Volevano far saltare un palazzo con un ordigno artigianale

6 settembre 2009 0 Di redazione

Una ciercostanza misteriosa ed anche iquitante quella che si è verificata nella notte tra sabato e domenica a Pontecorvo in via Dante Alighieri. Ignoti hanno incendiato dei cartoni in prossimità di un palazzo abitato da alcune famiglie. I finanzieri della compagnia di Cassino, al comando del capitano Vincenzo Ciccarelli, impegnati in un servizio di controllo in occasione di una manifestazione automoibilistica, sono pronntamente intervenuti con un estintore in dotazione riuscendo a spegnere le fiamme. Hanno però scoperto che quel cartone era una sorta di detonatore dato che dal cunmulo di materiale incendiato, partiva una striscia di liquido infiammabile che, come una miccia, portava direttamente a tre bombole del gas. SSarebbe potuta essere una vera tragedia. A questo punto i finanzieri hanno dato il via ad un’indagine per stabilire i motivi di quell’attentato. La palazzina in questione è stata oggetto, molti hanno fa, di una confisca ad una organizzazione criminale, riacquistata da tempo da un privato. Non si esclude però che il gesto possa essere stato compiuto da bulli a caccia di idiozie.
Er. Am.