Giorno: 21 ottobre 2009

21 ottobre 2009 0

Operatore del 118 aggredito durante un intervento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ stato malmenato durante un intervento. Si tratta di un operatore del 118 di Cassino (Fr) che, alcune sere fa, è intervenuto, insieme ad alcuni colleghi, a bordo di un’ambulanza, per soccorrere un anziano colpito da malore in un comune della Valle dei Santi. Pare che, l’ambulanza giunta sul posto, ha trovato animi esagitati. Mentre gli altri operatori si occupavano del malato, il conducente dell’ambulanza stava chiamando la centrale per una comunicazione quando, i parenti dell’anziano, pensando ad una telefonata privata, lo hanno aggredito e pestato. L’uomo avrebbe riportato colpi al volto e in altre parti del corpo ed è stato costretto a ricorrere, a sua volta, alle cure dei colleghi. Er. Am.

21 ottobre 2009 0

Gasolio agricolo, 34 aziende sanzionate e una denuncia

Di redazione

Ben 34 aziende agricole di Ceprano, sottoposte a controllo da parte della guardia di finanza hanno fatto uso di gasolio in agevolazione d’imposta, non osservando l’obbligo di presentare la dichiarazione dei consumi per l’anno 2008, che doveva avvenire entro il 30 giugno 2009. Per questo i titolari delle aziende sono stati sanzionati. In un caso però, un imprenditore è stato denunciato per il reato di contrabbando di “gasolio agricolo agevolato”. Il gasolio per questi usi viene chiamato “agevolato” in quanto il suo costo è mediamente di 70 centesimi di euro anziché 1,10 euro al litro ed i titolari delle aziende autorizzate lo prelevano, mediante appositi “Libretti di Controllo” Utenti Motori Agricoli rilasciati dagli Enti locali preposti, presso depositi autorizzati. Per prevenire gli abusi derivanti da un impiego illecito di questo gasolio, le norme prevedono l’adempimento di incombenze contabili e tra questa anche la dichiarazione giustificativa del consumo del carburante agricolo agevolato da effettuarsi entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di riferimento e di utilizzo.

21 ottobre 2009 1

Nove cani avvelenati, l’Anpana sulle tracce del killer

Di redazione

Un killer di cani è in azione a Sant’Ambrogio sul Garigliano (Fr). Sono ben nove i casi riscontrati di animali trovati morti. Un gruppo si è lasciato morire nel pieno centro storico del paese, altri invece, hanno trovato la forza di allontanarsi fino a raggiujngere le periferie e là sono rimasti esanimi. A lanciare l’allarme è un residente che ha attivato la sezione Anpana di Cassino. I volontari di Francesco Altieri si stanno attivando per risalire alle cause delle morti. Con tutta probabilità, però, si tratta di polpette avvelenate che, ignoti, hanno distribuito indistintamente a cani randagi e anche a cani padronali. Probabilmente la presenza di branchi, dovuti alla stagione dell’accoppiamento, ha infastidito qualcuno. Il fenomeno si era già ripetuto alcuni anni fa quando, con lo stesso sistema, vennero uccisi ben sette animali. Insomma, il killer di “fido” è tornato. Ermanno Amedei

