Le mura megalitiche, volano del turismo in Ciociaria

2 luglio 2009 0 Di redazione

Valorizzare le attrattive storiche della ciociaria. Questo è l’obiettivo della Regione Lazio che sta puntando sulle Mura Poligonali, strutture di protezione di antiche città che ancora oggi conservano il loro mastodontico fascino ad Arpino, Alatri, Ferentino Veroli ed in altri centri della provincia di Frosinone. E’ attualmente in corso presso il complesso del Vittoriano a Roma la mostra “Le mura megalitiche”, dedicata all’eccellenza storico – artistica dei borghi della Ciociaria circondati dalle mura poligonali, già riconosciute dalla Regione Lazio quale Grande Attrattore Culturale e dunque territorio di riferimento sia della programmazione negoziata Stato – Regione che del Piano Operativo Regionale del settennio 2007-2013. “Nulla da invidiare a Micene o alle piramidi”, ha detto questa mattina l’assessore regionale alla Cultura, Spettacolo e Sport Giulia Rodano.
Nell’ambito dell’azione di promozione e valorizzazione dei Grandi Attrattori Culturali del Lazio, l’assessorato regionale alla Cultura ha infatti instaurato un’importante collaborazione con la Cotral Spa, in considerazione della esclusiva capillarità del sistema della rete del servizio di trasporto pubblico che questa Azienda offre quale unico vettore presente su tutto il territorio regionale. E da questa sinergia è nata una Convenzione che, nella sua prima fase di sperimentazione, ha già visto Regione e Co.Tra.L. S.p.A. promuovere congiuntamente l’area “etrusca” connessa all’Attrattore Parco Archeologico di Vulci proprio contemporaneamente ad una mostra di grande interesse internazionale “Etruschi: le antiche metropoli del Lazio” . Ad essere protagoniste sono ora le Mura Megalitiche: la Regione Lazio, di concerto con Cotral Spa, vuole infatti promuovere un’idea di sviluppo sostenibile fondato sul rispetto dell’ambiente, in cui l’utilizzo del trasporto pubblico tuteli anche l’aspetto ecologico ed economico e spinga gli ‘estimatori’ dell’arte e della cultura ad ampliare le proprie mete, permettendo loro di scoprire, con poca spesa, l’eno-gastronomia e le bellezze naturali e paesaggistiche del territorio. La Convenzione ha permesso anche la realizzazione di una pubblicazione di grande valore, “Lazio in Bus”, che propone un viaggio a costi contenuti, acquistando un biglietto Co.tra.L che porterà il viaggiatore attraverso gli itinerari indicati sulla rivista.