Giorno: 10 settembre 2009

10 settembre 2009 0

Bollettino incendi, sono stati 45 i grandi roghi oggi nel Lazio

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La giornata di oggi ha fatto registrare 45 incendi nel territorio regionale del Lazio. Di questi 15 si sono verificati in provincia di Roma, 15 in provincia di Latina, 8 in provincia di Viterbo, 5 in provincia di Frosinone e 2 in provincia di Rieti. Sono sette i roghi più estesi, che hanno richiesto l’intervento di elicotteri o Canadair, mentre in tutto si sono mobilitate 130 associazioni della Protezione civile regionale, per un totale di circa 400 volontari. Sette gli incendi boschivi che hanno richiesto l’intervento della protezione civile regionale. A Castelforte, in provincia di Latina, è intervenuto un elicottero e due associazioni di volontari. A Formia sono intervenuti 4 elicotteri e 3 associazioni di volontari A Montalto di Castro (Vt) hanno partecipato alle operazioni di spegnimento un elicottero e 2 associazioni di volontari. A Fiamignano (Rieti) sono intervenuti un elicottero, un Canadair e due associazioni di volontari. A Belmonte in Sabina, in provincia di Rieti, un elicottero e due associazioni. A Sant’ Andrea del Garigliano (Fr) un elicottero, un Canadair e un’associazione. A Pastena, sempre in provincia di Frosinone, due associazioni stanno tuttora lavorando per spegnere le fiamme di un incendio boschivo con l’aiuto di un elicottero della protezione civile regionale. Per ogni segnalazione di incendi è attivo 24 ore su 24 il numero verde della Protezione Civile regionale 803 555.

10 settembre 2009 0

Tredici milioni di euro per i comuni colpiti dal terremoto, ecco l’elenco

Di redazione

Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha firmato, in qualità di Commissario delegato, i decreti relativi al trasferimento di oltre 13 milioni di euro ai comuni abruzzesi, anche non inclusi nel cosiddetto “cratere”, che hanno subito danni a seguito del terremoto. Il decreto prevede che le risorse stanziate siano utilizzate dai comuni in parte per la rimozione di situazioni di pericolo ancora presenti nel territorio a causa del sisma ed in parte per le riparazioni degli immobili lesionati. Per gli otto comuni che sono stati integrati nel “cratere” lo scorso 20 luglio (Bugnara, Cagnano Amiterno, Capitignano, Fontecchio, Montereale, Colledara, Fano Adriano e Penna Sant’Andrea), è previsto uno stanziamento di 750.000 ciascuno, la stessa cifra messa a disposizione dei 49 comuni precedentemente individuati, in cui erano stati rilevati danni per l’intensità del sisma pari o superiore al sesto grado della scala Mercalli. Fa eccezione il Comune di L’Aquila, che ha ricevuto stanziamenti commisurati alle notevoli criticità causate dal terremoto. Per i comuni della Regione Abruzzo compresi nel territorio dei Centri Operativi Misti che, sulla base dei rilievi macrosimici effettuati dai tecnici della Protezione Civile nazionale, hanno subìto danni inferiori al sesto grado della scala Mercalli (vedi elenco allegato), è stato previsto il trasferimento di 250.000 euro ciascuno da utilizzare, anche in questo caso, per la rimozione di situazioni pericolo e per la riparazione degli immobili danneggiati dal sisma. ELENCO COMUNI BENEFICIARI Aielli, Anversa degli Abruzzi, Avezzano, Calascio, Cansano, Castel Castagna, Celano, Collepietro, Corfinio, Cortino, Crognaleto, Introdacqua, Isola del Gran Sasso, Massa d’Albe, Molina Aterno, Pacentro, Pettorano sul Gizio, Pratola Peligna, Prezza, Raiano, Rocca Santa Maria, Roccacasale, San Benedetto in Perillis, Secinaro, Sulmona, Teramo, Torricella Sicura, Valle Castellana, Vittorito

