Ucciso in casa a calci e pugni per 5mila euro

12 agosto 2009 0 Di redazione

Hanno ucciso un uomo per portar via appena 5 mila euro. E’ il bottino di una rapina messa a segno questa notte da un gruppo di malviventi a Vairano Patenora in provincia di Caserta, a pochi chilometri dal confine con la regione Lazio e con il Cassinate. L’irruzione nella casa in cui dormivano Bartolomeo Casparrino, un bidello 50enne, e sua madre, è avvenuta alle 3 del mattino. Il gruppo ha legato l’uomo ad una sedia con il nastro adesivo e lo ha fatto oggetto di percosse di ogni tipo per costringerlo a dire dove aveva nascosto il danaro. A raccontare ai malviventi dove le banconote fossero nascoste, è stata l’anziana donna nel tentativo di sottrarre il figlio a quel barbaro trattamento. Ottenuto ciò che volevano, i rapinatori sono fuggiti con 5 mila euro ma il 50enne è morto poco dopo a causa delle percosse.
ermanno amedei