Giorno: 22 ottobre 2009

22 ottobre 2009 0

Show sexy in un negozio, arrestato un 56enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Entra in un negozio, si cala i pantaloni, mostra i genitali e, infine, urina. Si tratta di un cittadino rumeno di 56 anni arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, atti osceni, inosservanza foglio di via obbligatorio. L’uomo si è introddotto all’interno di un negozio di abbigliamento di Cassino calandosi i pantaloni per poi urinare e mostrare i genitali. Sul posto sono intervenuti i poliziotti di quartiere che lo hanno prima invitato a ricomporsi ma, quando lo straniero si è scagliato contro di loro lo hanno immobilizzato. Accompaganto con la forza in commissariato ha sferrato calci ad una parete in cartongesso lesionandola. Dopo le formalita’ di rito l’arrestato e’ stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

22 ottobre 2009 0

Carabinieri nei cantieri, controlli a tappeto sulla sicurezza

Di redazione

Nelle ultime 48 ore i carabinieri della compagnia di Isernia nell’espletamento dei controlli hanno segnalato all’autorità giudiziaria ed a quelle amministrative, i responsabili di due imprese di costruzioni edili della Campania operanti in realizzazioni di opere edili nella provincia isernina. Gli uomini dell’Arma nel corso delle ispezioni hanno rilevato una serie di infrazioni penalmente rilevanti, che vanno dalla omessa fornitura agli operai di dispositivi di protezione individuali e misure di protezione collettive come quelle per evitare la caduta dall’alto. Inoltre è stata riscontrata la presenza di ben il 50% di maestranze in nero e non sottoposta a visite sanitarie preventive come previsto dalla legge. Per una ditta, la gravità delle irregolarità ha imposto l’adozione del provvedimento della sospensione dell’attività oltre alla irrogazione di una maxisanzione di circa 5000 (cinquemila euro).

22 ottobre 2009 0

Lazio, 52mila i lavoratori in cassa integrazione

Di redazionecassino1

Oltre 52 mila i lavoratori finiti in cassa integrazione, tra ordinaria e straordinaria, nel Lazio nel corso del 2009. Tra questi figurano non soltanto i dipendenti di piccole e medie aziende messe in ginocchio dalla stretta nei consumi seguita alla crisi economica, ma anche centinaia di lavoratori delle multinazionali presenti in regione. Dalla Pfizer alla Nortel, dalla Alstom all’Agile-Eutelia, ristrutturazioni e pesante ricorso alla mobilità lasciano senza impiego operatori specializzati e ingegneri, questo succederà da gennaio con i 310 esuberi determinati dalla fusione di Eds e Hp. Così i lavoratori ritorneranno in piazza. Lunedì e martedì alcune delegazioni occuperanno piazza Barberini. Dai lavoratori della Nortel, impegnati da giorni in un difficile confronto con l’azienda sulle procedure di licenziamento collettivo, ai lavoratori della sanità privata, «senza contratto da 4 anni», ai ceramisti del Viterbese, ai ferroviari di Civitavecchia, alla protesta dei dipendenti della Videocoon, di Anagni, questo solo una parte della tragica situazione occupazionale in cui versa la nostra regione. Arriveranno anche i lavoratori del Piemonte, per confrontarsi con i colleghi laziali, in un dibattito voluto dalla Cgil. Alla Eds-Hp si prospettano pesanti tagli. Quanto al settore telefonico e delle comunicazioni, vi è seria preoccupazione per tutto il comparto di ricerca e sviluppo delle aziende, che cancelleranno anche le nostre speranze di ripresa. Alla multinazionale Alstom, i cui dipendenti furono protagonisti a inizio ottobre di un poi ridimensionato episodio di bossnapping (i dirigenti rimasero chiusi 8 ore negli uffici presidiati dagli operai), l’azienda leader nella fornitura e manutenzione dei treni (stabilimenti in oltre 60 paesi, 3 mila dipendenti in 8 sedi italiane, da Savigliano a Colleferro) ha già messo in cassa integrazione 50 dei 150 dipendenti dello stabilimento frusinate. E se entro nove mesi non arriveranno nuove commesse da Trenitalia o altri clienti, la sede potrebbe chiudere licenziando tutti. In provincia di Latina, la Abbot ha chiuso 60 contratti nel comparto chimico. E la multinazionale del Viagra, la Pfizer, licenzierà 369 informatori scientifici. La stessa azienda della pillola blu ha annunciato a inizio settembre la procedura di mobilità per circa 90 dipendenti della sede di Roma. La Cgil ha avviato una mobilitazione nazionale che porterà in piazza a Roma i lavoratori delle aziende in crisi di tutto il paese, ogni giorno e per un intero mese, fino alla manifestazione nazionale in programma nella Capitale il 14 novembre. F. Pensabene

