Giorno: 8 ottobre 2009

8 ottobre 2009 0

Maltempo, temporali a nord e sul Tirreno, poi al centro su

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’arrivo di una perturbazione atlantica determinerà a partire da domani un progressivo peggioramento delle condizioni meteorologiche sull’Italia, con temporali che interesseranno dapprima le regioni nord-occidentali e la Toscana per estendersi con il passare delle ore anche al nord-est. Nel fine settimana si prevede che il maltempo si sposterà sul medio e basso versante tirrenico, per coinvolgere infine nella giornata di domenica anche il resto del meridione. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalle prime ore di domani, venerdì 9 ottobre, precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale anche di forte intensità, sulle regioni nord-occidentali e sull’alto Tirreno, che interesseranno anche localmente la Sardegna. I fenomeni potranno essere accompagnati da forti raffiche di vento ed attività elettrica. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

8 ottobre 2009 0

Decennale dell’Atina Doc nelle cantine della Val di Comino

Di redazione

Arte, Artigianato, Zampogne, Vino e Cannellino: questi gli ingredienti della 2° edizione di Atina Doc nelle cantine della Val di Comino, la manifestazione a cura del Comune di Atina e di Ciociariaturismo che domenica 11 ottobre 2009 animerà le vie, le piazze, le cantine e i vigneti della Val di Comino. Sarà questa l’occasione per festeggiare i 10 anni del marchio Doc, la denominazione di origine controllata, assegnata al Cabernet di Atina, riconoscimento per cui molti si sono battuti, primo tra i quali Giovanni Palombo (probabilmente prossimamente il marchio Doc verrà sostituito da quello Dop). La manifestazione, alla sua seconda edizione e calendarizzata alla seconda domenica di ottobre, vuole essere un esempio positivo di turismo enogastronomico in una valle che ha da offrire moltissime attrattive per un turismo di qualità. Per l’evento saranno aperte due belle cantine cominensi: la cantina Tullio a Gallinaro e la Ferriera ad Atina. A disposizione dei turisti quattro navette che dalla Pro Loco nel centro storico di Atina porteranno alla scoperta delle due aziende vitivinicole dove si potrà degustare gratuitamente il prezioso vino doc. Per gli amici dei cavalli il raduno è alle ore 8.30 presso gli impianti sportivi di Atina. Inoltre, sono in programma delle visite guidate del centro storico di Atina che sarà animato da una mostra di artigianato e prodotti tipici e da un concerto zampogna e ciaramella con Gianni Perilli. Le iniziative continueranno con “Buon Compleanno Atina” il 23 e 24 ottobre, con un convegno promosso da GAL di Alvito che vedrà partecipare tutti i produttori, concerti con Ambrogio Sparagna e Gianni Perilli e il premio “Giovanni Palombo”. La manifestazione verrà promossa con una nuova rubrica di Teleuniverso e Ciociariaturismo “Ciociaria Bella e Buona”, 600 secondi dedicati alle eccellenze della provincia di Frosinone. L’assessore al turismo Ivan Tavolieri e il sindaco Fausto Lancia invitano tutti gli amanti del bello e buono a visitare Atina e le cantine della Val di Comino. Programma: SABATO 10 Ottobre ‘09 • Ore 17:00: Convegno sul tema “l’artigianato con fonte di reddito” Sala palazzo Ducale DOMENICA 11 Ottobre ‘09 • Ore 10:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00 Degustazioni di Vino Doc Cabernet di Atina nelle Cantine: La Ferriera e Tullio NAVETTA CON PARTENZA DALLA PRO LOCO Escursioni a cavallo tra le vigne di Atina Doc, a cura dell’ Ass. Cavalieri di Montagna. Info: 339.77 94 079 Visite guidate al centro storico di Atina: Museo Civico Archeologico, Palazzo Ducale: mosaico guerriero Sannita , Mostra fotografica – storica Cartiera Fratelli Visocchi, Cantina museo Visocchi (Le Cannardizie), Mostra artigianato e prodotti tipici nel centro storico • Ore 13:00 – Pranzo tipico nei ristoranti di Atina • Ore 16:30 – Zampogne e Atina Doc nelle Cantine: La Ferriera e Tullio • Ore 18 .30 – Palazzo Ducale concerto zampogna e ciaramella con Gianni Perilli

8 ottobre 2009 0

Mezzo chilo di hashish nel magazzino di casa, arrestato un 25enne

Di redazione

A Guarcino (Fr), ieri sera, i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto Claudio R., 25 enne del posto. Ad un controllo dei militari il giovane è stato sorpreso con 53 grammi di hashish. Le operazioni hanno portato i carabinieri ad eseguire una perquisizione anche all’abitazione del giovane ed hanno permesso di rinvenire ulteriori 5 panetti di hashish del peso complessivo di 500 grammi circa. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e l’arrestato dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Frosinone.

