Giorno: 17 ottobre 2009

17 ottobre 2009 0

Vendeva droga già pronta nella siringa, arrestato

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Fiuggi (Fr), i carabinieri della locale Stazione, nel corso di un servizio predisposto per contrastare il fenomeno dello spaccio e del consumo di stupefacenti hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, A. A.,40enne di Fiuggi, resosi responsabile di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato è stato sorpreso mentre cedeva ad un giovane tossico dipendente del posto una siringa che, è poi risultata contenere una droga di sintesi del tipo “buprenorfina”, gia’ preparata e pronta all’uso. Nell’immediatezza dell’intervento sono state recuperate nr. 2 (due) siringhe, di cui già utilizzata e l’altra pronta per l’utilizzo, contenenete analoga sostanza. Dalla successiva perquisizione domiciliare eseguita sono state rinvenute 13 (tredici) pillolle della medesima sostanza di vario dosaggio e 5 siringhe integre, tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro giudiziario. Il tossico dipendente e’ stato segnalato all’u.t.g di frosinone ai sensi dell’art. 75 dp. 309/90, mentre l’arrestato, espletate le formalita’ di rito, e’ stato associato presso la casa circondariale di frosinone.

17 ottobre 2009 0

Videocon, 1290 operai sull’orlo del licenziamento

Di redazione

Anagni (Fr) – Videocon, aperta procedura di mobilità per 1.290 dipendenti I 1290 dipendenti della Videocon di Anagni sono arravati sul baratro della disoccupazione. L’azienda di proprietà indiana, infatti, inaspettatamente ha aperto la procedura per la messa in mobilità dell’intero organico. La notizia è stata resa nota dal sindacato Ugl-Chimici. Da tempo i lavoratori sono in cassa integrazione e il Governo aveva chiesto tempo per valutare alcune offerte di acquisizione dell’azienda. La proprietà indiana, invece, avrebbe accelerato inaspettatamente i tempi. “Siamo indignati – ha dichiarato Enzo Valente segretario provinciale Ugl-Chimici – l’azienda aveva preso l’ impegno di non prendere alcuna iniziativa. Sono stati disattesi tutti gli impegni”.

17 ottobre 2009 0

Muore a 65 anni, sospetto caso di morbo mucca pazza

Di redazione

Il sospetto che il morbo della mucca pazza possa aver fatto una vittima a Lanciano (Ch) è nato in seguito al decesso di un uomo di 65 anni avvenuto l’11 ottobre scorso nell’spedale Renzetti dove l’uomo era ricoverato da fine settembre. Un sospetto che i medici hanno sempre avuto e che sembrava trovare conferme anche dai continui accertamenti fatti, tra cui l’elettroencefalogramma. La Asl Lanciano-Vasto, sul proprio sito internet ha pubblicato: “Il primario dell’Unità Operativa di Neurologia Dr. Umberto Colangelo specifica che il paziente deceduto, un 65enne dell’area frentana, è arrivato in reparto il 24 settembre con sintomi sospetti che hanno indotto il personale medico, anche in seguito all’elettroecefalogramma, a ipotizzare il morbo di Creutzfeldt-Jakob, malattia di cui esistono diverse forme, una soltanto riconducibile alla variante umana del cosiddetto morbo della mucca pazza. Di conseguenza è stato effettuato il prelievo del liquor e un campione è stato inviato all’istituto di Neuropatologia del Policlinico di Verona che ha confermato la malattia di Creutzfeldt-Jakob. L’11 ottobre scorso è sopraggiunto il decesso e di conseguenza è stata eseguita l’autopsia, così come previsto nei casi di morbo di Creutzfeldt-Jakob. Un campione del tessuto cerebrale è stato inviato all’Istituto di Anatomia Patologica dell’Università di Bologna per accertare la forma di malattia che ha colpito il paziente. I risultati definitivi si avranno fra 45 giorni. Al momento non vi è nessun pericolo di contagio. Nel reparto di Neurologia sono state immediatamente messe in atto le normali procedure di decontaminazione e disinfezione, così come previsto anche dallo stesso Istituto Superiore di Sanita, e il caso è stato segnalato alle autorità sanitarie preposte.

