Giorno: 24 agosto 2009

24 agosto 2009 0

Punta da un calabrone, muore una 51enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una puntura di calabrone, una di quelle che fanno solo male, è stata invece ieri la causa della morte di una donna di 51 anni residente a Cassino ma originaria di Vallerotonda. Lunedì pomeriggio, dopo la puntura dell’insetto, la donna ha avvertito un malore e per questo i familiari l’hanno accompagnata al pronto soccorso a Cassino. La donna però, al Santa Scolastica, è arrivata in arresto cardio circolatorio. Il suo cuore aveva smesso di battere e i medici non hanno potuto fare nulla per rianimarla. Si è spenta così, per uno shock anafilattico causato dalla puntura dell’insetto, una donna di 51 anni. I familiari hanno presentato un esposto in procura e hanno chiesto l’autopsia per accertare le cause del decesso. Er. Am.

24 agosto 2009 0

E’ morto il giovane centauro vittima del sinistro

Di redazione

E’ morto Tiziano P. il 19enne di Vicalvi che oggi pomeriggio alle 18 si è schiantato, in sella alla sua moto acquistata appena 4 mesi fa, contro una macchina ad Atina (Fr). Lo schianto lo ha reso in fin di vita tanto che i soccorritori hanno fatto atterrare un’eliambulanza nei pressi dell’incidente per trasportarlo al San Camillo di Roma. In volo però il velivolo è stato costretto ad atterrare a Frosinone per via di un ulteriore peggioramento delle condizioni fisiche del ferito. Poco dopo, alle 19 circa, Tiziano si è spento. Er. Am.

24 agosto 2009 0

Giocate pure, tanto prima o poi..

Di redazione

Ci sono momenti, nella vita, in cui non vuoi credere più a niente. Perchè è più comodo; e poi perchè certamente sarebbe meno doloroso del volersi rimettere ancora in gioco dopo che il cuore è andato in frantumi come una grande vetrata senza colore. Decidi che puoi stare sola, che non hai bisogno di nessuno, e se qualcuno ti avvicina scegli perfidamente di mostrargli un lato asettico e distante, così le sue intenzioni – qualunque esse siano – verrebbero fin da subito scoraggiate. E pace al secchio! Ci sono volte, poi, in cui mostri, sì, quel tuo lato asettico (del tutto improvvisato, perchè tu “asettica” non lo sei stata mai..) ma il gioco, la presenza, il torpore dell’idea iniziano a piacerti. Senza neanche accorgertene, ne rimani coinvolta, poi invece te ne accorgi e scappi; poi lui corre a riprenderti e argomenta discutibili ragioni secondo le quali non ci si può più sottrarre; poi fingi di crederci ma ti dici che tanto tu sei più forte e che ne potresti uscire in qualunque momento; poi … poi … poi.. Ti ritrovi sposata. Ma che cazzo dici?! Sposata???!!! Ma non eri tu quella che diceva che il matrimonio era una formalità fine a se stessa e che non ci saresti mai cascata? Cribbio, stavi giocando, credevi di avere la fune bene in pugno e di poterla tirare e mollare a tuo piacimento e invece.. Invece sei lì, vestita di bianco, accerchiata da quattro testimoni forzuti che ti ostacolerebbero la fuga caso mai ti venisse in mente di scappare via ..ma tu alla fuga non ci pensi proprio, perchè accanto a te hai l’unico essere che desideri da sempre. E che dal momento in cui entrambi avevate realizzato questo, non aveva più alcun senso aspettare. E tutto si è realizzato con una semplicità direi imbarazzante. Lo guardi, ti guarda, sorridete, ti prende la mano e te la stringe forte e tu senti che non è mai esistito alcun doloroso passato prima di lui, perchè lui è lì da sempre e che non desidera altro che restare per sempre accanto a te. Basta un attimo, un attimo solo dopo tante amarezze, per capire che l’Amore vero non è fatto di vetro, ma è quel soffice cotone che ora avverti in fondo al cuore. Quindi? Cosa voglio dire con questo? Che perfidamente dovreste mostrare il vostro lato asettico e distante; poi il resto verrà da sè!