10 settembre 2009 0

La “ricetta” di Confartigianato per rilanciare il centro storico

Di redazione

Istituire un assessorato ed un comitato di gestione per al centro storico. Sono solo due delle proposte inserite nel progetto di riqualificazione e rilancio del centro storico, presentato ieri pomeriggio da Confartigianato Frosinone all’assessore al turismo e sviluppo economico del comune di Frosinone Stefania Martini. Il progetto per il centro storico di Frosinone è stato messo a punto da Confartigianato che da sempre è sensibile alle problematiche e all’importanza dei centri storici per ogni città, specialmente se si tratta di capoluogo di provincia, in particolar modo dopo le violente polemiche che hanno imperversato l’estate appena trascorsa quando l’amministrazione comunale di Frosinone è stata accusata di aver poco incentivato la vitalità del centro storico, a fronte di una “movida che non c’è” come da definizione di Augusto Cestra, presidente dell’Associazione. Era presente egli stesso, insieme al coordinatore del sistema Confartigianato imprese Frosinone, Marcello Bellano, mercoledì pomeriggio nell’incontro con la Martini. Come già annunciato in un precedente incontro con l’amministrazione, infatti, Confartigianato ha preparato una bozza che analizza le attuali carenze del centro storico e lancia nuove proposte tutte inserite all’interno di un percorso operativo dove la punta di diamante è l’istituzione di un comitato di gestione in grado di coinvolgere associazioni ed enti nel programmare, coordinare e promuovere iniziative del centro storico; stimolare le attività commerciali, delineare una linea strategica di sviluppo, in collaborazione con il comune. Adesso questo è fattibile a maggior ragione viste le nuove opere urbanistiche che hanno ridato respiro al centro: il parcheggio multipiano e l’ascensore inclinato.

10 settembre 2009 0

Maltempo, in arrivo vento forte e temporali

Di redazione

Il passaggio di una perturbazione alimentata da correnti più fresche provenienti dai Balcani determinerà nelle prossime ore condizioni di tempo instabile con venti forti, temporali e fenomeni localmente intensi nel sud del Paese, in particolare sulla fascia ionica, nelle estreme regioni meridionali e sulla Sicilia. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dal pomeriggio di oggi, giovedì 10 settembre, venti molto forti da Nord sulle regioni meridionali e sulla Sicilia ai quali saranno associate mareggiate lungo le coste esposte. Si prevedono, inoltre, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale ed attività elettrica sulle estreme regioni meridionali e sulla Sicilia. A quanti abbiano programmato escursioni o attività nautica diportistica, si consiglia di seguire con attenzione l’evoluzione delle condizioni meteo per valutare la fattibilità dell’attività pianificata. Durante il fine settimana si registrerà tempo moderatamente instabile anche sulle regioni adriatiche, lungo i rilievi alpini, sulle zone appenniniche meridionali e sulla Sardegna. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

10 settembre 2009 0

Controlli a tappeto, allontanate le “facce” sospette

Di redazione

Il foglio di via obbligatorio (F.V.O.) si conferma ottimo strumento per mantenere sotto controllo il territorio, ed in questi i controlli dei carabinieri nella provincia di Frosinone si sono intensificati. Nel capoluogo ciociaro la scorsa notte, i Militari del NORM della locale Compagnia hanno denunciato in stato di libertà C.L., 34 enne domiciliato a Castro dei Volsci, per guida in stato di ebbrezza alcolica. Il prevenuto, alla guida della propria autovettura, sottoposto al test alcolimetrico, è risultato con un tasso alcolemico superiore ai livelli consentiti dalla normativa vigente. Sempre a Frosinone gli stessi carabinieri del NORM hanno intercettato e controllato V.M. 19 enne domiciliata nella Capitale, mentre adescava occasionali clienti per prestazioni sessuali. Ricorrendo i presupposti di Legge, la prevenuta è stata proposta per l’irrogazione del F.V.O. Ad Isola del Liri, i militari della locale stazione hanno intercettato e controllato G.G. 46 enne, già censito, e C.A. 41 enne, entrambi domiciliati in Ceprano, i quali con fare sospetto si aggiravano nei pressi di attività commerciali di Isola del Liri. Ricorrendo i presupposti di Legge, i prevenuti sono stati proposti per l’irrogazione del F.V.O. A Monte San Giovanni Campano, i militari della locale stazione hanno intercettato e controllato I.P. 46 enne domiciliato a Frosinone, già censito, il quale con fare sospetto si aggirava nei pressi di abitazioni isolate del comune di Monte San Giovanni Campano. Ricorrendo i presupposti di Legge, il prevenuto è stato proposato per l’irrogazione del F.V.O.

