Le morti che nessuno sa

3 luglio 2009 0 Di redazione

Ottantanove morti nelle carceri italiane, nei primi sei mesi dell’anno, è il dato decisamente non trascurabile che emerge da un dossier pubblicato dal sito internet www.Ristretti.it. Tra le principali cause di decesso tra i detenuti c’è sicuramente il suicidio. Sono infatti 34 le persone che si sono tolte la vita in cella. Dal 2000, sarebbero invece 1449 i morti in carcere tra questi, 514 sono suicidi. Decessi all’ombra dell’attenzione della gente, morti in silenzi, quasi senza che nessuno si accorga di loro. Dallo stesso sito si leggono alcune testimonianze grazie alle quali si riesce ad avere una prospettiva diversa, quella di chi è dietro le sbarre senza però, ovviamente, dimenticare la necessità del sistema penitenziario che deve, però, rispettare la dignità dell’individuo.”Vincenzo Nappo, – leggiamo – si è ucciso il 9 giugno: era internato nell’Opg di Aversa e affetto da un grave tumore che lo aveva molto debilitato. Perché rimaneva chiuso in carcere, nelle sue condizioni di salute? La stessa domanda viene spontanea per Anna Nuvoloni, seminferma di mente, rinchiusa nel reparto “Casa di Cura e Custodia” del carcere di Sollicciano, dove è morta (sembra) soffocata da una mozzarella (!?). Aveva 40 anni e doveva essere scarcerata a fine luglio. L’immigrato 30enne che si è impiccato in una Caserma dei Carabinieri nel brindisino non è nemmeno arrivato al carcere: era in “cella di sicurezza” perché accusato del furto di una bicicletta… chissà se il giudice (che non ha fatto in tempo a vedere) avrebbe convalidato l’arresto. Altre vicende “al limite” nelle carceri di Poggioreale e di Benevento, dove sono morti per “cause naturali” due detenuti coetanei: entrambi avevano 79 anni e, gravemente ammalati, da tempo chiedevano una misura alternativa alla detenzione, per potersi curare… o anche solo per morire liberi”. Il dossier fornisce anche spunti di riflessione sul sistema carcerario in cui “…più della metà dei detenuti – leggiamo – è in custodia cautelare (quindi “presunto innocente”) e, tra i condannati, 9.000 hanno pene inferiori a 1 anno. Un sistema nel quale la metà dei carcerati è affetto da forme di epatite, il 30% è tossicodipendente, il 10% malato di mente, il 5% ha l’hiv. E, per completare il quadro, c’è il sovraffollamento: in celle da 10 mq vivono anche 6-8 detenuti, in molti istituti costretti a dormire su “materassi a terra” perché non c’è posto per le brande (e neanche ci sono brande…). Ed i suicidi diventano più numerosi se l’affollamento aumenta e le condizioni di vita nelle celle peggiorano: nel primo semestre del 2007, quando a seguito dell’indulto la capienza delle carceri era ancora rispettata, i suicidi furono 19, nel primo semestre del 2008 diventano 20, quest’anno sono stati 34. Tra i 34 detenuti suicidi 20 erano italiani e 14 stranieri. 10 avevano un’età compresa tra i 20 e i 29 anni; 14 tra i 30 e i 39 anni; 6 tra i 40 e i 49 anni; 2 tra i 50 e i 59 anni; 2 avevano più di 60 anni”.

