveri rossi Anno mille Mille domande Mille parole Mille risposte Mille idee Mille 1000 Mille volte Mille grazie A tutti voi, con orgoglio. La redazione

24 giugno 2009 0

Cade dalla finestra mentre attacca le tende

Di redazione

E’ in gravissime condizioni un uomo di 56anni caduto, oggi, mentre fissava le tende da sole alla finestra di casa. L’incidente è accaduto Colfelice e l’uomo è stato ricoverato in gravissime condizioni al San Camillo di Roma. Il 56enne nel primo pomeriggio di oggi, si stava dedicando ai lavori domestici quando ha perso l’equilibrio ed è volato già dalla finestra facendo un volo di circa 4 metri. Immediati i soccorsi del 118 di Frosinone ma poi è stato necessario trasferirlo a Roma. Sul posto so intervenuti i carabinieri della compagnia di Pontecorvo.

24 giugno 2009 0

Controlli a tappeto sulla rete autostradale

Di redazione

Mattina di controlli oggi sul tratto di autostrada di competenza della polizia stradale della sottosezione A1 di Cassino. Gli agenti alle dipendenze del sostituto commissario Italo Acciaioli hanno proceduto al controllo di 63 veicoli di cui 23 commerciali identificando 45 persone. Nel corso del servizio sono state elevate 12 contravvenzioni e decurtato 40 punti dalle patenti. Inoltre, sono state identificate 5 persone pluripregiudicate di origini Napoletane, all’interno delle Aree di Servizio Casilina Est ed Ovest site alla progressiva chilometrica 659,64, territorio del comune di Castrocielo (FR). I cinque, risultati privi di qualsiasi mezzo di trasportio non hanno saputo giustificare la loro presenza in quella localita’, pertanto sono stati accompagnati presso gli Uffici della Sottosezione per piu’ approfonditi accertamenti. Per D.N classe 1959 Napoli, C.M. classe 1974 Napoli e A.D classe 1965 Napoli, è risultato che erano destinatari di provvedimento di divieto di ritorno del comune di Castrocielo anni 3 provvedimento emesso dal Questore di Frosinone. Mentre per C.E. classe 1954 e V.U classe 1965 entrambi di Napoli sono stati rimpatriati nel comune di residenza con F.V.O. A.D. e D.N. sono stati inoltre contravvenzionati per vendita abusiva senza autorizzazione, la merce costituita da calze da uomo è stata sottoposta a sequestro. Nel pomeriggio è stata recuperata un’autovettura, risultata compendio furto avvenuto in mattinata in Pontecorvo.

24 giugno 2009 0

Stalking a moglie e suoceri, arrestato 37enne

Di redazione

Ingiurie, minacce e percosse, questo era rimasto di un matrimonio finito, evidentemente male. La coppia, ormai era in fase di separazione ma lui non accettava questa decisinone, ecco perché, più volte, si è trovato davanti casa della moglie minacciandola ed aggredendo non solo lei ma anche i genitori. Si tratta di un uomo di 37 anni di Castrocielo (Fr) che per oltre un anno si è accanito con minacce, ingiurie e vilenze contro la donna e i familiari a tal punto che, in più occasioni, sono dovuti intervenire i carabinieri per ricondurlo alla ragione. Oggi l’ennesimo episodio, Il 37enne si è avventato contro la suocera picchiandola e procurandole anche alcune ferite. I carabinieri, prontamente intervenuti lo hanno fermato ed arrestato con l’accusa di “stalking”. Un primato provinciale per i militari della compagnia di Pontecorvo agli ordini del capitano Pierfrancesco Di Carlo e del tenete Vincenza Sannino, coordinati sul campo dal maresciallo della stazione di Aquino Santino Messore, quello di oggi infatti è il primo arresto per stalking nella provincia di Frosinone. Ermanno Amedei

