La politica diventa “geografica”, nasce il partito del Centro Italia

17 agosto 2009 1 Di redazione

Altro che sinistra e destra. In Italia la politica sembra assumere connotazioni completamente diverse da quelle che ne hanno caratterizzato la storia, verrebbe da dire: geografiche. Il futuro politico del Bel Paese potrebbe vedere gli schieramenti politici classificati come partiti del nord (Lega nord), del sud (Movimento per le Autonomie) e adesso anche del centro Italia (AutonomiaInAzione). E’ stato costituito, infatti, proprio in questi giorni, un movimento, AutonomiaInAzione appunto, che si prefigge l’obiettivo di riportare al centro della vita politica nazionale il Centro Italia per evitare che regioni come il Lazio, la Toscana, l’Abruzzo, l’Umbria e le Marche non vengano schiacciate dalle continue rivendicazioni urlate dal Nord e del Sud del Paese. Fondatori del neonato movimento politico Giovanni Bartoletti, assessore comunale di Viterbo, di area centrodestra, e da due amministratori: Alda Dalzini di Latina e Luigi Lecce di Frosinone. Anche se nasce dal Lazio, l’idea sembra essere stata sposata anche nelle altre regioni interessate e per questo si stanno costituendo i primi comitati anche in Umbria e Toscana.
Ermanno Amedei