Giorno: 26 giugno 2009

26 giugno 2009 0

Nascondeva la droga in camera. Arrestato

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Supino, i militari della Compagnia di Frosinone hanno arrestato Massimiliano Caperna, 27enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione domiciliare, all’interno di un’intercapedine che celava un passaggio per l’accesso ad un vano, sono stati rinvenuti e sequestrati 4 panetti di sostanza stupefacente del tipo hascisc del peso complessivo di grammi 110,2, un bilancino di precisione e materiale utilizzato per il taglio e confezionamento.

26 giugno 2009 0

Una legge regionale istituisce il Centro di accesso unico alla disabilità

Di redazionecassino1

Finalmente uno sportello unico sulle disabilità. E’ quanto prevede la nuova legge regionale (L. 27 febbraio 2009 n. 2) che regolamenterà l’accesso ai servizi pubblici per le persone disabili. La nuova normativa prevede, infatti, l’istituzione, presso i comuni, del Centro d’assistenza unificato per la disabilità (CAUD). Lo scopo principale è di seguire per tutta la vita, attraverso il coinvolgimento delle famiglie, le persone disabili, superando quella visione caritatevole e assistenzialistica che da sempre le accompagna, sostituendola con più diritti, più tutele e più garanzia dei servizi. Il CAUD, dovrà orientare e aiutare le persone disabili e le famiglie sui diritti alle prestazioni socio-sanitarie, informare sui servizi offerti, monitorare e sostenere le situazioni complesse, con particolare riguardo alle disabilità gravi, in stretta collaborazione con i servizi sociali e sanitari presenti sul territorio. “Quando nasce un bambino disabile – secondo l’on. Maria Antonietta Grosso, promotrice della nuova legge regionale e vice presidente della commissione consiliare Politiche Sociali alla Pisana – nasce un cittadino. Da questo principio bisogna partire per dare uno strumento utile ed adeguato alle esigenze delle famiglie”. Tra i punti qualificanti della nuova legge, che è stata approvata con i voti favorevoli anche dell’opposizione, lo sportello unico di accesso, l’istituzione di un’anagrafe territoriale per la disabilità, che consenta di realizzare programmi e progetti individualizzati, il coordinamento tra famiglie, istituzioni, servizi territoriali, Asl e associazioni. Il nuovo provvedimento garantirà la prevenzione e l’intervento precoce, la realizzazione, anche nella nostra regione, di nuove strutture che assicurino una rete di sostegno al più ampio progetto del “con noi e dopo di noi”. Potranno, infatti, sorgere comunità alloggio, in sostanza il diritto di abitare in veri e propri appartamenti. Saranno in grado i comuni di organizzarsi in attesa dei piani attuativi, previsti per il prossimo autunno, alle nuove disposizioni? Speriamo di sì. di Felice Pensabene

26 giugno 2009 0

Rapina in banca, bottino di 15 mila euro

Di redazione

Ben 15 mila euro è il bottino fruttato ai rapinatori che oggi hanno assaltato la filiale della Unicredit a Pontecorvo. Armati di taglierino e con il volto coperto da sciarpe hanno obligato ai dipendenti di consegnare il contenuto delle cassette diu sicurezza. Immediatamente è stato lanciato l’allarme alla compagnia carabinieri di Pontecorvo. Gli uomini del capitano Pier Francesco Di Carlo hanno iniziato subito le ricerche di una Lancia Ypsilon scura cui, sembrerebbe, che i rapinatori siano fuggiti.

26 giugno 2009 0

Crisi alla Lmt, serpentone sulla superstrada ma pronti ad incatenarsi davanti alla Regione

Di redazione

Un serpentone di manifestanti questa mattina si è snodfato sulla superstrada Cassino Formia in territorio di Pignataro Interamna. Erano i dipendenti della Lmt, apienda che appena qualche anno fa era leader nel settore della costruzione di cassoni per rimorchi dei camion. Cinquantacinque lavoratori accompagnati dalle loro famiglie, con in testa i loro rappresentanti sindacali, sono partito dal sito produttivo di Pignataro Interamna e hanno percorso due chilometri della superstrada Cassino Formia diretti al palazzo comunale. La nuova manifestazione ha provocato grossi disagi sull’importante arteria stradale. Giunti in comune i manifestanti hanno chiesto ed ottenuto dal sindaco che si convocasse a breve una incontro con il presidente della consulta dei sindaci del Cassinate e il neoeletto presidente della provincia di Frosinone. Poi, il corteo si è snodato per altri 5 chilometri fino a raggiungere la Longo Spa il cui azionista di riferimento sarebbe molto vicino alla Lmt. “Siamo soddisfatti per la riuscita della manifestazione – ha detto Luigi Risi delegato provinciale del sindacato Fismic – E’ chiaro che non ci fermeremo. Se non otterremo risposte siamo pronti ad incatenarci davanti la sede dell’amministrazione regionale del Lazio”.

