Giorno: 18 luglio 2009

18 luglio 2009 0

Vacanze si, vacanze no

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/07/vacanze-13-7-09.flv /]

18 luglio 2009 0

Pendolari Roma-Cassino chiedono fermate tav

Di redazionecassino

Fermate Tav a Frosinone e Cassino per ridurre i disagi a migliaia di pendolari. E’ la richiesta avanzata da tempo dall’A.P.Ro.Ca, l’associazione dei pendolari Roma-Cassino alla regione Lazio e a Trenitalia senza ottenere  risultati concreti. All’ennesima sollecitazione e dopo un tavolo tecnico con gli assessori  regionali ai trasporti Dalia e Scalia  la situazione sembra essersi sbloccata. I due rappresentanti regionali,infatti,  si sono  impegnati a coinvolgere Regione Lazio e Trenitalia con il supporto dell’A.P.Ro.Ca. al fine di valutare concretamente l’utilizzo della linea ad alta velocità per i treni regionali tramite l’interconnessione di Frosinone nord. “Considerato – scrivono quelli dell’Aproca- che già in passato il gestore del trasporto ferroviario regionale si è reso disponibile a tale evenienza  tutto lascia presagire che il nostro sogno possa diventare realtà.” L’eventuale fermata dei treni ad alta velocità farebbe ridurre i tempi necessari a raggiungere Roma e Napoli (un’ora di percorrenza in meno da Cassino dovuta alla maggiore velocità ed ai minori chilometri di percorrenza); l’utenza merci, con Fiat  e l’Interporto di Frosinone, verrebbe  collegata in pochi minuti con la linea  ferroviaria veloce; la linea tradizionale risulterebbe  alleggerita del traffico passeggeri nelle ore di punta dei pendolari consentendo un notevole miglioramento del servizio “metropolitano” per il tratto Roma-Colleferro e quindi della provincia di Roma. Per l’Aproca l’intera economia provinciale, in virtù della strategica posizione geografica e delle connesse occasioni di sviluppo in tutti i settori, potrebbe avere un notevole incremento turistico. “Bisogna evitare – concludono i pendolari – che la Provincia di Frosinone rimanga chiusa dalla Provincia di Roma  e dalla Regione Molise.”