17 ottobre 2009 0

Mercato del sabato, controlli a tappeto da parte della polizia

Di redazione

Sono in corso, da questa mattina, controlli mirati al mercato di Cassino (Fr). Glia genti di polizia del commissariato, unitamente ai vigili urbani, stanno procedendo al controllo dei commercianti extracomunitari. Sarebbero 20, al momento, le persone controllate e per una è scattata l’espulsione dal territorio nazionale. Per le altre situazioni si stanno effettuando controlli dal punto di vista comemrciale relativamente alle licenze e alla merce in vendita. Er. Am.

17 ottobre 2009 0

Aeroporto di Fiumicino, gli ambientalisti chiedono campagna di rilevamento indipendente

Di redazione

Di fronte ad un inquinamento acustico ed ambientale gravissimo delle aree adiacenti l’aeroporto di Fiumicino, ADR presenta due progetti di espansione e delle attività, che probabilmente comporteranno il raddoppio di strutture e voli esistenti, tutto in aree interne alla Riserva del Litorale Romano. Infatti dopo la proposta di ampliamento verso est, per il quale il Comune di Fiumicino ha chiesto la deperimetrazione della Riserva del Litorale Romano, ADR ha presentato una nuova proposta di ampliamento verso Ovest, che si sovrappone alla pineta di Coccia di Morto (ed ecco spiegato perché si sono tagliati i pini centenari) e alle Vasche di Maccarese. Si configura così un danno ambientale di proporzioni epiche, che di fatto azzera la Riserva del Litorale nel versante di Fiumicino.Ma soprattutto si prefigura una vita d’inferno per tutti i cittadini del Quadrante da Ostia a Fiumicino, Focene, Fregene e Maccarese. E’ probabile che si voglia trasportare il low-cost a Fiumicino e dunque avremmo centinaia e centinaia di nuovi voli. Già oggi chi abita a Focene conosce i drammatici effetti dell’inquinamento: rumore assordante e benzene a pioggia. Ma certamente si vorrà approfittare dell’ampliamento dell’aeroporto anche per realizzare nuove urbanizzazioni, case e centri commerciali. Gli ambientalisti del Litorale Romano invocano il rispetto dei cittadini e dell’ambiente e la tutela della loro salute. Chiediamo l’avvio di una campagna di rilevamento seria e non controllata solo da ADR. Chiediamo alle Amminisrtrazioni competenti di non approvare proposte di ampliamento che porterebbero poco sviluppo ed avrebbero come unico risultato condizioni di vita impossibili per i cittadini di ostia e Fiumicino.