26 giugno 2009 0

Una squadra cassinate al torneo internazionale della Pace in California

Di redazione

Una squadra di Calcio composta da Under 18 parteciperà al “Torneo Internazionale della Pace” che si svolgerà a Santa Monica, negli Stati Uniti. Il torneo, non agonistico, si svolgerà dal 28 luglio 2009 al 3 agosto 2009 in California. L’iniziativa è organizzata dalla Santa Monica Sister City, l’Associazione che ha promosso e siglato, lo scorso anno, il gemellaggio con l’associazione italiana, Eirene Pax, promotrice del gemellaggio tra i comuni di S.Elia, Cassino e la californiana Santa Monica. Grazie alla sensibilità e alla partecipazione di enti pubblici e privati, la manifestazione è stata quasi completamente sponsorizzata. Gli enti pubblici che hanno contribuito sono: la Provincia di Frosinone, il Comune di S.Elia, il Comune di Cassino, il Cosilam. Tra i privati che hanno voluto sostenere l’iniziativa: Banca Popolare del Cassinate, S.int.el. Srl Cassino, Agenzia di viaggio VITTORE’S Cassino, Molto Intimo, negozio di abbigliamento intimo, Cassino.

26 giugno 2009 0

In piazza 14mila mozzarelle di bufala

Di redazione

Domenica 28 giugno 2009 Festa della Mozzarella di Amaseno con degustazione di mozzarella e piatti tipici con prodotti bufalini, visite guidate ai tesori e alle stalle. Eventi speciali e tante sorprese per questo appuntamento imperdibile: in programma visite guidate ai tesori d’arte nel centro storico di Amaseno e della collegiata di Santa Maria che conserva il miracolo di San Lorenzo, visite con navetta alle stalle bufaline, escursioni in carrozza lungo la Valle dell’Amaseno. Grande attesa per l’incontro pubblico sul tema “Ciociaria & Turismo: a Fiuggi il Casinò ad Amaseno 14.000 bufale“ a cui sono stati invitati il neo presidente della Provincia di Frosinone e i neo parlamentari europei. A seguire l’aperitivo concerto in piazza con l’Amaseno Harmony Show Band, i menu tipici con mozzarella e carne di bufala nei ristoranti. Dalle ore 17 alle ore 19 da non perdere il percorso enogastronomico con degustazioni di mozzarella di latte di bufala, carne di bufalo, pizza e gelato con latte di bufala, e di seguito la degustazione presso Palazzo Benedetti-Panici di pescato e pomodori di Fondi con mozzarella di Amaseno e vini del Circeo, un incontro di sapori tra mare e monti a cura del Parco dei monti Ausoni, lago di Fondi e del Comune di Amaseno. L’iniziativa è promossa dal CAB – Consorzio Allevatori Bufalini della Valle dell’Amaseno, Comune di Amaseno in collaborazione con Ciociariaturismo e Parco dei monti Ausoni, lago di Fondi. In tarda mattinata sarà presente il neo presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli, ex assessore regionale all’agricoltura, per testimoniare la sua vicinanza al turismo enogastronomico e alla valorizzazione della Strada della Bufala. Il Sindaco Giannantonio Boni e il Presidente del CAB Salvatore Rinna invitano tutti a partecipare per conoscere le ricchezze gastronomiche e culturali della Valle dell’Amaseno. Programma: Ore 10 – 13 – Visite guidate al centro storico. Visita alle stalle con navetta gratuita. In carrozza lungo la Valle dell’Amaseno Ore 10.30 – Centro storico: incontro pubblico sul tema “Ciociaria & Turismo: a Fiuggi il Casinò ad Amaseno 14.000 bufale“, sono stati invitati il Presidente della Provincia, autorità Regionali, Nazionali ed Europee Ore 11.00 – Aperitivo concerto con l’Amaseno Harmony Show Band Ore 13.00 – Pranzi tipici nei ristoranti di Amaseno Ore16 -19 – Visite guidate al centro storico. Visita alle stalle con navetta gratuita. In carrozza lungo la Valle dell’Amaseno Ore 17-19 – Percorso gastronomico: degustazioni di mozzarella di latte di bufala, carne di bufalo, pizza, gelato con latte di bufala Ore 19-21 – Pescato e pomodori di Fondi con mozzarella di Amaseno, vini del Circeo. A cura del Parco dei monti Ausoni, lago di Fondi e del Comune di Amaseno, presso Palazzo Benedetti-Panici