8 ottobre 2009 0

Ladro di tubi arrestato dai carabinieri

Di redazione

A Patrica (Fr), i carabiniri della Stazione di Supino hanno tratto in arresto Mauro P. 54 enne domiciliato in Ceccano (Fr), già censito, perché responsabile di furto aggravato. L’uomo, dopo aver forzato un cancello, di un deposito di materiali, ha asportato tubolari e profilati in alluminio del valore di 10 mila euro circa. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita al legittimo proprietario. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Frosinone.

8 ottobre 2009 0

Sciame sismico, chiuse le scuole in tre comuni

Di redazione

Mentre continua lo sciame sismico nella valle di Comino, uno scossa di magnitudo 2.4 è stata registrata alle 15.33 di oggi, nei comuni di Broccostella, Campoli e Posta Fibreno, da domani e, fino a martedì i plessi scolastici rimarranno chiusi per precauzione. Si tratta di scuole materne, medie ed elementari.

8 ottobre 2009 0

Sciame sismico, parlano i tecnici della protezione civile e dell’Ingv

Di redazione

Nessuno può dire con certezza se lo sciame sismioco che sta i8nteressando Sorano e Cassinate siano un avvertimento per scosse più forti. Lo dicono a chiare note i responsabili della protezione civile e i tecnici dell’istituto nazionale di Geofisica di Roma. “Non siamo in grado di prevedere terremoti e, allo stato attuale, neanche nella condizione di poter dire se questo sciame sismico, che manteniamo comunque sotto controllo come tutti gli altri in Italia, sia da considerare normale o preoccupante”. A parlare è un addetto spampa della sala situazione della protezione civile di Roma. “Lavoriamo in sinergia con l’Istituto Nazionale di geofisica e Vulcanologia proprio per mantenere il più possibile monitorate queste situazioni”. Stesse domande le abbiamo poste ai tecnici della sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e vulcanologia di Roma: “Il fenomeno é monitorato. Vediamo cosa succede studiando anche la micro attività, quelle scosse cioè che non vengono percepite dalle popolazioni perché di magnitudo molto basso e che sono frequenti nella zona proprio perché è zona sismica”. Chiediamo allora se questa attività di eventi sismici di magnitudo superiore, cioè il ripetersi frequentemente di terremoti veri e propri sia normale oppure no. “E’ normale che una zona sismica abbia questo tipo di sismicità, – rispondono i tecnici dell’Ingv – poi se da questa situazione possa esserci un fenomeno sismico più potente, questo non possiamo saperlo. Sappiamo però che la zona tra il sorano ed il cassinate è sismica e classificata come di fascia uno, cioè la più attiva delle tre fasce con cui classifichiamo il territorio nazionale, per cui viene monitorata attentamente”.

8 ottobre 2009 0

Sciame sismico, l’associazione Codici chiede verifiche agli edifici pubblici

Di redazione

“Le ultime due scosse sismiche di magnitudo 3.5 e 3.4 – si legge in un comunicato dell’associazione Codici – sono state registrate questa notte in provincia di Frosinone dall’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia. Nelle ultime 60 ore, gli eventi sismici importanti sono stati numericamente 9 con magnitudo da 1,8 a 3,5 , ma i rilevamenti dell’istituto nazionale di Geofisica attestano oltre 110 fenomeni nell’area interessata. Nonostante dalle verifiche della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose e al di la dell’importanza della non prevedibilità di questi eventi – dichiara Luigi Gabriele, Segretario CODICI Provincia di Frosinone- riteniamo auspicabile che gli organismi preposti si attivino in maniera coordinata per verificare quanto gli enti locali dell’area siano preparati per i piani di emergenza straordinaria e la loro eventuale organizzazione in caso di eventi disastrosi. Considerando che il numero di comuni interessati è decisamente elevato e che il numero degli abitanti della zona indicata risulta superiore a 100.000 abitanti, invitiamo la Protezione Civile a verificare lo Stato degli edifici pubblici interessati dal sisma”.