24 agosto 2009 0

Rapina in banca, colpo da 2 mila euro

Di redazione

Ancora un colpo in banca in provincia di Pescara. Alle 11 di questa mattina, due individui travisati con cappellini del tipo a visiera, hanno fatto irriuzione all’interno della filiale della Banca Popolare di Ancona a Roseto degli Abruzzi. Uno dei due era armato di una pistola con la quale ha minacciato gli impiegati facendosi consegnare il contenuto della cassa: circa 2 mila euro. I malviventi, quindi, sono fuggiti a piedi per le vie del centro. I carabinieri hanno immediatmente iniziato le indagini organi9zzaando posti di blocco nmelle principali vie di fuga. Al momento però, dei rapinatori, nessuna traccia. Er. Am.

24 agosto 2009 0

Operazione anti droga ed alcool, 11 giovani nei guai

Di redazione

Due arresti, due denunce e sette segnalazioni di giovani alla Prefettura; questo è il bilancio di un’operazione anti droga e alcool svolta dai carabinieri di Frosinone su tutto il territori provinciale A finire in manette è stato G. M. 29 anni di Frosinone. Il giovane, in evidente stato di ubriachezza ha tentato di opporsi al test dell’etilometro opponendo resistenza con minacce e violenza cei confronti dei carabinieri. Oltre all’arresto è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente. Un 27enne di Fumone, invece, è stato denunciato perché sorpreso alla guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. Stessa sorte per un 26enne di Isola Liri sorpreso alla guida ubriaco. Inoltre sono stati setti gli altri giovani di età compresa tra i 16 e i 32 anni, segnalati per uso di stupefacenti. Complessivamente i militari hanno sequestrato loro 2,50 grammi di cocaina e 3,50 grammi di hashish. A San Giorgio, invece, i militari hanno arrestato Giuseppe N. 44 anni del posto, perché nel suo giardino aveva alcune piante di marijuana quasi pronte per il raccolto.

24 agosto 2009 0

Si schianta con la moto, 19enne in fin di vita

Di redazione

Uno schianto terribile che lo ha reso in fin di vita. Si tratta di un centauro che, alle 18 di oggi pomeriggio, si è schiantato, in sella alla sua moto, contro un’auto in via Vandra ad Atina (Fr). Un impatto violentissimo che lo ha sbalzato a decine di metri sull’asfalto. I soccorritori, giunti sul posto, hanno capito subito la gravità della situazione ed hanno fatto intervenire un elicottero del 118. Il velivolo è atterrato proprio nella zona del sinistro ed ha caricato il ferito, pare sia un 19enne di Villa Latina (Fr) ed è decollato diretto a Roma. Durante il volo, però, le condizioni del giovane sono peggiorate ulteriormente e il velivolo è stato costretto ad atterrare con urgenza all’aeroporto Moscardini di Frosinone per permette ai sanitari del capoluogo ciociaro di stabilizzare le condizioni del ferito. Ermanno Amedei

24 agosto 2009 0

Incendi, 54 roghi nel Lazio. Il più devastante a Itri (Lt)

Di redazione

La Protezione Civile regionale è stata impegnata oggi su 54 incendi: 18 nella provincia di Roma, di cui 8 in città, 4 in provincia di Frosinone, 21 nel pontino, 10 in provincia di Viterbo e 1 in quella di Rieti. Complessivamente la giornata è stata caratterizzata da 8 grandi roghi che hanno impegnato la flotta elicotteri della Protezione civile regionale e circa 240 volontari. Le situazioni più impegnative si sono registrate oggi a Sant’Elia Fiume Rapido e a Esperia, in provincia di Frosinone, a Fondi, Itri e Gaeta in provincia di Latina, a Montalto di Castro in provincia di Viterbo, a Campagnano in provincia di Roma e nel territorio del XIII Municipio di Roma, a Canale della Lingua, dove sono intervenuti 2 elicotteri. A Itri l’incendio è andato avanti per gran parte della giornata ed è ancora attivo. Sono intervenuti volontari della Protezione Civile regionale impegnati in un territorio particolarmente impervio e coadiuvati da 2 elicotteri. Per ogni segnalazione di incendi è attivo 24 ore su 24 il numero verde della Protezione Civile regionale 803 555.

