Carte di credito clonate, arrestata una “esperta”

28 ottobre 2009 0 Di redazione

Guardia sempre alta da parte dei carabinieri della compagnia di Lanciano (Ch), sul fenomeno delle carte di credito clonate. A tal proposito oggi, gli uomini del capitano Geremia Lugibello (nella foto) hanno tratto in arresto una donna rumena esperta nel “settore”. La straniera, infatti, costretta dal tribunale di Monza all’obbligo di firma come misura cautelare perché indagata per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla clonazione di carte di credito, era fuggita in Romania sottraendosi al provvedimeto. Per questo, lo stesso Gip del tribunale di Monza aveva irrigidito la misura cautelare trasformandola in detenzione carceraria. I carabinieri di Lanciano l’hanno individuata nella città abruzzese e l’hanno quindi arrestata. Si indaga per scoprire quali fossero le intenzioni della donna a Lanciano, se avesse in mente, cioè, di compiere altri atti delittuosi.