Aziz, marocchino, 34 anni, morto il 3 gennaio 2009, Suicidio, Spoleto;
Salvatore Mignone, 37 anni, 4 gennaio 2009, Omicidio, Secondigliano (Na);
Rocco Lo Presti, 72 anni, 24 gennaio 2009, Da accertare, Torino;
Detenuto croato, 37 anni, 26 gennaio 2009, Suicidio, Poggioreale (Na);
Francesco Lo Bianco, 28 anni, 27 gennaio 2009, Da accertare, Ucciardone (Pa)
M.B., detenuto italiano, 60 anni, 30 gennaio 2009, Suicidio, Sollicciano (Fi);
Gaetano Sorice, 38 anni, 31 gennaio 2009 , Overdose, Teramo (scarcerato);
Vincenzo Sepe, 54 anni, 01 marzo 2009, Suicidio, Bellizzi Irpino (AV);
Mohamed, marocchino, 26 anni, 06 marzo 2009, Suicidio, S.M. Maggiore (VE);
Leonardo Di Modugno, 25 anni, 08 marzo 2009, Suicidio, Foggia;
Giuliano D., italiano, 24 anni, 08 marzo 2009, Suicidio, Velletri (RM);
Giancarlo Monni, 35 anni, 09 marzo 2009, Malattia, Cagliari
Detenuto italiano, 37 anni, 16 marzo 2009 , Suicidio, Poggioreale (NA)
Jed Zarog 30 anni 17 marzo 2009 Suicidio C.C. di Padova
Detenuto algerino 42 anni 19 marzo 2009 Da accertare C.I.E. di Roma
Marcello Russo 38 anni 22 marzo 2009 Suicidio Voghera (PV)
Francesco Esposito 27 anni 27 marzo 2009 Suicidio Poggioreale (NA)
Carmelo Castro 20 anni 27 marzo 2009 Suicidio Piazza Lanza (CT)
Gianclaudio Arbola 43 anni 31 marzo 2009 Suicidio Marsala (TP)
Detenuto tunisino 28 anni 13 aprile 2009 Suicidio Pisa
Andrei Zgonnikov 47 anni 16 aprile 2009 Suicidio Salerno
Antonino Saladino 57 anni 20 aprile 2009 Suicidio Viterbo
Daniele Topi 37 anni 21 aprile 2009 Suicidio Rimini
Ihssane Fakhreddine 30 anni 24 aprile 2009 Da accertare Firenze
Franco Fuschi 63 anni 26 aprile 2009 Suicidio Alessandria
Graziano Iorio 41 anni 1 maggio 2009 Suicidio Poggioreale (Na)
Ion Vassiliu 21 anni 1 maggio 2009 Suicidio Pisa
Nabruka Mimuni 44 anni 7 maggio 2009 Suicidio Roma (C.I.E.)
L.P., detenuto italiano, 27 anni 15 maggio 2009 Da accertare Campobasso
Detenuto marocchino, 30 anni 15 maggio 2009 Da accertare C.C. Padova
Detenuto marocchino, 25 anni 19 maggio 2009 Suicidio Bergamo
Samir Mesbah, 36 anni 27 maggio 2009 Suicidio Firenze
Detenuto italiano, 40 anni 30 maggio 2009 Malattia Terni
Vincenzo Nappo, 43 anni 09 giugno 2009 Suicidio Opg Aversa (Ce)
Detenuto italiano, 79 anni 09 giugno 2009 Malattia Secondigliano (Na)
Antonio Chiaranza, 32 anni 10 giugno 2009 Suicidio Crotone
Anna Nuvoloni, 40 anni 11 giugno 2009 Da accertare Sollicciano (Fi)
Charles Omofowan, 32 anni 14 giugno 2009 Malattia Lanciano (Ch)
Rino Gerardi, 38 anni 16 giugno 2009 Da accertare Venezia S.M.M.
Detenuto marocchino, 30 anni 18 giugno 2009 Suicidio Brindisi (Caserma)
Detenuta italiana, 35 anni 21 giugno 2009 Suicidio Civitavecchia (Rm)
Detenuto indiano, 30 anni 21 giugno 2009 Suicidio Vercelli
G.Z. (Assistente P.P.), 43 anni 21 giugno 2009 Suicidio S.M. Capua V. (Ce)
Khalid Husayn, 79 anni 21 giugno 2009 Malattia Benevento
dati tratti dal sito www.ristretti.it