Sisma d’Abruzzo, la gara di solidarietà per costruire le case

6 agosto 2009 0 Di redazione

Con la firma delle convenzioni fra la Protezione Civile nazionale e la Banca d’Italia e con il comitato “Un aiuto subito”, sono state individuate puntualmente e concretamente le opere che saranno realizzate grazie alle donazioni raccolte per la popolazione colpita dal terremoto, nell’ambito del progetto C.A.S.E (Complessi Antisismici Sostenibili ed Ecocompatibili). Gli oltre 8 milioni di euro donati dalla Banca d’Italia saranno utilizzati per la realizzazione di tre edifici antisismici ed una porzione, pari al 50% dell’intero valore, di un’ulteriore quarta costruzione nell’area di Bazzano, dove sono in avanzato stato di realizzazione 21 edifici. Gli stabili saranno ultimati entro il mese di settembre e ospiteranno le famiglie che hanno visto la propria abitazione distrutta dal terremoto, tra cui quelle di dipendenti della Banca d’Italia. Le donazioni fatte dai lettori del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport e gestite dal Comitato “Un aiuto subito”, per due milioni e mezzo di euro si trasformeranno entro il mese di settembre in un gesto concreto di solidarietà: per quella data, infatti, è prevista la consegna agli aquilani di alcuni degli appartamenti realizzati nell’area di Bazzano con i fondi del Comitato “Un aiuto subito”.