24 giugno 2009 2

Ferentino “si fa” documentario

Di redazione

Domenica 28 giugno 2009 a Ferentino l’Istituto di storia e di arte del Lazio meridionale e l’Associazione culturale Ciociaria storica, in collaborazione con la Pro Loco di Ferentino e la Regione Lazio, alle ore 17 presentano il documentario “Ferentino”, proiettato all’interno di palazzo Giorgi Roffi Isabelli. Il filmato illustra Ferentino dal punto di vista monumentale e territoriale ed è stato concepito con un’ottica particolare: la città di Ferentino, pur appartenendo all’area ernica, ha avuto una secolare consuetudine coi paesi dei Lepini perché è stata sede diocesana che ha avuto su questi monti tutti i paesi appartenenti alla circoscrizione ecclesiastica. Il video mostra la città nella sua posizione, con le sue caratteristiche paesaggistiche ed ambientali; inoltre vengono messi in evidenza i molti monumenti cittadini che la distinguono fra le molte città italiane di provincia. Ad accompagnare il documentario ci saranno gli interventi di Tommaso Cecilia, Gioacchino Giammaria e Pio Roffi Isabelli. Naturalmente non mancheranno le visite guidate al Palazzo a cura del Centro Guide Cicerone e, nel pomeriggio, le note di alcuni musicisti, “mostri sacri” delle sei corde, ospiti del 7° Festival Internazionale della Chitarra Classica. L’iniziativa si svolge nell’ambito di “Invito a palazzo Giorgi Roffi Isabelli”, in programma ogni 4° domenica del mese, che in questa occasione prevede anche una visita all’acropoli di Ferentino, tra le mura megalitiche più imponenti con quelle di Alatri e Arpino. Programma: – ore 10-13 e 16-19 apertura Palazzo Giorgi Roffi Isabelli. Visita guidata a cura del Centro Guide Cicerone. – ore 17 presso palazzo Giorgi Roffi Isabelli proiezione del documentario “Ferentino” con interventi di Tommaso Cecilia, Gioacchino Giammaria e Pio Roffi Isabelli

24 giugno 2009 0

Domenica si corre la maratonina di Cassino

Di redazionecassino

CASSINO – E’ in programma domenica mattina, con partenza alle 9,30, la Maratonina di Cassino “Corriamo intorno  all’Abbazia” su un percorso pianeggiante di dieci km. Alla manifestazione  sono collegate la gara podistica interregionale non competitiva dedicata ai ragazzi down e la corsa  Master delle regioni. Per la maratonina saranno in gara i migliori atleti italiani e stranieri e sicuramente saranno i marocchini a contendersi il podio come l’anno scorso. Nel 2008 fu il marocchino Lamachi  con il tempo di 29’51’’ a tagliare per primo il traguardo al corso della repubblica  e nella gara femminile s’impose  Soufyane Laila, anche lei marocchina, con il tempo di 37’. La partenza e l’arrivo presso il centro commerciale Panorama dopo un giro lungo le strade cittadine e la casilina sud. La manifestazione è organizzata dall’associazione Aprocis in collaborazione con enti locali e sponsor. Hanno aderito le associazioni di volontariato che operano a favore  dei disabili. Il ricavato dell’iscrizione alle gare sarà devoluto all’associazione italiana persone down (Aipd).

