Giorno: 6 luglio 2009

6 luglio 2009 0

Confartiginato contro l’evasione, allegerire la pressione fiscale

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La necessità di una seria riflessione su una revisione del sistema fiscale è un punto sul quale Confartigianato Frosinone batte da tempo. Come confermato dagli ultimi dati del Centro Studi della Confartigianato di Mestre, infatti, l’evasione fiscale è generata dall’eccessivo peso della pressione tributaria e dai sondaggi pubblicati sul sito dell’associazione frusinate emerge chiaramente che imprese e famiglie sono oppresse. «Condividono in pieno, dunque, le proposte di Confartigianato Frosinone – ha detto il presidente Augusto Cestra – ovvero pagare il giusto per pagare tutti, naturalmente prevedendo l’applicazione di pene severe a chi si ostina a voler evadere, oppure un regime fiscale con detraibilità totale. Infatti considerata la pressione fiscale elevata e insostenibile per imprese e persone e la forbice dei redditi che si stringe sempre più a causa del continuo aumento dei costi di impresa derivante in particolare dalla crescita dei prezzi delle materie prime e dai costi fissi di gestione, emerge che a pagarne le conseguenze sono anche quelle zone e territori laddove l’incidenza sull’evasione fiscale e minore o irrilevante». «I dati che vengono fuori dai nostri sondaggi – continua il Presidente – sono evidenti su quali alternative si possano adottare per un fisco più equo e giusto affinché i soliti furbetti siano solo una minoranza da perseguire, e affinché i soliti noti attualmente abituati a pagare per molti, possano pagare di meno ed il giusto, e affinché la maggioranza degli attuali evasori trovi terreno fertile a schierarsi dalla parte della legalità trovando un fisco vicino ai contribuenti». Insomma Confartigianato Frosinone la sta vedendo giusta da diverso tempo. «E’ il momento di insistere – ha chiuso Cestra – e chissà che si voglia o possa smuovere qualcosa».

6 luglio 2009 0

Claretta, il cane cimiteriale, partecipa a tutti i funerali del paese

Di redazione

Da alcuni anni, ormai, caraterizza tutti i funerali che si svolgono nella centralissima chiesa di San Tommaso ad Aquino. Non appena sente le campane che suonano “a morto”, non resiste e deve scappare. Si chiama Claretta e non è il personaggio singolare del paese, ma una cagnetta meticcia bianca e marrone. Vive non lontano dalla chiesa, mangia grazie alle attenzioni di una donna del posto che dà da mangiare ai randagi del paese. Claretta è un cane cimiteriale. Probabilmente non è corretta come definizione ma ormai il termine è coniato. Quando le campoane annunciano un funerale, lei parte e aspetta il feretro davanti la chiesa come se fosse un parente o un conoscente del defunto. Ormai la conoscono tutti in paese e tutti sanno di questa inusuale caratteristica. Il feretro arriva, entra in chiesa, Claretta aspetta la fine della funzione e poi si incammina dietro il carro funebre, in processione come tutti gli altri parenti, fino al campo santo. Arrivato davanti al cancello, la sua missione è considerata assolta, quindi, Claretta torna in piazza a fare il randagio comune. La sua fama in paese è cresciuta a tal punto da guadagnarsi uno spazio in internet: alcuini giovani, hanno realizzato un video e diffuso su facebook e youtube. Ermanno Amedei

6 luglio 2009 0

Maltempo, danni e allagamenti nel cassinate

Di redazione

Una domenica, nel Cassinate, all’insegna del cattivo tempo. Un forte scroscio di pioggia, accompagnata in alcune zone da grossi chicchi di grandine, nel primo pomeriggio, ha causato allagamenti, incidenti stradali, la caduta di alberi sulla sede stradale e danneggiamenti alle carrozzerie delle automobili. In tilt il centralino dei vigili del fuoco che in poche ore hanno ricevuto centinaia di richieste di interventi. L’episodio più rischioso è accaduto ad Aquino, dove un furgone è rimasto bloccato in un sottopassaggio completamente allagato. L’intervento dei vigili del fuoco è servito per tirare in salvo i due occupanti che rischiavano di affogare. Un incidente stradale, invece, senza particolari conseguenze è avvenuto a Pontecorvo mentre a Cassino diversi scantinati sono rimasti sommersi dall’acqua. Ancora questa mattina i pompieri stanno prosciugando locali in Largo Molise e in via Dei Biasio. Piazza Restagno invece è stata colpita da una violenta grandinata che ha lasciato i segni sulle carrozzerie di decine di auto. Er. Am.