Giorno: 19 agosto 2009

19 agosto 2009 0

E’ morto il 19enne uscito di strada e inghiottito dal bosco

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ morto il 19enne che oggi pomeriggio, a Colfelice (Fr) è rimasto vittima di un incidente stradale nella zona di La Selva. Il giovane è uscito di strada ed è finito in una fitta boscaglia. Soccorso è stato trasportato in elicottero in un ospedale della capitale dove, però, poco prima delle 21 è deceduto, del caso se ne stanno occupando i carabinieri. Er. Am.

19 agosto 2009 1

Bollettino incendi, 47 roghi nel Lazio

Di redazione

Quarantasette gli incendi che hanno vista impegnata oggi la Protezione Civile regionale, 4 in provincia di Frosinone, 11 in provincia di Latina, 3 nel reatino, 24 nella provincia di Roma e 5 nel viterbese. In totale otto meno di ieri, quando i roghi erano stati 55. In particolare 10 incendi hanno riguardato aree boschive e hanno visto impegnati gli elicotteri della flotta regionale della Protezione Civile in 15 interventi. Le località interessate sono state: Arsoli, Vicovaro, Genzano e Castel San Pietro in provincia di Roma, Civita Castellana in provincia di Viterbo, Itri, Roccagorga e Lenola in provincia di Latina, Varco Sabino in provincia di Rieti e Vallerotonda in provincia di Frosinone, dove è ripreso l’incendio che era scoppiato ieri e per domare il quale sono stati necessari anche gli interventi di due Canadair. Nel Comune di Roma da segnalare solo pochi incendi di sterpaglie. In tutto oggi sono stati operativi 280 volontari di 110 distinte associazioni.

19 agosto 2009 0

Sbanda e viene ingiottito dal bosco, grave un 19enne

Di redazione

E’ uscito di strada ed è stato inghiottito per decine di metri da una folta vegetazione. Si tratta di un 19enne di Colfelice (Fr) che oggi pomeriggio è stato lo sfortunato protagonista di un rocambolesco incidente stradale. Il giovane stava percorrendo a Colfelice una strada che costeggia un fitto bosco nella località La Selva quando ha perso improvvisamente il controllo della sua Lancia Ypsilon. Il mezzo si è infilato nel bosco per decine di metri tanto che i vigili del fuoco, per poterlo soccorrere, hanno dovuto abbattere alcuni alberi. Liberato dalle lamiere, il diciannovenne è stato portato sulla strada ma le sue condizioni erano talmente gravi che gli operatori del 118 hanno preferito far atterrare sul posto un elicottero e trasportarlo in un ospedale di Roma. Ad indagare sulle cause del sinistro sono i carabinieri di Pontecorvo agli ordini del capitano Pierfrancesco Di Carlo, coadiuvati dalla stazione di Roccasecca. Il mezzo è stato posto sotto sequestro ed affidato al deposito giudiziario Marinelli di Castrocielo che si è anche occupato di recuperarlo dalla boscaglia. Ermanno Amedei

19 agosto 2009 0

Influenza suina, gruppo di studenti italiani contagiati in Irlanda

Di redazione

“I nostri compagni si ammalavano e non sapevamo perché”. Così, Valentina G., studentessa di 17 anni di Cassino, racconta la disavventura durante la quale 53 suoi coetanei si sono ammalati di influenza suina durante un viaggio in Irlanda. La ragazza, il 4 agosto scorso è partita insieme ad altri 129 ragazzi di età compresa tra 16 e 17 anni provenienti da tutta Italia per un viaggio studio in Irlanda organizzato dall’istituto previdenziale a cui è iscritto il padre. La destinazione del viaggio era un college nella contea di Galway per perfezionare la lingua inglese. Alcuni giorni dopo l’arrivo, le prime avvisaglie che sembravano non essere preoccupanti. Alcuni giovani accusavano mal di gola e febbre alta fino a 39 gradi. Il timore è cresciuto ma mano che i quattro medici che erano al seguito del gruppo riscontravano le stesse sintomatologie in un numero sempre maggiore di giovani fino a contarne ben 53 tra cui anche due medici. “Lo spavento iniziale è stato di non capire cosa stesse accadendo – ha raccontato Valentina che non è stata contagiata – mentre i medici hanno iniziato a separare i malati da noi che ancora non lo eravamo. La notizia che la malattia potesse essere l’influenza suina, certamente non ci ha tranquillizzato anche se, dopo aver effettuato i tamponi e ottenuto le risultanze delle analisi, è arrivata la certezza che la malattia fosse effettivamente quella, ma in una forma leggera. I ragazzi che si erano ammalati sono rimasti chiusi per cinque giorni, anche dopo che i sintomi erano svaniti. Noi che non siamo rimasti contagiati siamo però rimasti nelle nostre stanze per due giorni”. Ieri, il gruppo dei 130 giovani è tornato in Italia, per fortuna, tutti guariti. Ermanno Amedei