24 giugno 2009 0

Guardia di Finanza, risultati lusinghieri in 5 mesi di attività

Di redazione

In occasione del 235à anniversario del corpo, La guardia di Finanza di Frosinone ha reso pubblico un consuntivo relativo ai primi 5 mesi del 2009. Risultati importati che spaziono a 360 gradi. Nel comparto delle imposte dirette ed indirette, costituente il principale compito affidato al Corpo, l’attività si è concretizzata nello svolgimento di circa 500 verifiche fiscali, con l’accertamento di violazioni all’Imposta sul Valore Aggiunto per oltre 50 milioni di euro e la segnalazione ai competenti Uffici, per il recupero a tassazione, di circa 150 milioni di euro. Grande impegno è stato, ovviamente, profuso nell’attività finalizzata al contrasto della cosiddetta economia sommersa, costituita dall’insieme di quelle attività economiche non rilevate dalle statistiche ufficiali, nonché alla ricerca degli evasori totali, ossia di quei soggetti completamente sconosciuti al fisco, o paratotali, intendendo con quest’ultimo termine coloro che hanno occultato all’erario non meno del 50% dei propri redditi. Nel corso del periodo gennaio/maggio del 2009 ne sono stati già scovati 40 tra totali e paratotali, recuperando a tassazione nei loro confronti imponibile per circa 100 milioni di euro e accertando violazioni all’IVA per circa 25 milioni di euro. 48 sono invece le persone denunziate all’Autorità Giudiziaria per reati tributari, con particolare riferimento a quelli relativi alle false fatturazioni, spesso prodromici ad altri ben più gravi come il riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite. Massiccio l’impegno anche nel settore dei controlli strumentali, preliminari ad un corretto assolvimento da parte di alcuni contribuenti dei propri obblighi fiscali, con circa 5.000 controlli eseguiti tra scontrini, ricevute fiscali e controlli alle merci viaggianti su strada, con la constatazione di 300 violazioni per mancata emissione del documento fiscale. Nell’ambito della vigilanza per il rispetto della vigente normativa valutaria afferente la circolazione dei capitali, al fine di prevenire forme di riciclaggio, sono stati controllati 9 soggetti tutti verbalizzati e segnalati all’A.G. competente per aver posto in essere operazioni illecite di carattere penale per un valore complessivo di circa 500.000 euro. In tale contesto, costante è stata anche l’azione profusa dalla Guardia di Finanza ciociara al contrasto della criminalità organizzata, allo scopo di prevenire e reprimere eventuali fenomeni di infiltrazione malavitosa nel tessuto economico locale. L’attività di contrasto è stata oggetto, nel corso del periodo in esame, di significativi riscontri operativi concretizzatesi nel sequestro, nei confronti di esponenti ed affiliati alla criminalità organizzata campana con interessi nel territorio della ciociaria, di nr.111 immobili, circa 30 società, nonché centinaia di conti correnti, depositi e libretti bancari oltre a 30 autovetture di lusso, per un valore stimato vicino ai 130 milioni di euro. L’azione di servizio effettuata ha permesso, inoltre, di assicurare all’Autorità Giudiziaria diversi soggetti appartenenti o, comunque, collusi con la camorra. L’attività in materia di tutela del bilancio nazionale, inoltre, ha consentito di segnalare agli Organi che li avevano in precedenza erogati, per il successivo recupero, finanziamenti o contributi non dovuti per circa 130.000 di euro e la denunzia all’Autorità Giudiziaria di 3 persone. Ha permesso, infine, di soddisfare le esigenze istruttorie della magistratura contabile in nr. 9 procedimenti finalizzati all’accertamento di danni erariali per dolo o colpa grave di pubblici funzionari e amministratori per circa 4.500.000 euro. Nel settore degli oli minerali sono stati sottoposti a minuzioso controllo 34 impianti tra distributori stradali e depositi di carburante accertando violazioni alle specifiche imposte, nonché il sequestro di litri 263.495 di gasolio, di litri 35.000 di G.P.L. e litri 3.918 di olio lubrificante, nonché il sequestro di 88 serbatoi atti a contenere tali prodotti ed un appezzamento di terreno adibito a deposito, con la conseguente denunzia all’Autorità Giudiziaria di nr. 5 persone. Nello stesso settore di servizio, le Fiamme Gialle di Frosinone hanno concluso una delle più rilevanti operazioni di servizio mai svolte in Italia che ha consentito il sequestro di nr. 126 serbatoi e nr. 4 depositi di oli minerali per una capacità di stoccaggio pari a 2.072.490 litri. Intenso anche il contributo della Guardia di Finanza in tutti i settori di servizio extratributari, primo fra tutti quello alla lotta al traffico di sostanze stupefacenti, con all’attivo decine di operazioni da cui è derivato il sequestro di diverse dosi di sostanze stupefacenti tra pesanti e leggere denunziando all’Autorità Giudiziaria nr.13 soggetti, di cui 10 in stato di arresto. Nel settore della pirateria audiovisiva ed informatica sono stati sequestrati centinaia tra supporti musicali e supporti informatici, denunziando 3 persone alla Magistratura per violazioni alle leggi sui diritti d’autore. Nel comparto della contraffazione dei marchi d’impresa sono stati sequestrati oltre 13.000 articoli contraffatti con la denunzia all’A.G. dei responsabili di cui uno tratto in arresto. Nel settore dei giochi ed utilizzo di apparecchi videogiochi da intrattenimento, nel corso del periodo in esame sono stati sottoposti a sequestro nr. 18 congegni da gioco non conformi alle vigenti leggi che regolano la materia, con il deferimento all’A.G. di due soggetti. L’attività di prevenzione e di repressione delle violazioni al codice della strada ha portato alla constatazione di oltre 120 infrazioni e circa 10.000 euro di sanzioni amministrative riscosse. Particolarmente importante, altresì, l’attività svolta, in concorso con le altre Forze di Polizia, per il controllo del territorio effettuato soprattutto attraverso le pattuglie operanti nell’ambito del dispositivo di pubblica utilità “117”, costantemente presenti nell’arco delle 24 ore nel territorio provinciale. Da ultimo, ma non certo per importanza, il contributo del Corpo a difesa dell’ambiente che si è concretizzato con il sequestro di due discariche abusive, nonché la conseguente denunzia all’A.G. di un soggetto responsabile. Nel settore del sommerso di lavoro, il quotidiano controllo del territorio ha consentito alle Fiamme Gialle la scoperta di 28 aziende irregolari alla normativa sul lavoro, operanti in svariati settori dell’economia della provincia di Frosinone, con la segnalazione agli Enti competenti di 50 lavoratori irregolari e 60 completamente in nero.