8 ottobre 2009 2

Terremoto, la paura nei commenti dei lettori

Di redazione

A torto o a ragione, la gente è fortemente preoccupata per lo sciame sismico che sta interessando il Sorano ed il Cassiante. Molti temano che si possano ricreare le stesse condizioni dell’aquila, quando, prima della scossa del 6 aprile, l’aquilano era stato interessato da un continuo susseguirsi di scosse di basso magnitudo. Intendiamoci: non siamo noi a poter affermare che ci sia pericolo o meno; non è il nostro compito. Noi riportiamo solo la cronaca delle scosse di terremoto che, lo ricordiamo, da quando è iniziata con insistenza martedì sera, non ha fatto danni, e la preoccupazione della gente che lascia in calce agli articoli relativi ai terremoti, i propri commenti. Alex stamattina ha scritto (inviato il 08/10/2009 alle 8:23:15) “Nel giro di una settimana le scosse sono state 129 tutte localizzate nella zona di Campoli Appennino. Al di là della semplice cronaca sarebbe opportuno che gli Enti preposti si preoccupassero di informare correttamente la popolazione con il compito primario di proteggerne l’incolumità, anche a costo di farla dormire in tenda se non si è in grado di prevedere l’evoluzione, benigna o maligna, di questo sciame sismico. L’Aquila non ha insegnato ancora niente? Grazie e distinti saluti”. Massimo invece: (inviato il 08/10/2009 alle 9:57:01): “condivido pienamente l’analisi di alex. le lacrime del giorno dopo non servono a nessuno (vedi anche messina)”. Poi Marco: (Inviato il 08/10/2009 alle 10:17:05) “E’ impossibile sapere se vi sarà un’evoluzione benigna dello sciame (come a Sulmona) oppure maligna (come all’Aquila). Il fatto preoccupante è che la terra trema ad intervalli di 8 ore tra una scossa o coppia di scosse. Vi è come la sensazione che la terra si carichi per 8 ore e poi si scarichi. Il rischio è che faccia una scossa potente, non neghiamo. Sono d’accordo sull’opportunità di installare tende per far dormire la gente. Non dimentichiamo che Sora e dintorni è zona ultra sismica, e che il terremoto del 1915 di Gioia-Avezzano la colpì duramente, vi furono migliaia di morti a Sora. Lo sciame non va sottovalutato”. A seguire Emilia di Sora : (inviato il 08/10/2009 alle 10:37:59) “MIA FIGLIA MARTINA VIVA DAL CENTRO DELL’AQUILA TERREMOTATA. OGGI MI CHIEDO NESSUNO CI SPIEGA QUELLO CHE STA SUCCEDENDO E COME DOVREMO COMPORTARCI PERCHE’ LE ISTITUZIONI NON SPIEGANO AI CITTADINI? STANOTTE SU FACEBOOK DUE RAGAZZI IN CONTATTO: PREPARIAMOCI AD ALLESTIRE TENDOPOLI A SORA”. L’ultimo commento è di Martina: (inviato il 08/10/2009 alle 12:42:47) “Adesso fate la stessa cosa dell aquila tranquillizzate i cittadini dicendo ” è uno sciame sismico”…. uno sciame sismico che ha fatto 300 morti e una città distrutta…..Sora è una zona sismica, vorrei pregare GLI ENTI interessati di prendere più seriamente il terremoto e con esso le vite umane…Il terremoto è un evento imprevedibile ,è vero, ma non è MAI giusto tranquillizzare in presenza di esso proprio perchè è tanto imprevedibile. Condivido pienamente ciò che dice alex è opportuno informare correttamente la popolazione”. Insomma, la paura è tanta e forse qualche informazione istituzionale in più sarebbe necessaria.

