Pungiglioni killer, 46enne salvo per un pelo

14 ottobre 2009 0 Di redazione

Nella tarda mattinata di oggi, un insetto stava causando la seconda tragedia in poco più di un mese. Un uomo di 46 anni di Vallerotonda (Fr) infatti, è stato salvato appena in tempo dallo shock anafilattico che lo stava uccidendo. A causargli la violenza reazione allergica è stata la puntura di un insetto, forse un’ape o una vespa. Ai primi segnali di malore, le persone che erano con lui hanno allertato i soccoritori e un’ambulanza del 118 di Cassino è arrivata appena in tempo per permettere agli operatori di praticare la necessaria terapia per salvare la vita all’uomo. Un mese e mezzo fa, sempre a Vallerotonda, una donna di 56 anni invece non è stata così fortunata e la puntura dell’insetto le ha causato la morte.