24 agosto 2009 0

Minacce e percosse alla mamma, arrestato un 25enne

Di redazione

Ha minacciato e percosso la mamma, e ha devastato la casa. Per questo, un 25enne di Alatri, era diventato l’incubo della sua famiglia. Minacce e danni erano all’ordine del giorno fino a quando sono intervenuti i carabinieri. Ieri il giovane, in evidente stato di ebbrezza, si è trovato faccia a faccia con i carabinieri che tentavano di rabbonirlo. Lui però si sarebnbe avventato contro con calci e pugni. Dopo una breve colluttazione, i militari hanno avuto la meglio e lo hanno arrestato maltrattamenti in famiglia, minacce e danneggiamenti aggravati. Il giovane è stato trattenuto nella camera di sicurezza della caserma in attesa del rito per direttissima.

24 agosto 2009 0

La contrada Vallone si aggiudica il Gonfalone

Di redazione

Il Gonfalone di Arpino 2009 è stato vinto dalla contrada Vallone con 35 punti, al secondo posto il quartiere Arco con 31 punti (2 gare vinte) e al terzo il quartiere Ponte con 31 punti (1 gara vinta). Affascinante come sempre, l’evento è stato seguito da migliaia di persone giunte ad Arpino e da tantissimi telespettatori che su Teleuniverso e via web su www.ciociariaturismo.it (i più lontani dalla Colombia) hanno seguito in diretta le due giornate dedicate al Palio di Arpino. Il sindaco di Fabio Forte al termine della manifestazione ha espresso la sua soddisfazione:”Complimenti alla contrada Vallone che dopo 10 anni riconquista il Gonfalone. Vorrei ringraziare tutti i contradaioli che con amore, passione e grande spirito di abnegazione hanno reso indimenticabile questo evento. Molto bella anche la serata dedicata ai terremotati dell’Abruzzo alla presenza degli ospiti di S. Eusanio Forconese. Quello che più colpisce di questa manifestazione è l’integrazione di vecchie e nuove generazioni, il mix di “saggezza” e “freschezza” che fa sì che il Gonfalone rimanga sempre uguale anche proiettandosi verso il futuro grazie all’interesse dei contradaioli di domani. Invito tutti a venirci a trovare ad Arpino il 21 e 22 agosto 2010 quando il Gonfalone tornerà con la 40° edizione”. “Ha vinto – afferma l’assessore al turismo Pierpaolo Gradogna – la positività della città e il Gonfalone con tutti i suoi aspetti autentici”. “Ringrazio – sottolinea il presidente dell’Associazione Gonfalone Serena Sciucca – i tantissimi volontari che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione, quest’anno organizzata tra mille difficoltà, e in particolare i rappresentanti delle contrade e quartieri, il Comune e la Pro Loco parti integranti dell’Associazione Gonfalone, i giudici dell’AICS di Frosinone per la correttezza e professionalità dimostrate e i volontari della protezione civile che, insieme a tantissimi altri cittadini, hanno contribuito al successo di questa edizione”. L’assegnazione del Gonfalone 2009 alla contrada Vallone ha messo tutti d’accordo, vincitori e vinti…questo è il Gonfalone di Arpino. Classifica finale: 1 – Vallone 35 punti 2 – Arco 31 punti (2 gare vinte) 3 – Ponte 31 punti (1 gara vinta) 4 – Colle 18 punti 5 – Vignepiane 18 punti 6 – Collecarino 17 punti 7 – Civita Falconara 14 punti Premi: Rievocazione vissuto ciociaro – Arco Rievocazione antichi mestieri – Collecarino Coreografia e correttezza – Vallone Coppia – Ponte Coppietta – Vallone Corsa con l’asino – Colle Corsa con la cannata – Arco Corsa con la carriola – Arco Corsa con i sacchi – Vignepiane Staffetta – Ponte Tiro alla fune – Vallone