24 giugno 2009 0

Minacce e calunnie a carabiniere, assolta la Bellini

Di redazione

Era finita sotto processo perché accusata da un maresciallo dei carabinieri per minaccia e calunnia; dopo nove anni è stata assolta con formula piena. Si tratta di Lucia Bellini, presiuedente dell’assiciazione Samantha di Aquino (Fr). Tra la donna e il militare c’era stato un accesio diverbio nel 2000 nel corso di un controllo fatto dai carabinieri in un parco giochi gestito dall’associazione. Da lì il militare, nel corso del processo si era costiutuito anche come parte civile. In questi giorni, la Bellini, assistita dall’avvocato Agngela Caprio, è stata assolta con la formula de: il fatto non costituisce reato.

24 giugno 2009 0

Spacciatori di morte, scattano le manette

Di redazione

Hanno seguito la scia di morte e sono arrivati ad arrestare due presunti spacciatori di kobrette. Sono gli agenti del commissariato di polizia di Cassino che, questa notte, hanno tratto in arresto due fratelli di Cervaro, Marco D. M. 21 anni e Manuel D. M. di 23 anni. Le indagini sono iniziate in seguito al decesso al decesso del giovane Tommaso Martini di 16 anni trovato morto nella sua camera a Cervaro il pomeriggio dell’11 maggio. Il giovanissimo sembra essere stato ucciso da una dose letale di droga. Le indagini svolte dagli agenti della squadra investigativa del commissariato di Cassino agli ordini del sostituto commissario Crescenzo Pittiglio, coordinati dal vice questore Gianfranco Simeone, avrebbero fatto ipotizzare che a cedere la dose letale siano stati i due fratelli. Stanotte è scattato il blitz nell’abitazione cervarese dei due. Nel corso della perquisizione domiciliare, gli agenti hanno trovato, occultati in una scatola, 15 dosi di Kobrette e una di eroina. Sono quindi scattate le manette per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti ma si sta anche analizzando la droga per stabilire se si tratta dello stesso tipo che potrebbe aver ucciso il 16enne. I due al momento sono stati arrestati e, domani incontreranno il sostituto procuratore di Cassino Antonio Verdi per l’interrogatorio di convalida. Intanto però continuano le indagini a Cervaro. Pare che altri giovani consumatori e spacciatori siano nel mirino degli investigatori. Ermanno Amedei

24 giugno 2009 0

Volano giù in un burrone, salvi per miracolo

Di redazione

Sono vivi per miracolo dopo un volo di 15metri. Si tratta di due giovani della provincia di Frosinone che, questa notte all’1.30 circa, sono volati in un burrone. La loro auto, una Renault Megane, per cause al vaglio dei carabinieri di Pontecorvo, è uscita di strada in via Casilina a Ceprano poco dopo il ponte che attraversa il fiume Liri. Se fosse accaduto prima, i due sarebbero finiti nel corso d’acqua. Non gli è andata però meglio dato che la vettura, è finita in un dirupo profondissimo e si è fermata grazie alla vegetazione dopo un volo di 15 metri. I vigili del fuoco e gli operatori del 118 sono arrivati sul posto e con una gru hanno ibragato l’auto per evitare che continuasse a cadere. Poi i pompieri hanno iniziato a segare le lamiere per liberare i due giovani. Trattti in salvo sono stati trasportati in ospedale a Frosinone. Er. Am.