Giorno: 25 luglio 2009

25 luglio 2009 1

Guidare l’auto con sandali infradito

Di admin

Non esiste più alcun divieto dal 1993 circa l’uso di calzature di tipo aperto (ciabatte, zoccoli, infradito) durante la guida di un veicolo nè è vietato guidare a piedi nudi. Il conducente deve autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di guida con i piedi (accelerazione, frenata, uso della frizione).

25 luglio 2009 0

“Scacco alla Rocca”, maxi operazione dei Carabinieri

Di admin

E’ stata portata a termine oggi una importantissima operazione di polizia giudiziaria a Giulianova. Dopo l’esecuzione di numerose misure di prevenzione patrimoniali eseguite lo scorso mese di gennaio che portò al sequestro di diverse abitazioni ed autovetture di proprietà di zingari residenti a Giulianova e zone limitrofe, ritenute il frutto di attività criminali legate all’usura, al riciclaggio nonché allo spaccio di sostanze stupefacenti, si può tranquillamente affermare che con l’operazione odierna è stata senza mezzi termini smantellata l’attività criminale posta in essere dai rom del posto. “Scacco alla Rocca”, questa è la denominazione convenzionale dell’operazione, concretizzatasi nella mattinata odierna con la notifica di ben 14 Ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere in ordine al reato di detenzione al fine di spaccio in concorso richieste dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Teramo, Dott.ssa Laura Colica che ha concordato pienamente l’esito delle risultanze investigative acquisite dai militari operanti, avallata dal GIP del Tribunale di Teramo Dott.ssa Marina Tommolini che ha firmato il provvedimento definitivo. Dal mese di ottobre 2008, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, collaborati da quelli della locale Stazione, iniziavano ad espletare una serie di servizi in Giulianova Paese, nella zona denominata “La Rocca” (da cui nasce la denominazione dell’operazione), avendo fondato motivo di ritenere che le famiglie ROM ivi dimoranti avessero posto in essere una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti da cedere a numerosi acquirenti provenienti da tutta la provincia di Teramo. Nel corso dei servizi si accertava effettivamente l’attività di spaccio posto in essere dagli arrestati, nel corso dei quali i militari controllavano e fermavano in più circostanza numerosi giovani, a volte trovati in possesso della dose appena acquistata, altre in procinto di effettuare tale acquisto, altri con acquisti non andati a buon fine per varie ragioni (mancanza di denaro ovvero constatata la presenza dei militari da parte dei cessionari). Tali servizi sono stati particolarmente difficili da eseguire sia perché i militari operanti erano ben conosciuti dai ROM, sia per la particolare conformazione del quartiere ove avveniva lo spaccio, con vicoli stretti, quindi un vero e proprio labirinto ove di fatto era impossibile potersi nascondere per sorvegliare, paragonabile pertanto ad alcuni quartieri di ben più note e grandi città. Nonostante l’assenza di collaborazione della popolazione residente e l’utilizzo di minori sia come vedette sia per lo spaccio delle dosi ai tossici del posto i Carabinieri sono riusciti a portare a termine l’indagine. Si è trattato di una indagine basata su pedinamenti, osservazioni e recupero dello stupefacente, con ausili tecnici limitati al minimo e frutto soprattutto dell’esperienza professionale degli operanti, perfetti conoscitori dei pregiudicati e del territorio. L’indagine ha visto il coinvolgimento nell’attività di spaccio di interi nuclei familiari rom con un ruolo prioritario delle donne che in più circostanze sono state pronte ad inscenare vere e proprie “tragedie” pur di creare confusione e distogliere l’attenzione dei militari dagli episodi criminosi accertati. Con gli arresti di oggi è stato smantellato il “dominio” a 360° di tutto il quartiere “La Rocca”, di fatto ostaggio di queste famiglie ROM che avevano basato l’intera economia familiare sull’attività di spaccio di stupefacenti tramutando di fatto il quartiere stesso nella loro “azienda”, attraverso la ben nota tracotanza, arroganza verbale e gestuale, atteggiamenti sintomatici dell’assoluto mancato inserimento nel tessuto sociale. Nel corso dei servizi sono state recuperate numerose dosi di stupefacente e diversi assuntori sono stati segnalati alla Prefettura per violazione dell’art. 75 del D.P.R. 309/90. L’operazione ha registrato la partecipazione di 100 Carabinieri, con l’ausilio di unità cinofile e di un Elicottero dell’Elinucleo di Falconara Marittimo. Tutti gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’A.G. mandante, fatta eccezione per DI ROCCO Monica, agli arresti domiciliari. Inoltre all’atto dell’arresto di uno dei rom nel corso della perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto un involucro contenente 75 grammi di eroina e 15 grammi di cocaina, il tutto sottoposto a sequestro.