10 settembre 2009 0

Terremoto, firmato il protocollo d’intesa con gli albergatori per accogliere le famiglie

Di redazione

È stato firmato oggi tra il Commissario delegato per l’emergenza terremoto in Abruzzo, Guido Bertolaso, la Regione Abruzzo e il coordinamento delle associazioni di categoria del turismo e della ricettività un protocollo d’intesa che integra la convenzione stipulata all’indomani del sisma per garantire l’accoglienza dei nuclei familiari fuori casa. Le associazioni di categoria si sono impegnate a mettere a disposizione del Commissario, entro 10 giorni, almeno il 75% dei posti letto esistenti nel capoluogo e nei comuni limitrofi, allo scopo di garantire la sistemazione dei cittadini aquilani per il tempo necessario al rientro delle famiglie nelle proprie abitazioni. Per agevolare le sistemazioni alloggiative temporanee sarà organizzato presso la Direzione di Comando e Controllo della Protezione Civile a Coppito un servizio di coordinamento di tutte le prenotazioni, sul modello di quelli già esistenti per l’accoglienza sulla costa.

10 settembre 2009 0

Il terremoto fa scoprire un affresco del 400

Di redazione

Ancora un ritrovamento. Ancora un affresco venuto alla luce in maniera casuale e a seguito dei lavori di sgombero e messa in sicurezza dei monumenti danneggiati dal sisma del 6 aprile scorso. Dopo il caso della Chiesa di San Pietro Apostolo ad Onna, ieri un altro splendido affresco è stato scoperto sull’altare maggiore della Chiesa dell’Addolorata nel cuore del centro storico dell’Aquila. La squadra dei VVFF, coordinati dall’Ing. Mauro Caprarelli, e dei tecnici dell’Ufficio del Vice Commissario per la tutela del Patrimonio Culturale e di Legambiente, coordinati dalla Dott.ssa Veronica de Vecchis, nell’ambito dell’intervento di recupero delle opere d’arte ancora conservate nella Cappella dell’Addolorata ad aula unica e attualmente gestita dall’omonima Congregazione, gravemente danneggiata dal terremoto, hanno scoperto la parte superiore di un prezioso ed inedito affresco databile intorno alla fine del XV secolo. Durante la rimozione della pala dell’altare maggiore ci si è trovati di fronte alla raffigurazione di una trinità, la composizione scoperta fino ad ora presenta due angeli con panneggi molto ampi che volano sopra la testa del Padre Eterno che, gli occhi abbassati e tristi sembra guardare al Figlio Crocifisso. L’opera si trova sul muro cui poggia l’altare maggiore e ad un primo esame si ipotizza che essa continui dietro l’altere stesso visto che l’attuale è posto ad una quota più alta rispetto al precedente della chiesa che, in origine, era intitolata proprio alla Trinità. Per la neo Soprintendente ai Beni Storico Artistici per l’Abruzzo, Lucia Arbace, si tratta di una scoperta importante “… che ad una prima analisi si può riferire ad periodo immediatamente successivo alla peste che flagellò L’Aquila nel 1478, che è poi la stessa datazione posta alla base del San Sebastiano di Silvestro dall’Aquila conservato, fino al sisma dell’aprile scorso, al Museo Nazionale d’Abruzzo. Inoltre nel luogo dove si trova la chiesa dell’Addolorata, sorgeva in questo periodo il più grande ospedale dell’Aquila. Un dramma come quello del terremoto – continua Arbace – apre così uno spaccato su un altro dramma di circa cinque secoli precedente e su una società che reagisce inserendosi a pieno, grazie ad una committenza ricca ed illuminata, nell’importante filone del rinascimento italiano”.