19 agosto 2009 0

Ruba soldi, telefonino e sigarette da auto, arrestato

Di redazione

I Carabinieri di Bisenti (Te), hanno arrestato Idilio Rota Martier, 41enne di Teramo, per furto aggravato. I militari al comando del maresciallo Gianfranco Ciarcelluti, hanno fermato il 41enne che stamattina, ha pensato bene di introdursi all’interno di due autovetture parcheggiate in pieno centro, asportando nel primo veicolo una borsa contenente danaro contante ammontante a circa 100 Euro, un telefoino cellulare ed una macchina fotografica, mentre nella seconda autovettura l’azione delittuosa ha fruttato solo un pacchetto di sigarette perché la proprietaria, accortasi del ladro, ha dato subito l’allarme riuscendo metterlo in fuga. Immediatamente la vittima ha chiamato i Carabinieri ai quali ha fornito in maniera dettagliata le caratteristiche somatiche dell’uomo permettendo ai militari di intercettare e bloccare l’uomo traendolo in arresto. Tutta la refurtiva trovata in possesso dell’uomo è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari. Per l’arrestato si sono aperte le porte del Carcere di Castrogno in attesa dell’udienza di convalida.

19 agosto 2009 0

Cassinati sempre più poveri, la Cgil lancia l’allarme

Di redazione

Attanagliata tra cassa integrazione, crisi economica e aziende sanitarie che minacciano il licenziamento, il cassinate sta vivendo un’estata calda non soloo sotto il punto di vista meteorologico ma soprattutto occupazionale. La Cgil ne è sicura: la povertà avanza e coninvolge fasce sempre più ampie di cittadini. Nella rubrica Il Punto di Vista, il sindacalista Benedetto Truppa lancia strali contro la politica e ai politici locali che, di fronte a questa emergenza, restano immobili e abbarbicati a interessi elettoralistici.

