Lotta al “rossetto” illegale, la finanza sequestra centinaia di prodotti femminili

14 settembre 2009 0 Di redazione

Il mercato illegale del make up femminile nel mirino della guardia di finanza. A Fiuggi le fiamme gialle hanno effettuato un controllo in un esercizio commerciale del centro. L’attività comjmerciale in questione è di proprietà di cinesi così come la merce venduta ha produzione asiatica. Circa 400 pezzi tra rossetti, ciprie e quant’altro occorre per il classico “Make Up” femminile, di fabbricazione cinese sono stati sequestrati. Gli oggetti non riportavano nessuna dicitura in lingua italiana, come prevede la normativa sul consumo, ed oltretutto non erano certificati dalla Comunità Europea. Secondo quanto riportato da i militari probabilmente queste sostanze finalizzate ad un uso prettamente femminile e che sono solite entrare in contatto con la pelle umana, potrebbero risultare nocive, in quanto non debitamente certificate dalle autorità competenti Italiane. Nel corso del sequestro sono stati rinvenuti anche altri oggetti di chiara provenienza cinese non conformi alla normativa comunitaria e nazionale, e pertanto anche questi ultimi posti sotto sequestro. Il gestore del negozio è stato segnalato agli organi competenti, e dovrà pagare allo Stato una multa salatissima.
Nella stessa operazione i militari di Frosinone hanno sottoposto a sequestro centinaia di confezioni di profumo contraffatte riportanti la dicitura di noti marchi di moda.