21 ottobre 2009 0

Il premio Lawrence a due studentesse dell’ateneo di Cassino

Di redazionecassino

Due studentesse  dell’Università di Cassino,  Alessia Seminara  e Stefania Chietini,  hanno vinto il premio “L’Italia di Lawrence” giunto alla terza edizione ed organizzato dall’associazione “Casa  D.H.Lawrence” di Picinisco. Hanno analizzato nelle loro tesi di laurea l’attività letteraria dello scrittore inglese che nel dicembre del 1919 soggiornò nel piccolo centro della Valcomino ospite della famiglia Cervi in località Serre.  Le due neo laureate sono state premiate nel corso di un convegno letterario svoltosi presso la Casa Lawrence gestita dalla famiglia Pacitti presenti  i  relatori  Sean Matthews, direttore del D.H.Lawrence Centre Research di Nottingham, i professori  Gaetano Giuseppe Castorina della Sapienza di Roma,  Renzo D’Agnillo dell’Università di Pescara,  Carla Comellini dall’Università di Bologna. Per la sezione  scuole superiori ha vinto il premio il  Liceo artistico di Frosinone per la realizzazione di un quaderno dal titolo “Ciociaria letteraria nelle pagine di Alberto Moravia, Elsa Morante, Tommaso Landolfi, Giuseppe Bonaviri, David Herbert Lawrence”, docente referente Maria Scerrato. L’Associazione  in collaborazione con Casa Lawrence ha indetto già  il nuovo bando per l’anno scolastico 2009- 2010 diretto agli studenti che vogliano realizzare progetti sulla valorizzazione del territorio attraverso lo studio delle pagine del romanzo di Lawrence. Gli studenti potranno scegliere  un elaborato pittorico-grafico, fotografico, multimediale o opere originali di altro genere. La manifestazione è  organizzata in collaborazione con il laboratorio Arte e Diritto dell’Università di Cassino, Regione Lazio, Provincia di Frosinone,  Comune di Picinisco e l’associazione  Lawrence. Nel 1919, durante il suo viaggio  al confine tra il Lazio e l’Abruzzo, lo scrittore inglese David Herbert Lawrence giunse nella Valle di Comino. A Londra, anni prima, aveva conosciuto Orazio Cervi, giovane contadino emigrato da quella terra in cerca di fortuna, divenuto poi modello per pittori e scultori di fama. Cervi accoglieva l’amico scrittore in quella che sarebbe divenuta Casa Lawrence. Il paesaggio cominense, apparso agli occhi di Lawrence “angusto e sbalorditivamente primordiale”, esortò il romanziere inglese a terminare il romanzo “La ragazza perduta”. I luoghi incontaminati della Valle e la dimora in cui trovò ospitalità divennero lo scenario della storia d’amore dei protagonisti Ciccio ed Alvina. La dimora storica, oggi fedelmente restaurata, è stata riconosciuta “bene di interesse particolarmente importante” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il piccolo borgo montano continua ad accogliere numerosi studiosi, artisti e turisti che, come Lawrence, trovano l’ispirazione per creare i loro lavori o approfondire i loro studi vivendo la suggestiva atmosfera del paesaggio. Il Premio intende riscoprire, attraverso lo sguardo del celebre scrittore, l’agreste bellezza della realtà piciniscana, forte delle sue tradizioni popolari, storiche, ed etnoantropologiche e del suo ricco patrimonio naturalistico ed artistico. Domenico Tortolano

21 ottobre 2009 0

Un ostello, un monacato e un parco fluviale per rilanciare tre comuni

Di redazione

Promuovere e sostenere, attraverso un concorso di idee, progetti concreti di sviluppo economico e sociale nei comuni fino a 5mila abitanti, con particolare riguardo per i piccoli centri in situazione di marginalità e per quelli di montagna. Questi i criteri ispiratori di una delibera approvata recentemente dalla Giunta regionale che ha messo a disposizione risorse per complessivi 872mila euro destinati a otto progetti presentati da diversi comuni del Lazio selezionati attraverso il bando regionale dal titolo “Diamo gambe alle idee dei piccoli comuni per lo sviluppo locale”. Il bando pluriennale è stato predisposto utilizzando criteri innovativi, con l’intento di stimolare gli stessi Comuni a elaborare idee e aiutandoli in una seconda fase, con il supporto tecnico della Società Sviluppo Lazio, a trasformarle in progetti. Nella provincia di Frosinone, in particolare, sono stati selezionati e finanziati tre progetti: A Casalattico verrà ristrutturato un edificio scolastico dismesso nella frazione montana di Montattico per adibirlo ad ostello e renderlo idoneo ad accogliere la numerosa comunità emigrata ancora oggi fortemente legata a Casalattico. L’intervento è stato finanziato con 150mila euro. A Castrocielo è stato destinato un finanziamento di 130mila euro per un intervento di recupero e ridestinazione di un antico e storico edificio denominato “Monacato” di proprietà comunale. Scopo del progetto è di destinare tale edificio ad attività di tutela, conservazione e valorizzazione dei beni archeologici. Vi saranno allestiti depositi e laboratori per supportare i lavori di scavo già avviati nella zona dall’università del Salento e parte dei locali saranno destinati a foresteria per studenti e ricercatori. A Villa Latina viene finanziato con uno stanziamento di 36mila euro, un progetto per la realizzazione di un parco fluviale lungo il torrente Mollarino-Melfa attraverso la bonifica e la sistemazione dell’alveo e degli argini del fiume. Sulla sponda destra è prevista la tracciatura di un sentiero con aree di sosta, piccoli centri visita, punti ristoro mentre, su quella sinistra, si vogliono effettuare interventi per la riqualificazione delle attività agricole già esistenti. Le due sponde saranno collegate con piccoli ponti-passerella a basso impatto ambientale.

