Mistero sulla morte di una donna, il figlio indagato per omicidio

31 agosto 2009 0 Di redazione

Come è morta Lidia Bastoni, la donna di 82 anni di Ferentino (Fr) deceduta la scorsa settimana dopo due giorni di agonia nell’ospedale di Frosinone? Secondo la versione del figlio, mercoledì mattina l’anziana sarebbe caduta dalle scale procurandosi ferite alla mandibola e al volto. Un racconto però, che troverebbe grosse lacune nei fatti dato che le ferite non sarebbero compatibili con la caduta dalla scala. Inoltre, gli uomini della squadra mobile di Frosinone diretta dal vice questore Carlo Bianchi, che stanno indagando sul fatto, avrebbero appreso dai vicini di casa che i due litigavano spesso anche in modo violento. Vivevano da soli, lui 57 anni, portatore di handicap e costretto alle stampelle, lei malata da tempo. Il sostituto procuratore Coletta di Frosinone, ha disposto l’autopsia. Sarà il medico legale a stabilire se ad uccidere la donna siano state le ferite riportate mercoledì mattina, e se quelle ferite sono o meno compatibili con una caduta dalle scale. Intanto questa mattina il 57enne è stato iscritto nel registro degli indagati per l’omicidio della madre. Lui era l’unico all’interno della casa quando la donna è rimasta feriuta. A questo punto le risultanze dell’esame autoptico sono fondamentali. Gli investigatori infatti rirtengono che se l’autopsia dovesse dimostrare che le ferite fossero compatibili con il colpo inferto da un oggetto e non con la caduta dalle scale, lui potrebbe essere il responsabile di quel colpo. Insomma una morte tinta di giallo.
Er. Am.