Sesso con animali, Laziali malati di zoofilia

18 agosto 2009 0 Di redazione

Donne disposte a pagare 300 euro per avere rapporti sessuali con un cavallo, tutto mentre una telecamera riprende l’avventura sessuale, oppure, oltre ai soliti cani di grossa taglia, anche maiali o pollame. Nel Lazio è allarme zooofilia (Termine che designa anche la pratica, da parte degli uomini, di accoppiarsi con gli animali – Wilkipedia) e a lanciarlo è Lorenzo Croce, presidente Aidaa. La perversione sessuale fa proseliti in ogni provincia e complessivamente sono 7 le denunce nel Lazio contro chi ha chiesto di far sesso con animali: 5 a Roma, una a Latina e una a Frosinone. Secondo la stima degli animalisti sarebbbero cinquemila zoofili nel Lazio e mille solo a Roma. Emblematico è l’esperimeto fatto sui internet con alcuni annunci civetta. In un paio di giorni sono arrivate 514 richieste di disponibilità dal Lazio: 112 da Roma tutti uomini mentre dieci donne del resto della Regione hanno espresso la loro voglia di far sesso con un animale.