22 ottobre 2009 0

Finanziamento regionale per il recupero del centro storico di Sora

Di redazionecassino

Con delibera della Giunta Regionale è stato assegnato al Comune di Sora un finanziamento di euro 2.038.225,00 (su bilancio 2009/2010) per fronteggiare l’emergenza abitativa nella nostra città. L’importo complessivo dell’intervento previsto è di circa euro 2.145.000,00 con una compartecipazione del Comune di circa 107.275,00 euro pari al 5% dell’importo complessivo. Il progetto preliminare, redatto dall’Ufficio Tecnico del Comune, prevede l’acquisizione ed il recupero di alcuni stabili ubicati nel centro storico e consente il prosieguo della politica amministrativa attuata da questa amministrazione. “Il recupero urbanistico del centro storico ed il conseguente re-insediamento abitativo – ha detto il sindaco Casinelli – sono gli unici sistemi per fronteggiare un degrado che, prima di essere architettonico, appare di natura sociale e culturale. Alle politiche di controllo e di vigilanza sul degrado cittadino intendiamo affiancare interventi “strutturali”, confidando sul fatto che un quartiere vivo e vissuto è custode di se stesso in maniera continuativa e civile, impedendo alle sacche di micro-criminalità di insediarsi nei “vuoti” fisici e relazionali, che la città ha storicamente determinato. Ci rendiamo conto che per molti cittadini provvedere da soli al ripristino funzionale di alcuni stabili appare oneroso e poco conveniente dal punto di vista squisitamente economico. E’ proprio per questo che un amministrazione attenta al suo territorio, superando logiche esclusivamente finanziarie, deve sostituirsi alla gravi incombenze e responsabilità che oggi ricadrebbero sui cittadini proprietari e programmare interventi che consentano alla città di riappropriarsi di una sua ricchezza, dal punto di vista culturale e turistico,  necessaria ad un progetto più ampio di rilancio della città. In un organico riassetto della viabilità e delle reti ad esse collegate, idrica, fognaria, elettrica etc. che, attraverso i famosi “ Contratti di Quartiere”, intende fare del centro storico un vanto di Sora e dei suoi cittadini, questo ulteriore finanziamento ci consentirà di ampliare la rivitalizzazione di un tessuto urbano che, anche in seguito anche al sisma dell’84, ha vissuto momenti di totale abbandono.”

22 ottobre 2009 0

Giocatori del Napoli visitano in ospedale tifoso in coma

Di redazionecassino

Luigi, 23 anni, casertano,  un ragazzo vivace, allegro e sempre attivo, un gran lavoratore, molto legato alla sua famiglia, a sua sorella Francesca, al suo gemello Santolo e a suo fratello Marcello con il quale condivide la passione per Biagio Antonacci e per il canto neomelodico e un amore sconfinato quello per la squadra del suo cuore, il Napoli. La sua vita però dal due settembre è cambiata, un incidente d’auto l’ha costretto a letto. Da quel momento una corsa contro il tempo, il coma farmacologico prima, il coma vigile poi. Il 30 settembre il trasferimento in Neuromed presso il reparto di Neuroriabilitazione, diretto dal dr. Vincenzo Deda, dove ci sono stati i primi progressi. Ora che Luigi non può andare a vedere il suo Napoli è il Napoli a venire da lui, per spronarlo, per regalargli un sorriso, un sorriso di solidarietà, di speranza che non costa nulla e rende molto, un sorriso che, come disse P. Faber, arricchisce chi lo riceve, senza impoverire chi lo dona, un sorriso che dura un istante ma il cui ricordo rimane a lungo. A visitare Luigi si sono recati oggi  all’ospedale  Neuromed di Pozzilli (Isernia) i calciatori Gennaro Iezzo, Gianluca Grava e Fabio Quagliarella. Grande emozione di tutti i presenti per un gesto di solidarietà da chi è abituato ad essere tifato e che invece oggi ha tifato per chi sta giocando una partita davvero complicata, quella per la vita, quella di  Luigi e di coloro che lo amano.

22 ottobre 2009 0

Premio Polsinelli della pace a studenti di Sora

Di redazionecassino

Il 28 ottobre, alle ore 10.30, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Sora, si svolgerà la cerimonia di Premiazione della III Edizione del Concorso “Luca Polsinelli: pensieri e colori per raccontare la pace”, in ricordo del Mar. Ca. Luca Polsinelli, caduto in un attentato terroristico il 5 maggio 2006, in Afghanistan. Alla presenza delle autorità civili e militari saranno resi noti i nomi dei vincitori del Concorso, rivolto agli istituti scolastici di ogni ordine e grado della città di Sora per sensibilizzare i ragazzi sui temi della pace, della convivenza tra popoli e del rispetto delle varie etnie. Grafico- pittorico e letterario gli ambiti previsti nel bando. Gli elaborati in concorso che sono stati valutati da un’altissima giuria di qualità composta da personalità di rilievo nel panorama culturale ed artistico: il Prof. Claudio Basile, la Prof.ssa Diana Carnevale e il Prof. Egidio Paolucci. Tutti i lavori partecipanti saranno esposti in una mostra, allestita presso la sala antistante la Sala Consiliare, a cura della Segreteria del Sindaco del Comune di Sora che ha coordinato l’organizzazione dell’intera cerimonia.