24 agosto 2009 0

Il Cassino vince in trasferta nella prima di campionato

Di redazionecassino

Il Cassino sfrutta due  errori  della difesa  del  Manfredonia. La squadra di Pellegrino scende al “Miramare” con ben quattro difensori e altrettanti centrocampisti davanti alla porta difesa da Indiveri. Unico riferimento in avanti è Croce che, nel bisogno coadiuvato da Romeo e Mezgour. Il Manfredonia è ordinato, veloce nel fraseggio, anticipa e aggredisce ma difetta di precisione. Prima occasione per i padroni di casa. Mignogna taglia per Arigò che inciampa sulla palla e non riesce a concludere tutto solo davanti a Indiveri. Al 7’ Pirrone ci prova da lontano, ma il tiro è fuori. Trascorrono quattro minuti che l’estremo laziale è chiamato agli straordinari prima su Arigò, che tira da posizione defilata, e poi su Arcuri che raccoglie la respinta del portiere. I sipontini reclamano un rigore al 13’ perchè Arigò viene atterrato in area da Badan, ma l’arbitro non concede la massima punizione né ammonisce l’attaccante bianco celeste. La prima azione laziale si registra al 20’ con Croce che, da distanza ravvicinata, non può altro che tirare su Groppioni che gli ha chiuso lo specchio. Risponde Arcuri che non riesce a girare in porta un angolo di Mignogna. Al 36’ Indiveri si deve distendere per deviare una punizione diretta calciata da Mignogna. Il Cassino prende coraggio ma è goffo e impreciso sotto porta. Al 40’ Croce incoccia un ottimo traversone di Giannone, ma il tiro è centrale e Groppioni è ben piazzato. La più ghiotta occasione finisce sui piedi di Arcuri ma il tiro angolato lambisce la base del palo. Allo scadere Arigò scende sulla fascia, mette fuori causa Indiveri ma la palla si stampa sul palo. Nella ripresa il Cassino si affaccia dalle parti di Groppioni con Croce. Mister Bucaro deve correre ai ripari rinvigorendo il centrocampo con l’innesto dei più freschi Napoli e Napolitano ma è il Cassino an andare in vantaggio al quarto d’ora. Uno svarione difensivo del Manfredonia mette Gemmiti solo davanti a Groppioni che nulla può contro l’attaccante laziale. Mister Bucaro inserisce Marchano che subito si mette in evidenza anticipando Indiveri in uscita servendo la testa di Arcuri che mette alto. Dopo tre minuti Arigò, Arcuri e Marchano non riescono a correggere in rete una palla che vagava. Al 26’ il tiro di Arigò è forte ma centrale e di facile presa per Indiveri. Pessima la conclusione di Bardeggia al 36’ che tutto solo davanti a Groppioni mette alto. Sulla rimessa Marchano tenta dal limite ma il portiere laziale è attento e devia in angolo. Nel recupero Giannone raddoppia con una punizione diretta che lascia immobile Groppioni. MANFREDONIA (4-4-2): Groppioni 6; Di Pasquale 5.5, Parisi 6.5, Nossa 6, Sabatino 6; Mignogna 5.5 (11’ st. Napoli 6.5), Vitiello 6 (11’ st. Napolitano 6 ), Stella 6, Arcuri 6.5; Giglio 5 (18’ st. Marchano 6), Arigò 6. (Fortunato, Carrieri, Pisa, Luppi). All. Bucaro 5 CASSINO (4-1-4-1): Indiveri 7; Badan 5.5, Agius 6, Bianciardi 6, Martinelli 5.5; Giannone 6; Mezgour 7 (36’ st. Bonacquisti s.v.), Conti 6, Scappaticci 5 (31’ st. Bardeggia 6), Romeo 5 (10 st. Gemmiti 6.5); Croce 7. (Amadio, Morello, Oliva, Bordone). All. Pellegrino 6.5 Arbitro: Aloisi di Avezzano. Reti: 16’ st. Gemmiti, 46’ st. Giannone.

L