8 ottobre 2009 0

Truffe e furti agli anziani, si indaga su tre rom

Di redazione

Il più vile dei reati è quello che si commette ai danni degli indefesi e, spesso, gli indifesi sono persone anziane. Lo sanno bene i carabinieri della compagnia di Lanciano (Ch) che per arginare il fenomeno delle truffe e furti agli anziani, ed anche per indivuiduare gli autori delle malefatte commesse, si rivolgono alla cittadinanza perché vengano segnalati fatti sospetti. Tutto quanto prende spunto da un furto messo a segno da alcuni nomadi nella casa di una copèpia di anziani di Casoli, prima raggirati e poi derubati di a cui erano legati dal punto di vista affettivo. A Casoli, quindi, nella contrada da Ripitella, presso il casolare abitato dalla coppia di anziani, ieri mattina si è presentata una donna, giovane e di corporatura robusta, che diceva di essere una incaricata della ASL, che doveva verificare come la coppia trattava la raccolta differenziata all’interno della stalla. Con questo pretesto si è diretta con la coppia. Attigua alla stalla, però, vi è la porta della casa che la donna, intanto, aveva lasciata aperta. La nomade aveva in mano un’agenda e fingeva, mentre i signori spiagavano come differenziavano i loro rifiuti, di prendere appunti, poi, ad un tratto, le è squillato il telefono ed è andata fuori a rispondere ma senza farvi più ritorno. Solo allora l’anziana donna ha realizzato di essere stata vittima di qualche brutto “scherzo” e si è recata di corsa in casa, scoprendo suo malgrado che i soldi e l’oro erano spariti. Catenine di lei e del marito, anelli tra cui anche quello del loro fidanzamento: tutto quanto si era letteralmente volatilizzato con i soldi che la donna aveva messo da parte. Allertati i Carabinieri di Casoli e di Castel Frentano coordinati dal tenente Palma Lavecchia, hanno fermato un’autovettura con a bordo tre nomadi; all’interno c’era una ragazza, una donna più matura ed un uomo. Dalla perquisizione effettuata sulla ragazza vengono trovati i soldi, esattamente delle stesse pezzature descritte dalla donna derubata, ma mancava l’oro e il riferimento a qualcosa che fornisca un riscontro certo. Quindi, nonostante l’anziana donna, recatasi presso la caserma di Castel Frentano per sporgere denuncia, ha riconosciuto la nomade – che intanto, sperando di non essere riconosciuta si era cambiata la maglia e sciolti i capelli – e riconosce il fermaglio con cui li teneva legati e l’agenda su cui aveva finto di prendere appunti (e sull’agenda, in effetti, vengono trovati gli scarabocchi che vi aveva fatti), non è stato comunque possibile arrestarli, ma solo denunciarli a piede libero. Inoltre, a carico dell’uomo, che aveva fornito anche false generalità, risultavano molti precedenti specifici. Dopo aver lasciato l’anziana coppia, i tre nomadi si sono spostati a Castel Frentano (Ch), dove, vagando per l’agro in prossimità del paese, si sono avvicinati a più di un casolare col pretesto di chiedere se vi fossero case in affitto, probabilmente nell’intento di individuare nuove vittime. Per questo i carabinieri chiedono collaborazione alla gente del posto, Ciè se a qualcuno sia capitato fatti simili, di modus operandi analoghi, o se ha ricevuto visite da soggetti ambigui e per pretesti strani, e successivamente si sia reso conto che qualcosa gli era stata, intanto, sottratta, o sia in grado di riferire un qualunque elemento utile alla individuazione di analoghe situazioni; nel qualcaso può rivolgersi alla compagnia carabinieri di Lanciano Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Lanciano chimando il numero 0872.722700.

8 ottobre 2009 0

Mostra a New York dell’artista cassinate Lucio Salvatore

Di redazione

Il prossimo 13 ottobre l’artista cassinate Lucio Salvatore inaugura una nuova mostra a New York nella galleria di Mulberry Street 201. Sarà una rassegna della sua nuova produzione di opere originali su temi filosofici e artistici. Intanto un suo lavoro realizzato con sangue su plexiglass è stato venduto dalla famosa galleria d’arte Sotheby’s insieme a quello di altri grandi artisti per sostenere la New York Academy of Art fondata da Andy Warhol e presieduta da Eileen Guggenheim. Sui giornali americani questa la notizia pubblicata. New York, NY – October 13 will be the first presentation of Lucio Salvatore 2009 Artworks. The artist will privately receive friends, collectors and curators as if he would be opening his studio doors for the first time after a season of production. Salvatore chooses New York to start the series of presentations that will bring his works around Europe and South America. Blood on Plexiglas is the media, and for the first time Salvatore’s line from abstractions draws figures of female and male bodies captured in the moment of creation: Eros, The generating force that creates life. For further information and press inquiries please contact info@luciosalvatore.com The New York Academy of Art presents its Annual Art Auction Benefit, Take Home a Nude. The event will honor artist John Currin, and will feature cocktails, music, dinner, and both a silent and live auction at Sotheby’s New York of drawings, paintings, photographs, and sculptures by both emerging and leading contemporary artists, including Ross Bleckner, Eric Fischl, Jeff Koons, James Nares, Jenny Saville, Kenny Scharf and Lucio Salvatore.