Il Cassino calcio prosciolta dalla giustizia sportiva

26 ottobre 2009 0 Di redazione

Proscioglimento per la squadra del Cassino Calcio nella vicenda relativa alla presunta violazione dell’art. 16 del Noif. Così è stato deliberato questa mattina a Roma: in primo grado la Procura Federale aveva chiesto l’inibizione per un anno al presidente cassinate, Clodomiro Murolo, oltre alla penalizzazione di due punti in classifica alla squadra del Cassino ed alla multa di 30.000 euro.
Questo il commento, a caldo, del Presidente Murolo.
“Accolgo con estrema soddisfazione questa sentenza: una diversa decisione avrebbe penalizzato, irreparabilmente, non solo una squadra che ha tutti i numeri per puntare in alto, ma soprattutto l’entusiasmo di una cittadinanza intera che, sempre più, segue la propria squadra, mostrandosi sensibile alle vicende che la toccano.
Con la stessa serenità con cui ha affrontato il vaglio della Giustizia sportiva, il Presidente Murolo attende fiducioso l’esito dell’indagine curata dalla Guardia di Finanza di Cassino in merito a presunte irregolarità gestionali.
Il Presidente rinnova la sua fiducia agli uomini della dirigenza per il proficuo lavoro svolto, per i risultati fin qui raggiunti, assicurando loro ed alla città la voglia di andare avanti e di voler affrontare con la dovuta fermezza ogni maldestro espediente tendente a delegittimarlo ed a destabilizzare la società.