21 ottobre 2009 0

Polizia, il Silp chiede una migliore organizzazione del personale

Di redazione

“Siamo stati costretti ad inviare una nuova nota al Questore di Frosinone ed alla Segreteria Nazionale del SILP per la CGIL, in quanto, nonostante numerosi solleciti e richieste di intervento, la situazione dell’Ufficio P.G.S.P. della Questura (Volanti, Poliziotto di Quartiere) non è migliorata, anzi, semmai è peggiorata”. A parlare è il segretario generale provinciale del Silp-Cgil Marco GALLI. “Al di là della necessità di una generale riorganizzazione dell’Ufficio e di una rivalutazione del ruolo straordinario svolto nell’ambito dei servizi di Polizia, occorre potenziare l’organico, anche attraverso il recupero di quegli operatori di polizia, attualmente, preposti a settori di pertinenza del solo ruolo tecnico. Si sacrificano le Volanti o il Poliziotto di Quartiere per non toccare certi santuari, con un generale indebolimento della presenza sul territorio della Polizia di Stato. Non può continuare ad andare avanti in questo modo, occorre dare risposte al personale che quotidianamente opera su strada per conto dello Stato ed anche al bisogno di sicurezza di questa provincia. Lo ripeto da tempo che i cittadini pagano le tasse, non per avere improbabili ronde, ma un efficiente servizio di prevenzione delle forze di polizia, che, in questo momento, ad eccezione dello straordinario impegno dei singoli operatori, non viene asscicurato. Auspichiamo che il Questore già da subito recepisca finalmente le denunce del SILP per la CGIL e le istanze della gente quindi, compatibilmente con la generale carenza di organico degli uffici della Questura, intervenga anche attraverso il recupero di ogni risorsa attualmente impiegata in settori non di pertinenza dei poliziotti ma del personale del ruolo tecnico. La sicurezza è un diritto, e chi amministra un’Istituzione importante come la Polizia di Stato ha il dovere di farlo nel miglior modo possibile, nell’esclusivo interesse dei cittadini”.

21 ottobre 2009 0

Maltempo, temporali e venti forti su gran parte della penisola

Di redazione

La perturbazione di origine atlantica giunta sul nostro Paese dalle prime ore di questa mattina, come annunciato nell’avviso meteo emesso nella giornata di ieri, persisterà sulla penisola italiana anche domani, insistendo sulle regioni del nord per poi estendersi alle regioni centro-meridionali e alle due isole maggiori, portando con sé precipitazioni diffuse, accompagnate da forti raffiche di vento. Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che prolunga ed estende quello emesso ieri e che prevede precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, dapprima sulle regioni settentrionali e su quelle del versante tirrenico (comprese le due isole maggiori), in successiva estensione a quelle del versante adriatico e del settore ionico. Le precipitazioni potranno risultare ovunque abbondanti e saranno accompagnate da venti forti dai quadranti meridionali, con possibili mareggiate lungo le coste esposte, su tutto il versante tirrenico, sulle coste ioniche, sulle Marche e sulla Puglia, con successiva rotazione, venerdì 23 ottobre, dei venti da Maestrale su Sardegna e Sicilia. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

21 ottobre 2009 0

Terremoto, allestiti gli uffici di coordinamento

Di redazione

Prosegue la serrata attività degli uffici di coordinamento, allestiti dalla Protezione civile regionale presso i locali del Genio civile di Frosinone, in Viale Mazzini, per far fronte allo sciame sismico che sta interessando il sorano. Oltre a costituire un punto di incontro e di affluenza di tutti i dati rilevati dai soggetti impegnati (Dipartimento Protezione civile Nazionale , Protezione civile Regione Lazio, Provincia, Genio Civile, Vigili del fuoco, tecnici comunali), il coordinamento è a disposizione anche dei cittadini, che possono contattare gli uffici per qualunque segnalazione o richiesta di informazioni al numero 0775.851237 oppure via email, scrivendo a ufficiocoordfr@regione.lazio.it . Domani si riunirà il primo gruppo di lavoro, quello di ingegneria sismica, che si occuperà di analizzare le schede tecniche su edifici pubblici e scuole che sono stati presentati dai comuni e avvierà il programma di ricognizioni speditive che valuteranno la vulnerabilità sismica degli edifici stessi. Venerdì 23 sarà la volta della commissione Piani di Protezione civile, che raccoglierà i piani comunali e, in particolare, le indicazioni delle aree di sosta al fine di predisporre la necessaria cartellonistica. Martedì 27 ottobre, infine, si riuniranno i presidi delle scuole per stilare, insieme alla protezione civile regionale coordinata da Maurizio Pucci, un programma di incontri informativi e di esercitazioni antismiche che interesseranno nel breve periodo gli alunni delle scuole.