26 giugno 2009 0

Immigrazione clandestina, Moretti esce dal carcere

Di redazione

Pasquale Moretti, ex sindaco di Esperia, esce dal Carcere. Dopo alcuni mesi di reclusione nell’istituto di pena di Frosione, il 65enne torna a casa. Il Gip del tribunale ciociaro ha accolto la richiesta di alleggerimento della misura cautelare avanzata dagli avvocati difensori Nicola Ottaviani e Roberto Molle trasformando la detenzione in carcere con gli arresti domiciliari. L’uomo è accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Gli investigatori ritengono che producesse finta documentazione per permettere a nordafricani di ottenere il permesso di soggiorno.

26 giugno 2009 0

Intimidazioni all’avvocato penalista con manifesto funebre

Di redazione

Atto intimidatorio indirizzato ad un noto penalista di Cassino. Nel corso della notte tra mecoledì e giovedì, i vetri della sua auto sono stati frantumati da ignoti che gli hanno gettato all’interno della vettura un manifesto funebre staccato da un muro di Piedimonte San germano. I carabinieri che indagano sul caso pare abbiano scartato l’ipotesi di collegamenti tra il legale ed il morto. L’avvocato interessato dalla preoccupante circostanza è spesso impegnato in processi particolarmente delicati che riguardano camorra ed organizzazioni criminali, ma anche criminalità spicciola del cassinate.

26 giugno 2009 0

Criminalità, sequestro per 10 milioni al boss Santafede

Di redazione

I beni del boss Satanfede, ex superlatitante, erano anche nella provincia di Frosinone e quella di Latina. Un’indagine capillare quella svolta dalla Guardia di Finanza. A Frosinone, oltre a accertamenti patrimoniali, sono stati sequestrati anche conti correnti bancari del boss. Un patrimonio di circa 10 milioni di euro costituito in 37 unità immobiliari, 1 appartamento a Malaga (Spagna), terreni, 2 attività commerciali, 10 tra autoveicoli e motoveicoli, quote di partecipazione in 8 società nonché 1 società cooperativa e 14 rapporti di conto corrente. Questi i beni sottoposti a sequestro dagli uomini del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza di Roma e riconducibili all’ex superlatitante Mario Santafede, al termine delle indagini economico patrimoniali, in esecuzione di un decreto di sequestro anticipato eseguito nelle province di Roma, Latina e Frosinone. Le indagini hanno consentito di sottoporre a sequestro, tra l’altro, un’attività commerciale relativa alla gestione di un ristorante con annessi bar, stabilimento balneare ed affittacamere a Latina ed un bar situato in Roma – zona Marranella – nonché, in collaborazione con le autorità di Polizia spagnole, un immobile a Malaga. I sequestri sono stati disposti dal Tribunale di Roma, Sezione per l’applicazione delle misure di prevenzione, in accoglimento della richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica di Roma, nella persona del Sostituto Procuratore, Dott. Luca Tescaroli. Le indagini patrimoniali, eseguite dal Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, hanno preso avvio a seguito della cattura, in territorio spagnolo, nel settembre del 2008, del citato latitante dedito al traffico internazionale di sostanze stupefacenti ed hanno consentito di individuare, in capo a quest’ultimo ed a persone ad esso collegate, la disponibilità di beni decisamente sproporzionata rispetto alle dichiarazioni presentate ai fini delle imposte sui redditi. Si ha motivo di ritenere che i beni, oggetto di sequestro, siano il frutto del reimpiego dei proventi derivanti dal traffico di droga. In ragione della pericolosità personale del soggetto investigato l’Autorità Giudiziaria procedente ha altresì disposto, nei confronti del Santafede, la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale. Lo stesso è attualmente ristretto presso il carcere di Opera (Milano) in regime di 41 bis a seguito della condanna per traffico internazionale di stupefacenti.