Scherzi da “don Camillo” per un candidato del partito Comunista

2 giugno 2009 0 Di redazione

Gli svitano i bulloni da una ruota dell’auto rischiando di farlo uccidere. Uno scherzo da don Camillo e Peppone (visto che lui è un candidato del partito comunista) o un vero attentato politico? Per trovare una risposta a quanto accaduto ad un candidato alla carica di consigliere comunale del comune di Torricella Peligna (Ch), stanno indagando i carabinieri di Lanciano. L’episodio, accaduto qualche sera fa, riesce a strappare sorrisi, ma il 33enne candidato ha rischiato grosso. Dopo il comizio elettorale per il partito comunista, il 33enne stava facendo ritorno a casa quando dalla sua Nissan si è staccata una ruota. Dal cerchione qualcuno aveva staccato due bulloni. La vettura si è fermata a fatica e ha riportato grossi danni. Quel che è peggio però è che l’uomo ha rischiato i ferirsi gravemente. I carabinieri, quindi, sono a caccia del “Don Camillo” di turno.