21 ottobre 2009 0

Detenzione illegale di armi, arrestato 43enne

Di redazione

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Isernia, nella tarda serata di ieri hanno tratto in arresto un disoccupato 43enne residente in un paese della provincia per il reato di detenzione di armi clandestine. L’uomo che circa due anni fa era stato oggetto di decreto di divieto di detenzione armi emesso dall’Autorità di Pubblica Sicurezza, nel corso di un controllo presso l’abitazione è stato trovato in possesso di due fucili cal.12 con matricola abrasa, di una carabina ad aria compressa e di altre parti di armi lunghe da fuoco, che sono stati sottoposti a sequestro unitamente a svariate cartucce. L’uomo dopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Ponte S.Leonardo del capoluogo Pentro.

21 ottobre 2009 0

Aeroporto di Frosinone, da Codici 10 domande per Marrazzo

Di redazione

Dall’Associazione Codici Riceviamo e pubblichiamo: “Di recente sulla questione aeroporto di Frosinone si fa un gran vociare, soprattutto da parte dei cosiddetti sostenitori del No e del SI. La questione è enormemente complessa e i cittadini si trovano in obiettiva difficoltà nel capire con esattezza le ragioni a favore e quelle contro. In questo contesto, considerando la grave situazione ambientale dell’area, l’Associazione CODICI si rivolge direttamente al Presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, porgendogli alcune domande affinché possa chiarire le posizioni della Regione in merito a questa vicenda. Per semplicità abbiamo predisposto 10 domande su argomenti per noi ritenuti fondamentali al fine di fornire ai cittadini della Provincia di Frosinone una visione chiara sulla vicenda dell’Aeroporto. 1: Quanti sono i cittadini che rientrano nel perimetro della valle del Sacco e che sono soggetti a malattie di natura tumorale? 2: Quali sono le forme tumorali che investono tali cittadini e di che patologie si tratta? 3. Con esattezza che percentuale del perimetro della Valle del Sacco verrà inserito nell’area aeroportuale? 4. Quanti voli giornalieri vi saranno nel nuovo indefinito impianto aeroportuale, e quanto ognuno di questi voli inciderà sulle emissioni di gas e altri elementi inquinanti sia nell’etere che sul suolo? 5.Che interventi di ripristino ambientale sono stati fatti fino a questo momento dal Commissario per l’emergenza Valle del Sacco, in che misura e in che quantità hanno inciso sul ripristino della qualità ambientale? 6. Come si intende affrontare “la necessità della preventiva “VALUTAZIONE AMBIENTALE STARTEGIA” prevista dalla delibera 234 del 7 aprile 2009? 7 Come mai l’ASI di Frosinone ha emesso la variante al PRG per l’inizio del procedimento di esproprio apparentemente senza la preventiva valutazione di impatto ambientale? 8 Come considera i rapporti intercorrenti tra il Presidente della Società Aeroporti di Frosinone già segretario Sl-CISL e l’ Assessore al demanio On. Scalia già presidente della Provincia di Frosinone? 9 Come considera i rapporti intercorrenti tra il Centro studi Demetra, che ha dato un forte imprinting alla vicenda aeroporto di Frosinone e il Sub Commissario Straordinario per la Valle del Sacco Di Palma? 10 Come considera i rapporti intercorrenti tra il centro studi DEMETRA e la TECNO ENGINEERING 2c società che ha sviluppato il progetto ADF? “La necessità di avere risposte a queste domande è emersa nella recente assemblea pubblica che ha visto la totalità dei cittadini presenti manifestare con forza il loro disappunto – dichiara Luigi Gabriele, Segretario della Provincia di Frosinone. Una vicenda di tale portata che prevede pesanti investimenti e una ricaduta in termini ambientali e di sviluppo, necessita chiarezza e trasparenza da parte delle Istituzioni”.