Sommersi da 10 milioni di ore Cassa Integrazione

12 settembre 2009 0 Di redazione

Da Benedetto Truppa, della Cgil Frosinone, riceviamo e pubblichiamo
“Altro che ripresa in Provincia di Frosinone, la crisi continua, forte l’aumento di Cassa Integrazione, circa 10 milioni di ore, nei primi 8 mesi dell’anno.
Purtroppo nonostante le rassicurazione del Presidente del Consiglio, i dati della crisi nella Provincia di Frosinone sono drammatici, un’intera economia allo stallo senza, ad oggi, alcun segnale di Frosinone.
Basta solamente leggere i dati relativi alla CIGO ed alla CIGS dei primi otto mesi dell’anno, autorizzata in Provincia di Frosinone e confrontarli con lo stesso periodo del 2008 per rendersene conto.
Da Gennaio ad Agosto del 2009 sono state autorizzate 8.163.207 ore di CIGO a fronte delle 1.333.996 dello stesso periodo del 2008 con un aumento del 611,94%, e 2.934.643 di CIGS a fronte delle 1.842.782 dello stesso periodo del 2008 con un aumento del 69,26%.
Dato ancora più sconcertante se analizzato con il dato complessivo del Lazio dove il totale delle ore di CIGO è pari a 12.804.967 e le ore di CIGS sono 22.398.749.
Siamo in Italia la prima Provincia in termini percentuali per numero di addetti, triste primato, ad aver utilizzato più ore di ammortizzatori sociali.
Ogni lavoratore in CIG nei primi otto mesi ha dovuto rinunciare ad una quota salariale pari a circa 4000 euro, con ovvie ripercussioni su tutto il sistema economico della nostra Provincia.
Nonostante questi dati a cui vanno sommati i circa 3000 lavoratori licenziati, le decine di aziende e attività commerciali chiuse, ancora c’è qualcuno che fa finta come se questa crisi non esistesse.
I dati sopra elencati, 10 milioni di ore di cigo, rischiano di essere solo una parte del dramma che si apprestano a vivere oltre 10 mila lavoratori della nostra Provincia.Tra qualche mese non potranno più usufruire della CIGO, in quanto hanno superato le 52 settimane nel biennio, e si aprirà per loro il baratro del licenziamento.
Da mesi la CGIL sta con forza chiedendo il raddoppio delle settimane di cigo e lo stanziamento delle quote previste per la cassa in deroga. Strano, ma questo Governo continua a dire che i soldi per gli ammortizzatori sociali ci sono ma ad oggi ha stanziato solo 1, 5 miliardi di euro a fronte degli otto previsti.
E’ evidente che con questi dati il tavolo convocato il 21 settembre, dal Presidente della Provincia, per il Comitato per lo sviluppo avrà come prima richiesta della CGIL una forte azione nei confronti del Governo per raddoppiare il periodo di cigo e coprirne i finanziamenti. Provvedimenti urgenti questi per governare la crisi, garantire il futuro di migliaia di famiglie, e non far crollare l’economia della Provincia di Frosinone”.