Tentano l’incursione malavitosa in Molise, fermati dai carabinieri

16 settembre 2009 0 Di redazione

Notte movimentata per quattro malavitosi in trasferta nel territorio del Molise. Il tentativo di infiltrazione nella regione di quattro persone evidentemente in viaggio per commettere attività illecita predatoria, è stato bloccato sul nascere dagli uomini dell’Arma della Stazione Carabinieri di Sesto Campano (Is) che, nella tarda serata di ieri nell’esecuzione di un posto di controllo sulla importante strada Statale di accesso al Molise dalla provincia di Caserta, a Sesto Campano Scalo, davano l’alt ad una Audi 8 che, dapprima accennava a rallentare per fermarsi al controllo ma, repentinamente invertiva la marcia per fare dietro front verso il Casertano. I militari si ponevano all’immediato inseguimento dell’autovettura attivando l’apposito piano provinciale di allarme. Ai prevenuti, con il fiato sul collo degli uomini dell’Arma che li inseguivano a vista, non rimaneva altro che abbandonare la potente autovettura nella campagna adiacente la statale in loc.Presenzano Scalo e darsela a gambe nella vasta pianura circostante approfittando dell’oscurità.
L’autovettura risultata rubata due giorni precedenti in provincia di Frosinone veniva recuperata per la restituzione al legittimo proprietario mentre una vasta battuta effettuata con i rinforzi sopraggiunti, nell’arco dell’intera nottata sino alle luci dell’alba sull’ampia pianura attraversata dal Volturno, dava esito negativo per la ricerca dei fuggitivi. Un messaggio forte per la malavita “itinerante” da parte dell’Arma che è sempre pronta a prevenire le infiltrazioni malavitose sul territorio a tutela delle laboriose popolazioni Molisane.
E sempre i militari della Stazione di Sesto Campano hanno segnalato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria nel corso di un controllo nella giornata di ieri, finalizzato a verificare l’osservanza delle norme per la sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro, tre persone di una ditta edile della provincia di Caserta, intenti ad operare in un cantiere privato senza fare uso dei dispositivi di sicurezza personali.