22 ottobre 2009 0

Operazione anticrimine dei carabinieri nel cassinate

Di redazionecassino

Operazione anticrimine dei carabinieri delle compagnie di Cassino e Pontecorvo. A  Piedimonte san Germano, i militari della locale Stazione  nel corso di un servizio finalizzato al controllo del territorio, hanno intercettato e controllato una vettura alla cui guida è stato trovato G.A., 34enne di Napoli, già censito per reati contro il patrimonio il quale si aggirava, con fare sospetto, nei pressi di attività commerciali del posto. Al termine delle formalità di rito e ricorrendone i presupposti di Legge, al G.A. è stato notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di Piedimonte san Germano per anni tre. Ad  Arce, i militari  hanno controllato tre persone: D. M. M. 34enne, A. P. 39enne e A. R. 27enne, tutti residenti  a Lucera (FG) ai quali è stato  notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di Arce per anni tre. A  Pico, i militari  hanno deferito alla A.G. di Cassino S. R. 35enne, residente a Spigno Saturnia (LT), poiché resosi responsabile del reato di “porto illegale di armi o strumenti atti ad offendere” in quanto, sottoposto a controllo dai militari operanti e a seguito di accurata perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere proibito.

22 ottobre 2009 0

Domenica a Fontechiari maxitorta da 25 metri

Di redazionecassino

Domenica 25 ottobre   a Fontechiari si tiene la VI edizione della Maxitorta, organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune e la pasticceria Siciliana. Anche questa edizione sarà caratterizzata da 25 metri di dolcezza, con la preparazione di una torta da Guinness. Fontechiari sarà anche il Paese della Buona Domenica. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco con il contributo della Regione Lazio e del centro commerciale naturale, si svolgerà a partire dalle ore 14.30 presso il belvedere di piazza Marconi, dove il pasticcere Gianni Saiola realizzerà la maxitorta con ingredienti autunnali. Oltre alla prelibata torta, il pubblico potrà anche degustare prodotti tipici, castagne, bruschette e vino locale. Il tutto sarà accompagnato da mostre e dallo spettacolo musicale de “I Villici Cominensi”.

22 ottobre 2009 0

Festa del vino ad Atina nel fine settimana

Di redazionecassino

Il 23 e 24 ottobre  ad Atina continua la manifestazione “Buon Compleanno Atina doc” per festeggiare i 10 anni del Cabernet di Atina doc con un convegno promosso dal GAL di Alvito che vedrà partecipare tutti i produttori, il concerto di Ambrogio Sparagna e il premio “Giovanni Palombo”, pioniere del marchio doc di Atina.  Il programma prevede venerdì 23 dalle ore 18 concerto quintetto d’archi a cura del Maestro Loreto Gismondi e degustazione di vini Atina doc; sabato 24 dalle ore 16 convegno-spettacolo “Vino in festa, 10 anni di Atina Doc” presso il palazzo ducale, alle ore 21 in piazza Marconi concerto di Ambrogio Sparagna e premio “Giovanni Palombo”.

22 ottobre 2009 0

Trasporti, ancora disagi sulla linea ferroviaria Roma-Cassino

Di redazionecassino

«La questione dei disagi sulla tratta ferroviaria Roma-Cassino rischia di sfuggire di mano». È quanto dichiara in una nota Massimiliano Macera, segretario provinciale dell’associazione Casapound Italia di Frosinone, in merito «ai clamorosi ritardi accumulati dai treni ad alta frequentazione sulla tratta Roma-Cassino e Cassino-Roma che interessa centinaia di pendolari ciociari». «I pendolari sono stanchi di false risposte, e noi vediamo nell’insediamento della nuova giunta Iannarilli la possibilità di ridare dignità chi sceglie il treno per andare a lavorare o a studiare. Continuiamo a ribadire l’impossibilità – aggiunge Macera – che alcuni lavoratori debbano fare i conti con venticinque ore di ritardo al mese sulla busta paga, e che altri debbano smettere di scegliere turni di mattina per l’insicurezza generata dai continui ritardi». «Anche mercoledì 21 e giovedi 22 ottobre, abbiamo assistito inermi all’ennesima giornata nera del trasporto pubblico, ritardi superiori alle due ore per treni fermi sulla linea, e sistematici ritardi di quaranta minuti sulle linee utilizzate la mattina presto. Ci aspettiamo dal Presidente Iannarilli una presa di posizione su questi servizi da terzo mondo, affinchè chi di dovere venga obbligato a dare risposte concrete ai pendolari ciociari», conclude Macera.