10 settembre 2009 0

Cassino, un attraversamento pedonale di sicurezza su corso della Repubblica

Di redazionecassino1

Un attraversamento pedonale di sicurezza denominato “Sure crossing” è in corso di installazione, su corso della Repubblica, nelle adiacenze della chiesa di S. Antonio. “Si tratta di uno strumento in grado di aumentare la sicurezza degli attraversamenti pedonali incanalando i cittadini all’interno di un percorso obbligato direttamente sulle strisce pedonali. E’un esperimento – secondo l’assessore alla manutenzione Gianfranco Petrillo – completamente a costo zero per il Comune, le cui risultanze consentiranno di valutare con certezza l’efficacia della struttura”. Consta di: una segnaletica indicante la presenza dell’attraversamento, due lampeggianti gialli sempre in funzione alimentate da un pannello fotovoltaico per allertare gli automobilisti e transenne-guida per i pedoni. La struttura intima attenzione agli automobilisti e sono particolarmente utili in caso di nebbia, pioggia e scarsa visibilità in genere. “Se l’esperimento darà risultati positivi – prosegue Petrillo – altre strutture similari potranno essere installate in corrispondenza degli attraversamenti stradali più a rischio della città, come nella zona Colosseo, via Garigliano, Corso della Repubblica, via Sferracavalli, etc.”. F.P.

10 settembre 2009 0

Riapre la scuola media “G. Conte”

Di redazionecassino1

Dopo gli allarmismi dei mesi scorsi, le proteste dei genitori e la perizia di un tecnico, l’ing. Umberto Sabatini, che ha escluso danni strutturali all’edficio, riapre la scuola madia ” G. Conte”. Si è svolta stamane l’inaugurazione del plesso di via XX settembre. Il nuovo anno scolastico, quindi, inizierà regolarmente negli edifici ristrutturati. Questa mattina, alla presenza del dirigente scolastico prof. Fernando Fiorillo, si è svolta la tradizionale cerimonia di inaugurazione con taglio del nastro a sugello della fine di un periodo che ha creato non pochi disagi alle famiglie, ai ragazzi ed agli insegnanti costretti a terminare il precedente anno scolastico nei locali della scuola media “G. Diamare”. Soddisfazione è stata espressa del prof. Fiorillo, che ha anche sottolineato la fine dei disagi per tutti gli utenti. F. Pensabene

10 settembre 2009 0

Controllo dei carabinieri, cinque denunce

Di redazione

Lavoro a pieno regime per l’Arma del Comando Provinciale di Isernia che nelle ultime 24 ore ha inoltrato alla competente Autorità Giudiziaria ulteriori cinque denunce per reati vari. In dettaglio, i militari della Stazione di Monteroduni a conclusione di indagini hanno segnalato alla Procura di Isernia tre extracomunitari, un 27enne Albanese domiciliato in provincia di Caserta e due Romene residenti nel Lazio che hanno utilizzato un telefono cellulare trafugato circa un anno fa nel corso di un furto in una abitazione sita in quel centro. Gli stranieri dovranno rispondere del reato di ricettazione. A Venafro i militari del Nucleo Radiomobile nell’attività di prevenzione e sicurezza stradale, hanno inoltrato all’A.G. due denunce connesse alla guida in stato di ebbrezza accertata mediante apparecchio etilometro, con conseguente ritiro delle patenti di guida e sequestro dell’autoveicolo. Un trend di reati, quest’ultimo, che non accenna purtroppo a diminuire anche in questa provincia nonostante l’inasprimento delle sanzioni penali che il legislatore nel decorso agosto ha provveduto a rimodulare per infrenare la piaga del fenomeno dei gravi sinistri che purtroppo sempre più spesso minano la sicurezza della collettività sulla strada.