17 ottobre 2009 1

Festa del Lago di Canterno, ragazzi protagonisti

Di redazione

Giovedì 16 ottobre 2009 seconda giornata della 2° Festa del Lago di Canterno con i ragazzi delle scuole medie di Torre Cajetani, Trivigliano, Ferentino, Fiuggi e Fumone. Presso l’Agriturismo Le Giunchette gli studenti hanno assistito alla presentazione del video documentario “Canterno storia di un lago” alla presenza del curatore Walter Culicelli, hanno assaggiato una merenda tipica (pane e prosciutto) e hanno scoperto la vecchia fattoria in trenino. Il presidente della Riserva Paolo Coladarci ha risposto a tutte le domande che i bambini gli hanno rivolto, rimanendo colpito dalla loro oculatezza, e si è impegnato a fare da ambasciatore presso le autorità che si riuniranno domenica. Per l’occasione i ragazzi hanno realizzato dei temi sul loro rapporto con il lago di Canterno che saranno esposti presso l’Ecoalbergo di Porciano domenica 18 ottobre. Tra questi, il tema di Andrea Celeste Addesse della classe 4° Pasciano che scrive: “Il Lago di Canterno si trova a Fiuggi ed è circondato dai comuni di: Ferentino, Fiuggi, Fumone, Trivigliano e Torre Cajetani. Esso si è formato nell’800 a causa di un fenomeno carsico. Esso è lungo 2000 metri, occupa 1824 ettari di acqua ed è profondo 25 metri. E’ circondato da tante montagne e una di queste montagne si chiama Porciano, sopra la quale ci sono dei resti di un castello. Sotto queste montagne ci sono inoltre delle grotte carsiche che si sono formate con il lago. Intorno a questo lago ci sono tanti uccelli l’airone, lo svasso, il gufo reale, i gufi comuni, le gazzette e ci sono anche i molluschi, gli anfibi, i pesci, i rettile e i mammiferi. Non bisogna: tagliare gli alberi, non inquinare l’acqua e non pescare. Esso è l’unico lago che si trova a Fiuggi. Le persone possono andare a fare una passeggiata, un pic-nic o anche solo a riposarsi. Quando sono andata al lago con i miei genitori ho visto tanti tipi di animali. Sono andata lì per fare un picnic e quando gli animali hanno sentito l’odore sono venuti tutti vicino a me. Sono molto contenta di essere qui alla festa del lago con le mie maestre ed è la seconda volta che vengo qui e di questo sono felice”. Un altro tema interessante è stato scritto da Alice Virgili, sempre della classe 4° Pasciano: “Il lago di Canterno è circondato da diversi paesi: Ferentino, Fiuggi, Fumone, Trivigliano e Torre Cajetani. Esso ha una grande fauna e una vasta flora, come gli uccelli, i rettili, gli anfibi, i pesci, i molluschi e tantissimi tipi di piante. Questo lago è profondo 25 metri, lungo 2000 metri e si estende per 1824 ettari d’acqua. Esso è nato nell’800, grazie a un fenomeno carsico che ha dato origine a delle grotte dentro le montagne circostanti. Una di queste montagne che si chiama Porciano mantiene ancora i resti di un castello. L’ambiente è molto pulito, perché è un’area protetta, anche se quando i turisti vanno a fare i picnic, buttano i rifiuti nel lago, però grazie alle guardie forestali che non lo permettono. Il lago di Canterno è importante perché la sua acqua viene usata per produrre energia idroelettrica nella centrale di Tufano. L’acqua è un bene prezioso perché ci serve a vivere e noi non dovremmo sprecarla e inquinarla. Questa festa per il lago di Canterno viene fatta ogni anno. Io penso che sia giusto perché è importante manifestare l’importanza di questo lao che è l’unico vicino a noi. Per noi questo lago è una risorsa preziosa, per fare le nostre passeggiate, perché il clima è mite e perché il paesaggio è bello. Oggi sono molto felice perché è la prima volta che guardo un lago così importante con i miei compagni e con le mie maestre”. Ma i ragazzi non hanno solo scritto dei temi, hanno anche dato qualche consiglio per migliorare la Riserva come realizzare un parco giochi attrezzato e sicuro per bambini, aumentare il numero delle panchine e dei tavoli da picnic, posizionare nell’area dei bagni pubblici, organizzare incontri e manifestazioni sportive, istituire navette di collegamento tra Fiuggi e il lago e ripulire tutta l’area naturale.

17 ottobre 2009 0

Un altro sequestro preventivo per il poligono

Di redazione

nel pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Pontecorvo hanno notificato ai responsabili della sezione locale di tiro a segno un ulteriore decreto di sequestro preventivo, questa volta per la violazione del reato di “lesioni personali colpose”, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Cassino della struttura situata a Pontecorvo in località S. Esdra. Il giudice, con la convalida del provvedimento d’urgenza dei Carabinieri, il 9 ottobre, aveva già emesso un decreto di sequestro preventivo perchè ha ritenuto che “il poligono fosse attivo ed operativo sulla scorta di una dichiarazione contenente attestazioni che risultano false”. Questo ulteriore decreto di sequestro è stato emesso perchè, in considerazione della mancata agibilità della struttura e della inosservanza delle necessarie condizioni di sicurezza, si ritiene che ci sia “correlazione tra l’infortunio subito il 1 ottobre e il mancato rispetto delle prescrizioni di sicurezza sotto il profilo della mancata predisposizione di tutti gli accorgimenti atti ad evitare che i frequentatori possano avere incidenti”.