Crisi Fiat, aspettando la nuova Alfa. Ma basterà?

30 ottobre 2009 4 Di redazione

La crisi sembra essere più lunga di quello che si diceva e le aziende sono in affanno in particolare quelle del settore auto. A Cassino lo stabilimento Fiat funziona a singhiozzo. questa settimana è rimasto fermo in cassa integrazione e così rimarrà fino al 9 quando la linee di montaggio di Deltan e Bravo torneranno in produzione. La Croma invece dovrà aspettare il 13 novembre m,a lavorerà solo 3 giorni dato che per il 16 novembre è previsto un altro stop produttivo dell’intero stabilimento che durerà fino al 20 novembre. Le vendite della nuova Lancia Delta vanno bene, quasi meglio delle aspettative, ma la fetta di mercato a cui la macchina si rivolge è di nicchia e i numeri quindi non sono sufficienti per mantenere lo stabilimento in produzione costante. La nuova Alfa, quella che si produrrà a Cassino entro l’inizio dell’anno, e che già da tempo si vede fare le prove in giro per la città, sarà commercializzata entro aprile. Quali saranno le risposte di mercato resta un’incognita anche perché ormai il progetto ha più di qualche anno. Inoltre ancora non si conosce il piano aziendale e come influirà l’accordo con Chrysler sulle produzioni italiane. Con tutta probabilità, però, Cassino rimarrà sostanzialmente fuori dalle novità in tal senso. Probabilmente, infatti, verranno coinvolte le aziende del sud quali Termini Imerese e Pomigliano.
Ermanno Amedei