Distretto del tessile a Sora, il programma

5 agosto 2009 0 Di redazionecassino

Nel corso dell’incontro tenutosi  presso la sede dell’Idrotermica Parravano,  che diventerà a breve sede del Centro Servizi del Distretto dell’Abbigliamento del Tessile, il BIC Lazio, ha illustrato all’Amministrazione Comunale di Sora, rappresentata dal Sindaco Cesidio Casinelli e dal Vice Sindaco Maria Gabriella Paolacci, e alle aziende lo stato di avanzamento degli interventi previsti dal Progetto integrato per il rilancio e lo s viluppo del Distretto dell’Abbigliamento Valle del Liri a valere sulla legge 376.
Ben 4 sono i progetti integrati individuati  tra quelli proposti dagli imprenditori sui quali  si è verificato l’interesse reale e la fattibilità:
Progetto integrato 1 : Sviluppo commerciale di filiere già attive nel Distretto
Creazione di una rete di punti vendita in franchising specializzata nella vendita di abbigliamento tecnico e su misura
Creazione di una rete di punti vendita in franchising specializzata nella vendita di camiceria
Supporto allo sviluppo di iniziative di diversificazione produttiva nel Distretto
Progetto integrato 2 : Creazione di un Centro per la ricerca e l’approvvigionamento di materiali e creazione di un Centro di ideazione e stile
Progetto integrato 3: Attivazione di un Polo logistico locale per le imprese del Distretto e di altri servizi complementari
Progetto integrato 4: Progettazione e attuazione di interventi formativi a favore delle imprese del Distretto.
Su tutti questi progetti siamo già alla fase che prevede la formalizzazione dell’accordo tra Imprese Proponenti e Bic Lazio e in breve si attiveranno i “Tavoli di Distretto” dei vari progetti attraverso i quali si coinvolgeranno le imprese beneficiarie dei servizi o quelle interessate ad un coinvolgimento diretto. In itinere altri 3 progetti operativi, per quali si stanno ancora verificando, insieme con i proponenti,le condizioni di fattibilità: progetto che preveda lo sviluppo di un prodotto innovativo d’abbigliamento rivolto a committenti di grande dimensione; progetto per la creazione di una nuova società che produca e commercializzi prodotti a marchio proprio;progetto per sviluppare la filiera maglieria operativa nel distretto.
Sul fronte degli interventi finanziari, subito dopo l’estate, con un importo pari a 700.000 euro , si costituirà un fondo di co-garanzia finalizzato alla copertura degli squilibri della gestione corrente, la società di garanzia cui affidare la gestione del fondo verrà  selezionata a Settembre  attraverso un Bando pubblico. Con 300.000 euro si costituirà, invece, un fondo per gli investimenti delle start-up di sistema, con il quale dare copertura fino all’80%  ai vari piani di investimento approvati.
Si procederà infine all’individuazione del soggetto che si occuperà del governo e dello sviluppo del Centro Servizi.
Generale soddisfazione è emersa dall’incontro, sia per la validità riconosciuta ai vari progetti proposti, sia perché si continua a registrare un crescente interesse da parte delle aziende a costituire una rete , manifestando una apertura del sistema imprenditoriale alla logica di distretto.
L’Amministrazione Comunale sta procedendo all’acquisto del terreno che permetterà il collegamento tra l’ex Idrotermica  Parravano e la struttura di accoglienza di via Felci, mentre i competenti uffici comunali sono già impegnati a definire i progetti di recupero e rifunzionalizzazione dell’intero complesso industriale.