19 agosto 2009 1

La povertà avanza, la politica resta a guardare

Di redazione

Nel Cassinate avanza la povertà che abbraccia fasce sempre più ampie di cittadini. La cassa integrazione delle Fiat e la crisi che immobilizza tutti i settori stanno raggiungendo livelli preoccupanti. La Cgil, per bocca di Benedetto Truppa lancia l’allarme. Il sindacalista in una nota stampa fa un duro attacco alla polica e agli amministratori locale. “In questi giorni, nel Cassinate, – Scrive Truppa – l’unico messaggio sensato lo ha lanciato l’Abate Vittorelli che ha richiamato la politica del territorio al senso di responsabilità proprio di chi amministra la cosa pubblica. Messaggio che mette al centro la crisi economica del territorio, a partire dal settore auto, passando alla garanzia dei diritti essenziali quali la sanità, il diritto allo studio in parole povere il diritto ad una vita decente. Nel cassinate oltre il 30% delle famiglie da un anno vive con circa 800 euro al mese, il salario della cig. Circa 3000, i licenziati dall’inizio dell’anno che hanno finito o stanno per terminare il sostegno della disoccupazione, oltre il 18% delle famiglie vive al di sotto della soglia di povertà, e circa il 5% detiene più del 40% delle ricchezze Come contro altare negli ultimi anni abbiamo assistito ad una politica dissennata, mirata solo al fare cassa, che ha danneggiato ancora di più le famiglie meno abbienti. Le iniziative popolari contro l’aumento della TARSU e contro le varie gabelle e le eccedenze emesse dall’Amministrazione Comunale hanno manifestato, ammesso ve ne fosse bisogno, il disagio sociale ed economico che sta vivendo il nostro territorio. E la politica che fa. Praticamente nulla, solo lotta di potere, gestione delle clientele, unico strumento per consolidare il bacino elettorale, rincorsa alle poltrone, non per assunzioni di responsabilità, ma per fagocitare ed utilizzare il ruolo e ampliare e consolidare il potere, Si lancia la moda della consulta dei sindaci, che si riunisce a giorni alterni che non è in grado di produrre iniziative a sostegno del territorio e nella mediocrità degli attori si limita a far stilare dal collaboratore di turno un documento che deve rispondere alla logica della politica: bisogna far finta di alzare la voce. Esempio è il documento sulla crisi economica del territorio che avrebbe dovuto chiedere con forza al Governo il raddoppio della cigo ed i finanziamenti per la cig in deroga, in virtù dei tempi sempre più lunghi per uscire dalla crisi e del disastro che la mancanza di tale provvedimento può avere su migliaia di famiglie del cassinate, e che invece si è limitato ad un consiglio al governo inconsistente e palesemente insufficiente. La CGIL da mesi, non solo partecipando attivamente a tutti i tavoli istituzionali, ma organizzando i lavoratori a protestare contro il disastro delle scelte politiche e padronali, per ultima la manifestazione a sostegno dei licenziati del San Raffaele e del diritto alla salute, è impegnata fortemente a sostenere l’economia del territorio con chiunque sia disponibile a mettere al centro i diritti dei lavoratori, dei pensionati, a sostegno di una migliore qualità della vita. Siamo pronti – concluede Truppa – se non vi saranno atti concreti a ribadire con forza le nostre richieste, nei posti di lavoro come nelle piazze ed in qualunque occasione dove sono lesi i diritti di chi con orgoglio rappresentiamo”.

19 agosto 2009 0

Caldo, tenda con aria condizionata montata dalla protezione civile

Di redazione

Dalle 10 di questa mattina è in funzione, a piazza Risorgimento una tenda gonfiabile con aria condizionata, allestita dall’associazione di volontariato Roma Aurelio, che opera come componente della Protezione Civile Regionale del Lazio. La tenda è a disposizione dei romani e dei turisti che si trovano a transitare nella zona della Capitale vicina al Vaticano e costituisce un luogo di riposo e refrigerio per tutti coloro che sono messi in difficoltà dalla forte ondata di calore che sta investendo la città in questi giorni. Nella tenda, bianca e delle dimensioni di 7 metri per 6, viene distribuita acqua alle persone che hanno problemi di disidratazione; sono presenti nella struttura cinque volontari, tutti soccorritori, in grado anche di assistere, col supporto del 118, chi necessiti di prima assistenza sanitaria. La struttura è operativa da questa mattina.

19 agosto 2009 0

Quindicenne ucciso a botte per guarirlo da… internet

Di redazione

I cinesi hanno scoperto un efficace modo per far guarire i “drogati da internet”, forse troppo radicale: uccidere a percosse gli affetti dalla dipendenza. Le autorità cinesi hanno confermato in questi giorni la notizia secondo cui un ragazzo di 15 anni, Deng Senshan, inviato dai genitori in un “campo di rieducazione per i drogati di internet”, è morto a causa delle botte “rieducative” ricevute. Quello della dipendenza da internet, per il paese asiatico sembra essere diventata una vera piaga che colpisce principalmente i giovani. Il basso rendimento scolastico del 15enne ha convinto i suoi genitori ad affidarlo ad uno dei centri che in Cina sono considerati al limite della legalità. Deng è morto il due agosto, 13 persone sono state indagate mentre il campo è stato chiuso. Altri casi simili sono stati registrati in precedenza, come quello del 14 enne ricoverato per un’emorragia all’occhio destro, ossa del torace rotte e reni mal funzionanti.