25 luglio 2009 0

Tentano furto in un cantiere, arrestati dai Carabinieri

Di admin

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Cassino, unitamente ai colleghi della Compagnia di Pontecorvo, nell’ambito di servizi preventivi tesi a contrastare il fenomeno dei furti in genere e di quelli nelle abitazioni private in particolare, hanno arrestato per tentato furto aggravato in concorso MAGGIO Santo, di anni 45 e VERDE Giuseppe, di anni 46, entrambi della Provincia di Napoli. I predetti, sorpresi all’interno di un cantiere edile di Piedimonte San Germano dove si erano introdotti furtivamente, si sono dati alla fuga a piedi e successivamente a bordo di un’autovettura furgonata. Inseguiti dai militari sono stati bloccati in prossimità del casello Autostradale di Cassino e, pertanto, assicurati alla giustizia. All’interno del veicolo sono stati rinvenuti e sequestrati arnesi atto allo scasso. I due sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cassino.

25 luglio 2009 0

Ruba una borsa in spiaggia, arrestato

Di admin

Potenza Attilio, 36enne di Mosciano Sant’Angelo (TE), già noto alle Forze dell’Ordine per fatti di giustizia, alle ore 18.00 di ieri, ha pensato bene di portarsi nei pressi di uno stabilimento balneare ubicato sul Lungomare Zara di Giulianova, asportando una borsa da sotto un ombrellone mentre la proprietaria stava prendendo il sole. La donna, resasi immediatamente conto del furto, non si è persa d’animo e con il cellulare di un’amica d’ombrellone (il suo era nella borsa asportata) ha chiamato immediatamente i Carabinieri fornendo nell’immediatezza una dettagliata descrizione delle caratteristiche somatiche dell’uomo e come era vestito. Immediatamente è scattato il collaudato piano di cinturazione della zona e poco dopo il Potenza è caduto nella rete della giustizia, venendo prontamente bloccato e tratto in arresto proprio mentre tentava di guadagnare la fuga. La borsa contenente cento euro in contanti ed il telefonino della donna sono stati recuperati ancora nella materiale disponibilità del malvivente e restituiti alla legittima proprietaria. Potenza Attilio è stato quindi arrestato con l’accusa di furto aggravato e tradotto alla Casa Circondariale di Teramo in attesa dell’Udienza di Convalida in Tribunale.

25 luglio 2009 0

Calcio, il Cassino vince in amichevole contro i maltesi

Di redazionecassino

Il  Cassino ha battuto per 2-1 in amichevole, nel  ritiro di Castel di Sangro, la squadra maltese Tarxien Rainbows che sta effettuando la preparazione alla Borghesiana di Roma. Hanno segnato alla mezz’ora del primo tempo Mucciarelli e  allo scadere Kone  dopo il pareggio su rigore degli avversari. Il tecnico  Maurizio Pellegrino ha  raccolto  spunti preziosi per le prossime gare. Questo lo schieramento: Amadio (Paoletti); Minchella  (Bica Badan), Mucciarelli ( Agius), Merli Sala, Spanò (Martinelli); Gemmiti (Conti), Maisto (Giannone), Castaldi ( Kone); Romeo, Bardeggia (Morello), Piscitelli ( Mezgour).  Qualche test in difesa e negli altri reparti. Pellegrino ha fatto giocare il giovane Eugenio Minchella, della Berretti, ed altri due under ancora in prova, il centrale Merli Sala, cresciuto nel Treviso e di proprietà della Viterbese, ed il terzino Marco Spanò. Ad un primo tempo opaco vivacizzato solo dalla rete di Mucciarelli ha fatto riscontro  alla  ripresa la girandola di cambi con un gioco più brioso. Gli  gli azzurri sfioravano il raddoppio con una splendida conclusione di Romeo in seguito ad un’azione personale e quando la gara sembrava scendere  d’intensità  arrivava un rigore per i maltesi siglato da Dos Santos. La squadra manca ancora di diversi giocatori in ruoli importanti come un difensore centrale, un centrocampista e un paio di attaccanti ma la società è al lavoro per chiudere le diverse trattative aperte. Oggi dovrebbe arrivare la conferma per l’attaccante Antonio Croce, 23 anni, del Padova.Trattative  aperte anche  per  l’altro  attaccante Iannelli del Catania e sempre dal Padova dovrebbe arrivare il difensore Ciro Aliberti, 20 anni, che l’anno scorso ha giocato 30 partite in serie D con l’Este. Domenica nuova amichevole  alle 16,30 ad Avezzano contro il Pescina, neo promosso in prima divisione, mentre il   31 luglio alle ore 17 contro  il  Castel di Sangro che milita nell’Eccellenza abruzzese.